Home Affari & Mercati I vertici Ryo...

I vertici Ryoma, nuova proprietaria della CMA, hanno incontrato i sindacati

Federico Gallia presidente di Ryoma e di CMA, marchi Wega e Astoria
Federico Gallia presidente di Ryoma e di Cma, marchi Wega e Astoria

MILANO – L’atteso incontro, più volte rinviato, ha permesso ai nuovi dirigenti della CMA Spa di Susegana (Treviso), marchi Wega e Astoria, di spiegare ai rappresentanti dei lavoratori quali sono gli obiettivi della nuova proprietà, la Ryoma Italian Holding company che ha Federico Gallia come presidente.

Ma chi c’è dietro Ryoma, un nome che rimanda alla storia giapponese: Sagamoto Ryōma era un valoroso e celebre samurai nipponico?

Nata proprio nel 2012, la holding di partecipazioni Ryoma sviluppa le proprie attività nel settore manifatturiero e del food equipment secondo una politica d’investimento fondata su acquisizioni strategiche.

Grazie alla sua visione internazionale, Ryoma è un attore globale con una presenza attiva in cinque continenti e una visione fondata sulla valorizzazione del capitale umano e delle eccellenze produttive, tramite scelte di business orientate alla sostenibilità sociale e ambientale.

La mission di Ryoma è offrire un solido sostegno al potere d’innovazione delle società controllate, attraverso una gestione efficace e costante e la capacità di creare valore a lungo termine per tutti i soggetti coinvolti. Il suo portafoglio comprende due storici marchi della tradizione italiana delle macchine per caffè espresso con una rete di vendita estesa a 130 Paesi.

Detto di Ryoma torniamo alla vicenda della società veneta. Come è noto Nello Dal Tio e la famiglia hanno ceduto il 100% alla società veicolo concessa dalla banca con la quale la CMA ha aperto una linea di credito di 4 milioni di euro garantita con beni propri dalla vecchia proprietà.

Dal Tio lo aveva deciso, lo aveva detto agli amici più stretti, ci è riuscito. Non era bastato il niet d’agosto di Wall Street, del Fondo d’Investimenti KKR da 400 miliardi di dollari, pronunciato da Mister Henry Kravis, co-presidente e co-fondatore.

Sì perché il Signor Nello non aveva cambiato idea sulla vendita, nell’anno delle sue 75 primavere.

Ricordiamo che la CMA di Susegana (Treviso) è proprietaria anche dei marchi Wega e Astoria. Ed è nota nel mondo perché possiede della più grande fabbrica a corpo unico del mondo di macchine per caffè professionali. Opificio che è capace di sfornarne fino a 35.000 all’anno.

Inoltre la CMA è la maggior produttrice in assoluto di macchine per conto terzi, cioè con altri importanti marchi, per esempio Costa Coffee, la regina delle caffetterie in Gran Bretagna.

L’unica notizia sicura è che dalla scorsa settimana Nello Dal Tio (60%), i figli Sonia (20) e Roberto (20) hanno conferito le rispettive quote nelle mani di Federico Gallia, un passato nelle finanza negli Usa e in Italia.

Chi è Federico Gallia

Ecco una breve biografia di Federico Gallia, il neo Presidente dei consigli di Amministrazione – CMA MC Srl e WEGA MC Srl –. Adesso Gallia ha deleghe operative in ambito amministrazione e controllo, finanza, marketing, comunicazione, risorse umane e affari legali.

Federico Gallia presidente di Ryoma e di CMA, marchi Wega e Astoria
Federico Gallia

Federico Gallia è inoltre Presidente e Amministratore delegato della società del gruppo con sede a Parigi – CMA France –. Ed è anche il Presidente del consiglio di amministrazione della società del gruppo, MCE con sede a Timisoara, Romania. Inoltre è membro del Board of Directors della General Espresso Equipment Corporation. E della NineBar con sedi a Greensboro, North Carolina, negli Stati Uniti.

Laureato in economia e commercio all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2004 al 2011 ha lavorato per la società di consulenza Ernst & Young Financial Business Advisors SpA, presso gli Uffici di Milano e Chicago. Si è occupato di gestione e riorganizzazione di differenti modelli di business. Gallia ha un master MBA conseguito presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi (SDA Bocconi).

Ma torniamo al passaggio. In questa prima fase di passaggio Sonia dal Tio siederà nel nuovo consiglio di amministrazione. Ma presto dovrebbe lasciare spazio ad altri. Per lo stesso motivo la nuova proprietà della CMA ha già fatto sapere che conferma le responsabilità tecniche della gestione. Anche con il cambio della proprietà dei due marchi, Wega e Astoria e dello dello stabilimento, si occuperanno rispettivamente il dottor Paolo Nadalet e l’ingegnere Beppino Ceotto.

L’uscita di scena della famiglia Dal Tio sostitutita da Ryoma

Così da una decina di giorni, da giovedì scorso per la precisione, la fabbrica di macchine non è più di proprietà della famiglia dal Tio. Ma di Ryoma. Ricordiamo che era fondata nel 1969 proprio dal Signor Nello Dal Tio.

Adesso la famiglia è uscita di scena per una cifra che non è ancora stata rivelata. Ma di certo non altissima per via della posizione debitoria della società veneta che passerà per intero ai nuovi proprietari, la Ryoma.