martedì 16 Agosto 2022

12oz: nuovo punto vendita di fronte alla stazione di Bologna Centrale

Con questa apertura la catena di caffetterie arriva a quota 21 locali, di cui 17 a gestione diretta, proseguendo così nell’ambizioso piano di sviluppo che prevede di arrivare entro il 2027 a quota 700 a livello internazionale. L’accordo con Grandi Stazioni prevede nuove aperture nei prossimi mesi

Da leggere

MILANO – 12oz, retail format specializzato nelle bevande lunghe calde e fredde caffeine-based e concepite principalmente per il consumo in movimento, apre un nuovo punto vendita in piazza delle Medaglie d’Oro a Bologna, proprio davanti all’ingresso principale della stazione centrale.

Questa nuova apertura agostana, che coincide con il periodo di picco delle vacanze estive, conferma l’importante collaborazione con Grandi Stazioni Retail, la società che gestisce le 14 principali stazioni ferroviarie italiane, dopo le altre aperture di successo di Verona Porta Nuova e Firenze Santa Maria Novella.

Il nuovo punto vendita 12oz a Bologna

“Il nostro format nasce con l’idea di mettere al centro il consumatore e lasciarlo libero di scegliere dove consumare le nostre bevande. – commenta David Nathaniel, fondatore e ceo di 12oz – La prestigiosa collaborazione con questo grande protagonista della mobilità nazionale, che portiamo avanti già da qualche anno, ci aiuta a realizzare ulteriormente la nostra mission.”

Bologna Centrale è al quinto posto per grandezza e volume di traffico tra le stazioni italiane: circa 78 mila mq attraversati in media da un flusso di 159 mila persone ogni giorno, per un totale di circa 58 milioni di passeggeri ogni anno. Lo street coffee di 12oz si prepara così a idratare, ristorare e donare un boost di energia ai passeggeri in partenza o in arrivo, appena scesi dai treni, per accompagnarli nei loro percorsi verso il lavoro, i luoghi di studio o di svago in città o verso altre destinazioni.

12oz bologna
L’interno del nuovo 12oz (foto concessa da Master Communication)

Il nuovo locale, di piccola metratura, è stato concepito per assecondare le esigenze dei viaggiatori: chi ha più tempo, può soffermarsi e ricaricare le batterie, anche dei propri dispositivi, in uno dei 7 posti a sedere all’interno dello store; chi è di fretta, invece, ha anche la possibilità di ordinare direttamente dalla strada – grazie alla vetrina to go – senza correre il rischio di perdere il treno, grazie al servizio veloce che connota il format.

L’offerta

Oltre a una grande varietà di bevande personalizzabili, la maggior parte erogate in meno di 30 secondi, da 12oz è possibile trovare anche un’ampia selezione di golosi dolci: dai muffin, brownies, cookies, american cakes, dagli iconici donut alle tradizionali brioches.

Con questa apertura 12oz arriva a quota 21 locali, di cui 17 a gestione diretta, proseguendo così nell’ambizioso piano di sviluppo che prevede di arrivare entro il 2027 a quota 700 a livello internazionale. L’accordo con Grandi Stazioni prevede nuove aperture nei prossimi mesi.

La scheda sintetica del retail format di caffetterie 2.0

12oz è un retail format di caffetterie 2.0, nato a Milano nel 2015, che promuove i nuovi trend di bevande da consumare in movimento, già pienamente nelle abitudini di Millennials e GenZ.

12oz integra il gusto globale e cosmopolita della propria offerta con la rapidità di servizio tipica del bar all’italiana, grazie a un sistema di macchine tecnologicamente avanzate, che consente di erogare la metà delle bevande a menù in meno di 30 secondi, e ingredienti di alta qualità. La tecnologia brevettata garantisce inoltre integrità e sicurezza ad ogni cup. Un must per il new normal.

Nato dall’intuizione dell’imprenditore italiano e ceo David Nathaniel, da oltre trent’anni nel settore della prima colazione per l’hotellerie di lusso, 12oz è protagonista di un piano di espansione nazionale e internazionale, con locali diretti e in franchising, grazie a una joint venture con JDE, secondo torrefattore al mondo e parte del colosso internazionale JAB Holding Company, che ha nel suo portafoglio primari brand della ristorazione.

Nel 2018 questa importante azienda ha investito nel concept, in cui crede fortemente, diventandone il socio di maggioranza.

Ultime Notizie