domenica 24 Ottobre 2021

Andrea Illy, al Premio Leonardo: “In Borsa ma non prima di 4-5 anni”

“Sono onorato di ricevere questo importantissimo riconoscimento – commenta Andrea Illy, Presidente di illycaffè – che mi gratifica e mi incoraggia a coltivare ancora di più il sogno di una società attenta al benessere delle persone e alla salvaguardia dell’ambiente. Il bello, buono e ben fatto che contraddistinguono l’eccellenza del made in Italy, infatti, non può prescindere dalla costruzione di un modello di impresa sostenibile, in grado di generare valore nel presente e di preservarlo per le generazioni future. Tramite il nostro lavoro alla illycaffè mi impegnerò ancora più di prima per contribuire a promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo”

Da leggere

ROMA – Viene consegnato oggi ad Andrea Illy, Presidente di illycaffè, il Premio Leonardo 2019 (www.comitatoleonardo.it), il riconoscimento che ogni anno viene assegnato, in base alla valutazione di un’ampia e qualificata Giuria, a una personalità italiana o straniera che abbia concorso in modo significativo ad affermare e promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo. Da sempre Illy ha focalizzato il suo impegno lungo due direttrici: la sostenibilità come cultura d’impresa e a favore del settore del caffè e dell’agricoltura; il made in Italy come simbolo di eccellenza per aumentarne la competitività.

Andrea Illy è stato premiato come imprenditore poiché convinto sostenitore della stakeholder company

E della responsabilità d’impresa nella costruzione di una società migliore. “Chimico umanista”, come viene spesso definito, ha guidato l’internazionalizzazione della illycaffè, innovandone i processi, la cultura e la ricerca della qualità. Oggi illy è una marca riconosciuta globalmente per la sua qualità sostenibile e per il sostegno costante al mondo della cultura e dell’arte contemporanea, che ha reso accessibile a tutti grazie alla realizzazione delle iconiche tazzine illy Art Collection.

La premiazione

Ambasciatore del made in Italy, durante la sua presidenza della Fondazione Altagamma (2013 – 2019) e attraverso la pubblicazione del libro Italia Felix, Andrea Illy ha promosso nel mondo i talenti e le ricchezze del Paese, esaltandone la ricerca della perfezione, la tensione all’innovazione e la creatività ereditata da tre millenni di bellezza e di cultura.

“Sono onorato di ricevere questo importantissimo riconoscimento – commenta Andrea Illy,
Presidente di illycaffè – che mi gratifica e mi incoraggia a coltivare ancora di più il sogno di una società attenta al benessere delle persone e alla salvaguardia dell’ambiente. Il bello, buono e ben fatto che contraddistinguono l’eccellenza del made in Italy, infatti, non può prescindere dalla costruzione di un modello di impresa sostenibile, in grado di generare valore nel presente e di preservarlo per le generazioni future. Tramite il nostro lavoro alla illycaffè mi impegnerò ancora più di prima per contribuire a promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo”.

Andrea Illy ritiene che la felicità sia un prerequisito per qualsiasi transizione verso un modello socio-economico più sostenibile e rigenerativo

Tanto che nel 2019, quando illycaffè ha adottato lo status di Società Benefit, ha istituzionalizzato questo impegno. Insieme alla Fondazione Ernesto Illy, di cui è uno dei fondatori, e grazie a importanti partnership pubblico-private con istituzioni internazionali e locali, sostiene numerosi progetti per lo sviluppo delle comunità del caffè e la creazione di filiere sostenibili nei Paesi produttori. Queste attività sono la realizzazione concreta della filosofia e strategia della illycaffè che, nel 2021, è stata la prima azienda italiana
del caffè a ottenere la certificazione B-Corp.

Studioso ed esperto di cambiamento climatico da decenni, dal 2018 Andrea Illy è impegnato nello sviluppo di un modello di ‘agricoltura virtuosa’ che, tramite l’arricchimento del suolo con materia organica, sequestra carbonio dall’atmosfera e genera prodotti benefici per la salute.

La cerimonia per la consegna del Premio Leonardo 2019 (che avrebbe dovuto svolgersi nel 2020), alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della Presidente del Comitato Leonardo Luisa Todini e del presidente dell’Agenzia ICE Carlo Ferro, si è svolta oggi al Palazzo Barberini a Roma.

illycaffè: ricavi nel 2021 supereranno quelli del 2019,  prima del Covid

Focus soprattutto sugli Usa e alla Cina, e e attenzione alla Borsa: una prospettiva che potrebbe realizzarsi nell’arco dei prossimi 4-5 anni. A tracciare le linee d’azione di illycaffè è ancora il presidente Andrea Illy in occasione della premiazione. «Mi è piaciuto quello che ha detto la presidente del Comitato Leonardo, Luisa Todini, sulla sostenibilità che sostiene la ripresa. La grande transizione post Covid che è anche attenzione al clima, alla digitalizzazione rappresenta una grande opportunità. Noi dobbiamo andare verso una società che sia molto più rispettosa del prossimo e dell’ambiente».

Altre strategie future per illycaffè, il mercato degli Stati Uniti, «il più importante, anche se quello che cresce di più è l’Asia trainata dalla Cina. L’obiettivo è far sì che gli Usa diventino il nostro mercato più grosso e più importante, in modo da essere anche un trampolino per lo sviluppo in altri mercati come gli altri Paesi americani. Lo stiamo facendo in maniera graduale.

L’anno scorso abbiamo fatto entrare nella compagine azionaria un fondo americano (Rhone Capital) scelto in funzione di quanto ci può aiutare a crescere nel mercato azionario».

E non solo: nell’orizzonte descritto da Andrea Illy, sebbene sia «troppo presto per parlarne», c’è la Borsa:

«Ci vogliono generalmente dai 5 a 7 anni per l’uscita di un fondo di investimento dall’azienda, dunque andremo in Borsa non prima di 4-5 anni». Conti alla mano, «il fatturato nel 2020 è sceso del 14,2% a 446,5 milioni, il margine operativo lordo ha perso il 21,2% a 57,7 milioni e l’utile netto il 73% a 5 milioni. «C’è stato un calo visto che quello dei pubblici esercizi è il nostro core business, abbiamo recuperato molto nel consumo a casa, ma non abbastanza, Nel 2021 supereremo i risultati del 2019» quando il fatturato si è attestato su 520,5 milioni.


 

illycaffè è un’azienda familiare italiana fondata a Trieste nel 1933

Che da sempre si prefigge la missione di offrire il miglior caffè al mondo. Produce un unico blend 100% Arabica, combinando 9 delle migliori qualità al mondo secondo illycaffè. Ogni giorno vengono gustate 8 milioni di tazzine di caffè illy in oltre 140 Paesi, nei migliori bar, ristoranti e alberghi, nei caffè e negozi monomarca, a casa. Grazie alle sue innovazioni, contribuisce all’avanzamento tecnologico nel mondo del caffè. Con la creazione in Brasile, nel 1991, del “Premio Ernesto Illy per il caffè espresso di qualità”, illy ha contribuito alla condivisione del know-how e al riconoscimento ai produttori di un premium price per la migliore qualità secondo illycaffè. Dal 2017 attraverso il premio “Ernesto Illy International
Coffee Award” l’azienda celebra i coltivatori di caffè al mondo che secondo illy hanno prodotto il miglior lotto di caffè sostenibile.

Dal 2013, l’azienda è regolarmente inserita nella lista delle World Most Ethical Companies. Nel 2019 illy ha rafforzato il proprio impegno a perseguire un modello di business sostenibile, che integra gli interessi delle persone e dell’ambiente, adottando lo status di
Società Benefit e inserendo questo impegno all’interno del proprio statuto. Nel 2021 illy è stata la prima azienda italiana del caffè ad avere ottenuto la certificazione internazionale B Corp grazie al suo impegno a rispettare i più alti standard di performance sociale e ambientale.

Con l’obiettivo di diffonderne la cultura a tutti i livelli, offrire una preparazione completa e pratica a coltivatori, baristi e amanti del caffè, l’azienda ha fondato la sua Università del Caffè. Tutto ciò che è ‘made in illy’ viene arricchito di bellezza e arte, valori fondanti del marchio a cominciare dal logo, disegnato dall’artista James Rosenquist, fino alle tazzine che compongono la illy Art Collection, decorate da oltre 100 artisti internazionali. Nel 2020 l’azienda ha impiegato 1291 persone e ha un fatturato consolidato pari a € 446,5 milioni. Gli store e i negozi monomarca illy nel mondo sono 261 in più di 40 Paesi. Nel 2021 Rhone
Capital è entrato nel capitale di illycaffè con una quota di minoranza per accompagnare l’azienda nella sua crescita internazionale.

Andrea Illy – Presidente illycaffè

Andrea Illy è Presidente di illycaffè S.p.A., azienda familiare fondata nel 1933 con la missione di offrire il miglior caffè al mondo, di cui è stato amministratore delegato per ventidue anni. Come imprenditore, è un convinto sostenitore della stakeholder company e della responsabilità dell’impresa nella costruzione di una società migliore. “Chimico umanista”, è promotore della cultura e dell’arte, un territorio nel quale illycaffè è da sempre impegnata.

Tra gli incarichi esterni all’azienda, sono da segnalare in particolare la presidenza di ASIC
(unica associazione internazionale dedicata alla scienza del caffè) dal 1999 al 2014; la
presidenza del Promotion and Market Development Committee dell’International Coffee
Organization dal 2012 al 2015; dal 2013 al 2019, la presidenza della Fondazione Altagamma che, nel corso del suo mandato, è stata riconosciuta istituzionalmente come ambasciatrice dello stile di vita italiano nel mondo. Sempre dal 2013, è membro Consiglio Superiore della Banca d’Italia e, dal 2015, del Comitato Consultivo in materia di Revisione Interna. Dal 2019 fa parte della Community of Chairpersons del World Economic Forum. Dal 2020 presiede insieme a Jeffrey D. Sachs la Regenerative Society Foundation.

Nel 1995 ha pubblicato per Academic Press Espresso Coffee: The Chemistry of Quality, giunto alla sua seconda edizione. È autore di Il sogno del caffè, pubblicato da Codice Edizioni nel 2015 e di Italia Felix, pubblicato dalla casa editrice Piemme nel 2018. Andrea Illy è laureato in Chimica all’Università di Trieste, ha conseguito il Master Executive alla SDA-Bocconi di Milano e un Advanced Management Program all’Harvard Business School. Ha studiato Total Quality Management in Giappone, Innovation al MIT di Boston, Exponential Technologies alla Singularity University, e Complexity Science all’Università di Oxford. Nel 2018 è stato nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente del Repubblica Italiana. Nato a Trieste nel 1964, è sposato e padre di tre figlie.

Ultime Notizie