Home Curiosità Il caffè con ...

Il caffè con i chicchi invecchiati 22 anni, costa 820 euro a tazzina, a Osaka

osaka tazzina
Costa "appena" 820 euro la tazzina che ad Osaka proviene da chicchi ventiduenni

MILANO – Chi l’ha detto che il caffè ha una data di scadenza per poter esser ritenuto di alta qualità? Alcuni chicchi sono come il vino che, più invecchia, più è pregiato. Almeno alcuni vini, non tutti. La sopresa arriva, come spesso accada quando parliamo di curiosità sulla bevanda, da Osaka. Qui, per un bizzarro incidente, esiste la tazzina di caffè prodotta da chicchi che hanno raggiunto e superato la maggiore età. Ben 22 anni di attesa, per gustare il caffè daffè da 820 euro. Leggiamo la notizia completa dal sito mondofox.it, dall’articolo di Matteo Tontini.

Osaka riscrive il rito del caffè

Molti la considerano la tazza di caffè più costosa al mondo e la sua storia ha inizio alcuni decenni fa. Quando Kanji Tanaka, proprietario e unico dipendente del locale, si dimenticò del caffè in frigorifero per oltre sei mesi. Lo teneva lì in caso i clienti ordinassero una tazza fredda, per poterlo servire subito. Certo non avrebbe potuto mettere davanti a delle persone paganti un caffè dimenticato in frigo. Così decise di assaggiarlo per scoprire che sapore avesse. Con sua sorpresa era ancora buono e aveva acquisito un gusto particolare.

In quel periodo, le piccole botti di legno erano ancora di moda in Giappone

Venivano usate per migliorare il sapore dell’alcol e Tanaka si chiese che effetto avrebbero avuto sulla sua bevanda fermentata. Così mise del caffè nelle botti di legno e lo lasciò invecchiare per 10 anni. Quando lo assaggiò, un decennio dopo, era diventato dolce quasi quanto uno sciroppo! Da quel momento, il proprietario della caffetteria The Münch iniziò a usare chicchi di caffè invecchiati di vent’anni, tostati e macinati da lui stesso. Per produrre la bevanda vintage con un sistema simile al Chemex.

In sostanza, i fondi di caffè vengono messi in un filtro

E ci si versa sopra dell’acqua calda così lentamente che ci vuole mezz’ora affinché la prima goccia di liquido cada nel contenitore sottostante. In questo modo a cuocere il caffè è il vapore, che ne esalta l’aroma e la dolcezza.

Lo speciale caffè di Tanaka viene servito in tazze in porcellana di Meissen e versato direttamente dal rubinetto delle botti di legno.