mercoledì 21 Febbraio 2024

Fipe: via al progetto contro la violenza di genere nei pubblici esercizi con la Polizia

L’assessora del Comune di Rimini, Francesca Mattei: “L’amministrazione è molto sensibile e attenta a questo tema, perché anche il nostro territorio purtroppo non è immune da atti di violenza e stalking nei confronti delle donne. Dobbiamo assolutamente fare passi avanti per arrivare alla parità di genere, che recenti studi indicano potrà arrivare solo tra 50 anni. Troppo tardi. Dobbiamo ascoltare e lavorare insieme per accelerare la cultura del rispetto e per educare le nuove generazioni a considerare in egual modo uomini e donne. Solo così, partendo da famiglia e istituzioni, potremmo sconfiggere i maltrattamenti e le violenze che le donne, ancora, ogni giorno, devono subire”

Da leggere

Il progetto di Fipe-Confcommercio e Gruppo donne imprenditrici Fipe è entrato nel vivo nella provincia di Rimini con un appuntamento formativo per dotare i titolari delle competenze necessarie per il contrasto della violenza di genere. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo pubblicato sul portale d’informazione Rimini Today.

Il progetto di Fipe contro la violenza sulle donne

RIMINI – È iniziata la fase operativa di #SicurezzaVera, il progetto di Fipe-Confcommercio e Gruppo Donne Imprenditrici Fipe in collaborazione con la Polizia di Stato per la sensibilizzazione e il contrasto della violenza di genere.

I pubblici esercizi della provincia di Rimini si sono ritrovati al ristorante L’Ingrata, sede di un appuntamento formativo e informativo alla presenza della referente nazionale del progetto #SicurezzaVera e del Gruppo Donne Imprenditrici Fipe provinciale, Alessandra Della Torre al tavolo insieme al presidente di Fipe-Confcommercio provinciale, Gaetano Callà e alle rappresentanti della Polizia di Stato in forza alla Divisione anticrimine ufficio minori e stalking della Questura di Rimini e al presidente di Confcommercio della provincia di Rimini, Gianni Indino.

Alla Vice ispettore, dottoressa Paola Sammarco e all’agente scelto Ilenia Serra è stato affidato il compito di spiegare il loro lavoro quotidiano e i passi che può e deve fare una donna vittima di violenza o stalking declinando tutte le azioni possibili, da quelle amministrative come l’ammonimento del questore alle denunce penali, dalla chiamata repentina al 112 fino ai numeri utili da chiamare per informazioni e ascolto.

Nella seconda parte, le rappresentanti della Polizia hanno spiegato alla platea dei titolari di bar, ristoranti e locali come si devono comportare in caso una donna abbia bisogno di aiuto nella loro attività.

A conclusione del percorso, l’attiguo panificio caffè Circus ha fatto da cornice alla consegna della vetrofania che è stata rilasciata ai partecipanti a suggellare l’ingresso nella rete di presìdi di territorio #SicurezzaVera

Per l’amministrazione comunale di Rimini è intervenuta aprendo la giornata l’assessora del Comune di Rimini, Francesca Mattei che ha sottolineato come “l’amministrazione è molto sensibile e attenta a questo tema, perché anche il nostro territorio purtroppo non è immune da atti di violenza e stalking nei confronti delle donne. Dobbiamo assolutamente fare passi avanti per arrivare alla parità di genere, che recenti studi indicano potrà arrivare solo tra 50 anni. Troppo tardi. Dobbiamo ascoltare e lavorare insieme per accelerare la cultura del rispetto e per educare le nuove generazioni a considerare in egual modo uomini e donne. Solo così, partendo da famiglia e istituzioni, potremmo sconfiggere i maltrattamenti e le violenze che le donne, ancora, ogni giorno, devono subire”.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui

Ultime Notizie