Home Organizzazioni Altromercato:...

Altromercato: nuova campagna e Caffè manifesto dall’1 al 18 ottobre

Una nuova campagna di comunicazione e un nuovo prodotto simbolo, il primo “caffè manifesto”, per far riflettere le persone sul valore e sul potere dei propri acquisti per costruire assieme, consumatori e aziende, un mondo migliore per tutti

altromercato
Il Caffè manifesto

VERONA – L’autunno porta tante novità per Altromercato, la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale in Italia e la seconda al mondo: una campagna di comunicazione integrata e il lancio di un nuovo prodotto dal valore fortemente simbolico. “Consumi o scegli?” è il claim principale della campagna e la domanda che porrà Altromercato ai consumatori, dall’1 al 18 ottobre. L’obiettivo è quello di far riflettere ciascuno sul potere di acquisto che ognuno possiede e come questo possa influenzare il modo di operare delle aziende per far sì che il mondo diventi un posto migliore, per tutti.

Altromercato lancia un nuovo prodotto

Da recenti ricerche è emerso infatti come i consumatori di oggi abbiano molta più consapevolezza della loro capacità di poter orientare il mercato e si aspettino sempre più che le aziende si comportino in modo responsabile e sostenibile, diventando portatrici di un valore che vada al di là del semplice profitto, agendo per il bene di tutti.

Proprio per questo Altromercato ha deciso di “parlare” al cuore delle persone utilizzando un linguaggio nuovo, che porti a riconsiderare il valore delle scelte quotidiane.

“Nel momento storico che stiamo vivendo c’è bisogno di far sentire in modo forte e concreto la nostra presenza, avvertiamo la responsabilità di far sentire la voce di Altromercato. Ora più che mai è necessario far sapere alle persone che un’alternativa concreta all’insostenibilità del mercato tradizionale esiste, basta sceglierla e farla propria acquistando i prodotti ‘giusti’.”, spiega il presidente di Altromercato Alessandro Franceschini.

“Abbiamo lavorato ad un nuovo linguaggio di comunicazione e alla creazione di una nuova campagna proprio perché avvertiamo più che mai l’urgenza di chiedere a tutti di prendere una posizione sui temi su cui lavoriamo concretamente da sempre, come lo sfruttamento dei lavoratori, la tutela dell’ambiente, la lotta al caporalato. Vogliamo che le persone si rendano conto della grossa differenza che c’è tra “consumare” e “scegliere” e che Altromercato può veramente dare l’opportunità – tutti i giorni- di fare scelte concrete per creare un futuro più giusto, che porti benefici a tutti gli attori della filiera, dall’origine della produzione fino al momento in cui il consumatore sceglie cosa acquistare. Siamo quindi tutti chiamati a “scegliere da che parte stare”.

Con la campagna “Consumi o scegli” Altromercato presenta anche il primo “prodotto manifesto”, con una confezione sostenibile perché priva di alluminio

Altromercato è stata la prima azienda in Italia 13 anni fa a produrre un pack ecologico smaltibile nella plastica – che riporta stampata una domanda diretta al consumatore e a chiunque si trovi davanti allo scaffale in quel momento: “Esiste un caffè che non è amaro per chi lavora?”.

Un caffè unico per qualità, buono per chi coltiva e per il pianeta, che porta con sé sia la domanda che l’implicita risposta. È un caffè che spinge a scegliere da che parte stare.

Il caffè diventa quindi il simbolo della campagna

Perché grazie alla sua commercializzazione cominciò oltre trent’anni fa la storia di Altromercato che oggi, sulla scorta della propria esperienza, può vantare di aver creato una filiera etica del caffè, sostenibile dal punto di vista sociale, ambientale ed economico, poiché costruita secondo i criteri del Commercio equo e solidale. È un caffè buono per il pianeta perché coltivato in altura, all’ombra di foreste curate che preservano la biodiversità e attenuano le conseguenze dei cambiamenti climatici.

Grazie a questa filiera etica, Altromercato costruisce rapporti diretti e duraturi con i produttori, ai quali riconosce un prezzo concordato e più alto rispetto a quello del mercato tradizionale. Riconosce inoltre un Premio Fair Trade che supporta le cooperative nella realizzazione di progetti per migliorare sia la produttività che la qualità della vita delle comunità locali.

Il prodotto Caffè manifesto

Il “Caffè manifesto” è una miscela 100% biologica di arabica lavata, proveniente da Perù, Nicaragua e Messico, dove viene coltivata in altura.

È un caffè speciale macinato per moka, il metodo più sostenibile per consumare il caffè, conservato in un soft pack senza alluminio con valvola e conferibile nella plastica. Ha una tazza molto aromatica e fruttata, corpo pieno con un retrogusto persistente e cioccolatoso.

La promozione

Recandosi in Bottega con l’invito ricevuto grazie all’iscrizione alla nostra newsletter e a fronte di una spesa di 25€ si ottiene un Caffè manifesto in omaggio. Per approfittare della promozione è possibile registrarsi anche dal sito.

Credits della Campagna “Consumi o scegli”
Direttore strategico Paolo Iabichino
Art Director Simona Placci
Credits foto produttori: Photographer Filippo Cantoni

La scheda sintetica di Altromercato

E’ la principale realtà di Commercio Equo e Solidale italiana e tra le più grandi al mondo. È una Impresa Sociale formata da 94 Soci e 225 Botteghe, gestisce rapporti con 190 organizzazioni di produttori in oltre 40 paesi, nel Sud e nel Nord del mondo. Il lavoro di centinaia di migliaia di artigiani e contadini viene rispettato ed equamente retribuito, perché si basa su una filiera trasparente e tracciabile, che tutela i produttori, l’ambiente e garantisce la qualità dei prodotti.

Altromercato propone prodotti che hanno una caratteristica comune: sono buoni per chi li sceglie e per chi li produce. La sua gamma si compone di prodotti alimentari, molti dei quali biologici, anche freschi e una selezione di prodotti tipici italiani (solidale italiano), una linea di igiene e cosmesi naturale (Natyr), articoli di artigianato per la casa e ricorrenze, abbigliamento e accessori della linea di moda etica.

Le principali referenze sono presenti anche in 1500 punti vendita della grande distribuzione e 2000 negozi specializzati bio, oltre che in ristoranti, mense scolastiche, bar ed erboristerie, Gruppi di Acquisto Solidale.

Con Altromercato si alimenta un’economia sana, un circolo virtuoso – dal produttore al consumatore – che dura da trent’anni, uno stile di vita sostenibile per tutti.