domenica 17 Ottobre 2021

Starbucks: a Shanghai, apre il primo Greener store fuori dall’America

Nel prossimo anno, Starbucks continuerà l'espansione internazionale di questo programma con l'apertura di Greener Stores in Giappone, Regno Unito e Cile

Da leggere

SHANGHAI (Cina) – Mentre Starbucks celebra il suo 50° anniversario, la catena sta espandendo il suo Greener Store Framework open source per aiutare a ridurre l’impatto ambientale dell’azienda e sfruttare la sua forte presenza per accelerare il movimento globale verso un futuro più sostenibile. E’ arrivato quindi il momento di aprire il primo punto di questa rete green, fuori dal Nord America, in Cina. Un’inaugurazione che va incontro alla sempre più diffusa consapevolezza e sensibilità dei consumatori verso abitudini più rispettose della Terra.

Greener Store Framework, annunciato nel 2018

E’ stato sviluppato in collaborazione con il World Wildlife Fund (WWF), ed è progettato per accelerare la trasformazione della vendita al dettaglio verso negozi a basso impatto che riducono le emissioni di carbonio, l’utilizzo di acqua e i rifiuti delle discariche. Starbucks ha più di 2.300 negozi già ecologici negli Stati Uniti e in Canada e renderà operativa la struttura al di fuori del Nord America per raggiungere il suo obiettivo di costruire e ammodernare 10.000 negozi più ecologici a livello globale entro il 2025.

“Il nostro lavoro per diventare un fattore positivo per il pianeta inizia con il caffè all’origine e arriva fino ai nostri negozi, direttamente nelle mani dei nostri clienti”, ha affermato Michael Kobori, Chief Sustainability Officer di Starbucks. “Sono orgoglioso di dire che l’energia e la passione per la sostenibilità dei nostri partners ci spingono ogni giorno ed è il motivo per cui abbiamo visto una grande adozione dei nostri standard Greener Store”.

Costruire per il futuro

I negozi Starbucks Greener in Nord America hanno ridotto il consumo energetico del 30% rispetto ai precedenti progetti di negozi dell’azienda. Ciò equivale al consumo di elettricità di oltre 30.000 case all’anno. Inoltre, le tecnologie all’avanguardia trattano e conservano l’acqua, riducendone il consumo annuo di oltre il 30%, risparmiandone più di 1,3 miliardi di galloni all’anno. Nel frattempo, il 90% dei negozi gestiti dall’azienda ha adottato la deviazione dei rifiuti e pratiche circolari, tra cui riciclaggio, compostaggio, Grounds for Your Garden e Starbucks FoodShare.

“Abbiamo dimostrato che progettare e costruire negozi più ecologici non è solo responsabile, ma anche positivo per gli affari”, ha affermato Andy Adams, vicepresidente senior di Starbucks, Store Development. “Nel 2018 abbiamo creato un nuovo punto di riferimento nella vendita al dettaglio che va oltre la costruzione e il design per affrontare operazioni a lungo termine ed eco-consapevoli. Oggi espandiamo il benchmark Greener Stores a livello globale per accelerare i nostri progressi verso gli obiettivi Planet Positive”.

Ora, Starbucks sta aprendo il suo primo Greener Store al di fuori del Nord America a Shanghai, in Cina, con un focus sulla circolarità

Lo Shanghai Greener Store è stato progettato e costruito per ridurre gli sprechi, riutilizzare i prodotti e fungere da piattaforma per l’innovazione futura.

Starbucks aprirà poi altri due Greener Store esperienziali, come a Shanghai, progettati per immergere i clienti negli impegni Starbucks Planet Positive: il prossimo è previsto nella California del sud e nella città natale di Starbucks a Seattle, nello stato di Washington. Guardando al futuro, Starbucks estenderà il suo impegno oltre l’azienda negozi gestiti a licenziatari, partner di joint venture e licenziatari per innovare ed espandere la programmazione della sostenibilità per fornire energia, carbonio, acqua e riduzioni dei rifiuti più robuste.

Ridimensionamento in tutto il mondo

Nel corso del prossimo anno, Starbucks continuerà l’espansione internazionale di questo programma con l’apertura di Greener Store in Giappone, Regno Unito e Cile.

Starbucks sta inoltre espandendo i suoi programmi per la sostenibilità con negozi di test di innovazione che fanno parte dell’ecosistema presso l’ASU-Starbucks Center for the Future of People and the Planet. L’ASU-Starbucks Center, la cui apertura è prevista per dicembre, includerà lavori per ispirare gli altri a progettare, costruire e gestire costruzioni di edifici che minimizzino l’impatto ambientale durante tutto il loro ciclo di vita. Un’iniziativa che deve comprendere l’organizzazione di una tabella di marcia che regoli gli sforzi educativi del Greener Store, includendo un toolkit e una libreria per la formazione, da rendere open-source e disponibile per le parti interessate di Starbucks e altri avverranno tramite Starbucks Global Academy.

“L’espansione di Starbucks del programma Greener Store dimostra un impegno continuo per la tutela dell’ambiente e l’innovazione”, ha affermato Sheila Bonini Senior Vice President, Private Sector Engagement, World Wildlife Fund. “Rendendo questo programma open source ed espandendolo a livello globale, Starbucks sta creando un percorso verso un futuro positivo per le risorse all’interno delle proprie quattro mura e oltre”.

Rendere più verde la catena di approvvigionamento con il Greener Store

L’impegno di Starbucks per la progettazione, la costruzione e il funzionamento di negozi rispettosi dell’ambiente si estende oltre la vendita al dettaglio, anche alla sua catena di approvvigionamento.

Ll’azienda si è recentemente impegnata per il Carbon Neutral Green Coffee e per limitare l’uso di acqua nella lavorazione del caffè verde riducendolo del 50%, due obiettivi da raggiungere entrambi entro il 2030.

A questo si aggiungano gli investimenti per accelerare la transizione verso l’energia pulita attraverso l’energia solare in loco. All’inizio di questa estate, Starbucks ha completato l’installazione di un pannello solare da 1 megawatt presso lo Starbucks Carson Valley Roasting Plant and Distribution Center, uno dei più grandi al mondo che fornisce prodotti della catena a livello nazionale e internazionale. L’energia solare in loco fornirà quasi un terzo dell’elettricità dell’impianto di torrefazione e del centro di distribuzione per l’arco di un anno.

L’articolo completo in inglese, a questo link.

E le operazioni Starbucks non si fermano al Greener Store di Shanghai

Si festeggiano i 50 anni di successo della catena di caffetteria, con la campagna “Possible is Just the Beginning”.

Ultime Notizie