venerdì 24 Settembre 2021

Choko-age: il progetto di 3 anni anti invecchiamento a base di cioccolato

Il team perugino è composto dal prof. Francesco Galli, coordinatore del progetto, e dalle ricercatrici Desirée Bartolini e Rita Marinelli appartenenti al gruppo di ricerca di Biochimica Applicata e Nutrizione Umana del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche; dal prof. Mario Rende e le dott.sse Anna Maria Stabile e Alessandra Pistilli della sezione di Anatomia Umana e dai proff. Vincenzo Nicola Talesa e Cinzia Antognelli della sezione di Biologia

Da leggere

PERUGIA – Choko-age è un progetto che guarda al futuro e che per le sue caratteristiche innovative si è distinto tra altri 17 lavori presentati per partecipare al programma Horizon 2020. Quattro Paesi coinvolti, lo studio è stato condotto dall’Università degli Studi di Perugia. Leggiamo in cosa consiste da insalutenews.it.

Choko-age, la ricerca anti invecchiamento

Si è svolto venerdì 9 luglio sul canale YouTube dell’Università degli Studi di Perugia, l’evento ufficiale di avvio del progetto europeo Choko-age. Il progetto di ricerca è risultato vincitore tra 17 proposte vagliate nel bando Prevnut della Joint Programming Initiative – A Healthy Diet for a Healthy Life (JPI-HDHL) e sarà finanziato dalla European Research Agency (ERA) nell’ambito del programma Horizon 2020 in collaborazione col Ministero dell’Univesità e della Ricerca.

Il consorzio internazionale che sostiene progetto vede il coinvolgimento di 4 Paesi – Italia, Spagna, Regno Unito e Norvergia – ed è guidato dall’Università degli Studi di Perugia.

Il team perugino è composto dal prof. Francesco Galli, coordinatore del progetto, e dalle ricercatrici Desirée Bartolini e Rita Marinelli

Appartenenti al gruppo di ricerca di Biochimica Applicata e Nutrizione Umana del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche; dal professor Mario Rende e le dottoresse Anna Maria Stabile e Alessandra Pistilli della sezione di Anatomia Umana e dai proff. Vincenzo Nicola Talesa e Cinzia Antognelli della sezione di Biologia.

Il progetto Choko-age studierà per tre anni l’effetto di un programma integrato d’intervento nutrizionale e attività fisica

Su una problematica fondamentale dell’invecchiamento: la malnutrizione calorico-proteica quale causa di perdita di massa muscolare nell’anziano fragile. L’idea innovativa che si intende sviluppare, è quella di creare un alimento specifico per combattere questo tipo di malnutrizione.

Tale alimento, a base di cioccolato fondente ricco in polifenoli, sarà arricchito con vitamina E, un antiossidante fondamentale per proteggere i tessuti dalle aggressioni dell’invecchiamento. Le proprietà di questo nuovo alimento saranno studiate a fianco di un programma di attività fisica ad alta intensità, opportunamente disegnato per controllare i livelli di cortisolo e sostenere il metabolismo muscolare dell’anziano.

La ricerca sarà condotta da un team internazionale di esperti della fisiopatologia dell’invecchiamento, del metabolismo muscolare, della nutrizione umana e dell’esercizio fisico.

 

Ultime Notizie