martedì 17 Maggio 2022

Alla Leopolda una Linea PB La Marzocco su misura per Mokarico

Da leggere

FIRENZE – Nella migliore tradizione di Pitti, moda e food in mostra alla Stazione Leopolda di Firenze con la macchina da caffè in abito sartoriale realizzata dalla torrefazione fiorentina in collaborazione con La Marzocco. Insieme presentano anche il “cappuccino a km zero” con il latte de Il Palagiaccio.

MOKARICO, dopo aver raggiunto un alto livello nella torrefazione del caffè e nella sua proposta sia come espresso sia come slow coffee, in linea con le tendenze più attuali in arrivo dall’estero, presenta per la prima volta a Taste, il salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle, la macchina da caffè “customizzata” in collaborazione con La Marzocco.

Sotto un arco della Stazione Leopolda di Firenze una macchina del caffè Linea PB stra-ordinaria, prodotta da La Marzocco e disegnata da Alessandro Moradei in esclusiva per MOKARICO, a significare la necessità che la macchina del caffè, bella come un tempo, torni al centro del locale per valorizzare la qualità del caffè.

Nell’idea di MOKARICO, certamente innovativa per il settore, la macchina da caffè diventa un ‘totem’ per ricordare al barista e al consumatore che in quel locale si crea un prodotto di valore, si fa la differenza, come quella che esiste tra un croissant industriale e uno di pasticceria.

Il concept che ha ispirato il progetto del carter della macchina è l’immagine scelta da Moradei per gli stand fieristici di Mokarico, dove una parete di tazzine riproduce il logo dell’azienda dando l’effetto pixel, in linea con la nuova immagine della azienda voluta da Marta Calò, che con il suo ingresso nel 2013, dopo una lunga esperienza nel mondo della moda, ha dato un nuovo impulso a partire dalla rivisitazione di tutta la brand identity per portare Mokarico ad un livello più sofisticato e contemporaneo.

Così l’uso di un pixel di legno 3D – che vuole comunicare l’infinita possibilità di personalizzare il prodotto – rappresenta la sintesi tecno-design che ben si associa al nuovo corso di Mokarico. Come materiale l’architetto ha scelto il legno per trasmettere il calore della tazza di caffè, mentre il colore, l’arancio, è impiegato soltanto per evidenziare il marchio Mokarico.

Una personalizzazione che mutua dal mondo fashion l’esclusività degli abiti di alta moda indicando una tendenza che troverà in macchine più funzionali ma altrettanto speciali il nuovo corso della caffetteria.

Continua così per MOKARICO il percorso recentemente avviato con successo, che vede nei punti vendita strategici delle macchine speciali, più belle, personalizzate, perché il cliente resti maggiormente impressionato dalla bontà del caffè, combinazione perfetta tra la miscela proposta al barista e la sua preparazione.

Macchine da caffè uniche e distintive, non personalizzate semplicemente con il proprio marchio o con i colori aziendali per simulare una carrozzeria su misura, ma caratterizzate da alta artigianalità nella realizzazione senza trascurare funzionalità e aspetti tecnici e pratici, che si trasformano in complementi d’arredo che contraddistinguono l’arredamento stesso del bar.

Ultime Notizie