lunedì 27 Settembre 2021

Il pisolino alla caffeina: la soluzione per restare più attivi, per ricerca australiana

Un 'pisolino alla caffeina' potrebbe essere una valida alternativa: bevendo un caffè prima di fare un pisolino, i turnisti possono ottenere i benefici di un pisolino di 20-30 minuti e poi il vantaggio della caffeina quando si svegliano. È una vittoria per tutti

Da leggere

MILANO – Dalla University of South Australia, uno studio del 2020, pubblicato su eurekalert.org, riporta dei risultati interessanti che mettono in relazione il pisolino con la caffeina per restare più attivi durante la giornata. Sotto la guida della dottoressa Stephanie Centofanti, i ricercatori australiani hanno scoperto che per trovare il giusto equilibrio e non arrivare stanchissimi al turno di fine giornata, bisogna mixare per bene caffè e riposo.

Pisolino e caffeina alternati: lo studio australiano

Un semplice caffè e un rapido pisolino potrebbero essere la soluzione per rimanere vigili durante il turno di notte: questo ha fatto emergere una ricerca dell’Università del South Australia che ha dimostrato come questa improbabile combinazione potrebbe migliorare l’attenzione e ridurre così l’inarrestabile sonnolenza.

L’utilità di questa ricerca è legata al fatto che in Australia, più di 1,4 milioni di persone lavorano a turni, con più di 200.000 che svolgono le loro mansioni regolarmente di notte o in turni serali.

La ricercatrice capo, la dottoressa Stephanie Centofanti di UniSA Online e del Laboratorio del sonno e della cronobiologia dell’UniSA, afferma che la scoperta potrebbe aiutare a contrastare la sonnolenza che è esperita da molti turnisti

“I turnisti sono spesso cronicamente privati ​​del sonno perché lo interrompono e quindi è irregolare – afferma Centofanti su eurekalert.org – Di conseguenza, adottano comunemente una serie di strategie per cercare di aumentare il loro stato di vigilanza durante il turno di notte, e queste possono includere anche il fare un pisolino e il bere caffè, ma è importante capire che esistono degli svantaggi per entrambe queste abitudini.

Continua su eurekalert.org: “Molti lavoratori sonnecchiano durante il turno di notte perché sono molto stanchi. Ma il rovescio della medaglia è che possono sperimentare “l’inerzia del sonno” – quella sensazione di intontimento che si prova subito dopo il risveglio – e questo può compromettere le loro prestazioni e il loro umore fino a un’ora dopo il loro pisolino.

La caffeina è anche usata da molte persone per rimanere sveglie e vigili. Ma ancora una volta, se si beve troppo caffè può danneggiare il sonno e la salute. E, se si usa per risvegliarsi dopo un pisolino, possono volerci 20-30 minuti buoni per entrare in azione. Insomma, c’è un ritardo significativo prima di sentire l’effetto desiderato.

Un ‘pisolino alla caffeina‘ potrebbe essere una valida alternativa: bevendo un caffè prima di addormentarsi, i turnisti possono ottenere i benefici di un pisolino di 20-30 minuti e poi il vantaggio della caffeina quando si svegliano. È una vittoria per tutti”.

La fonte in inglese: https://www.eurekalert.org/news-releases/795305

Ultime Notizie