Home Aziende C’è Pep...

C’è PepsiCo nel progetto RE100 per l’elettricità rinnovabile al 100%

L’azienda leader del settore food&beverage si unisce all'iniziativa RE100 con l'ambizione di raggiungere il 100% di elettricità rinnovabile a livello globale per le operazioni dirette entro il 2030 e in tutte le operazioni in franchising e di terzi entro il 2040

pepsico
Rotterdam, Netherlands Solar Panels

MILANO – PepsiCo Inc. (Nasdaq: Pep) ha annunciato oggi un nuovo obiettivo per
l’approvvigionamento di elettricità rinnovabile al 100% in tutte le operazioni di proprietà e controllate della società a livello globale entro il 2030 e in tutte le sue operazioni in franchising e di terzi entro il 2040. Considerate le dimensioni di un’azienda come PepsiCo, l’operazione ha il potenziale di ridurre l’emissione di gas serra di circa 2.5 milioni di tonnellate metriche entro il 2040, che equivale a togliere dalla strada più di mezzo milione di auto per un intero anno. Questo annuncio si basa sugli sforzi globali dell’azienda per
l’incremento dell’utilizzo di fonti di energia rinnovabile e del passaggio verso l’elettricità rinnovabile negli Stati Uniti, il mercato principale, come già annunciato a inizio anno.

PepsiCo è da tempo impegnata nell’ambito dell’energia rinnovabile

In Italia il 100% dell’elettricità utilizzata nello stabilimento di produzione deriva da fonti rinnovabili. Con l’obiettivo annunciato oggi, si espande il nostro impegno riguardo l’energia rinnovabile lavorando fianco a fianco con i nostri fornitori e partner, così che anch’essi possano arrivare ad utilizzare elettricità rinnovabile nelle loro attività operative
entro il 2040.

“Con gli effetti devastanti del cambiamento climatico che si sono fatti sentire in tutto il mondo e con il sistema alimentare globale sottoposto a forti sollecitazioni, è necessaria un’azione immediata” dice Jim Andrew, Chief Sustainability Officer, PepsiCo. “Siamo consapevoli delle responsabilità che derivano dalle dimensioni di un’Azienda come la nostra, quindi il passaggio delle operazioni aziendali globali di PepsiCo all’elettricità rinnovabile al 100% è il giusto passo da compiere per ottenere un impatto significativo
mentre continuiamo a portare avanti il nostro programma sulla sostenibilità.”

All’inizio di quest’anno PepsiCo ha firmato l’impegno Business Ambition for 1.5°C pledge

Unendosi ad altre aziende leader interessate a porsi obiettivi scientificamente supportati e legati alla riduzione delle emissioni, in linea con il limite imposto di riscaldamento globale a 1,5°C; sviluppando anche una strategia a lungo termine per raggiungere il risultato di zero emissioni entro il 2050. L’azienda ha registrato un progresso significativo nella riduzione di gas serra in tutta la sua catena – dal lavoro con gli agricoltori fino all’implementazione di pratiche efficienti in termini di emissioni di carbonio – attraverso il proprio programma globale di Agricoltura Sostenibile e all’operatività di una delle maggiori flotte elettriche nel Nord America.

Attualmente PepsiCo utilizza elettricità rinnovabile in 18 Paesi, di cui nove già rispondono al 100% della domanda in termini di elettricità da fonti rinnovabili. Con il passaggio all’elettricità rinnovabile in corso quest’anno negli Usa, PepsiCo è attualmente in linea con l’obiettivo globale di ricavare il 56% dell’elettricità da fonti rinnovabili entro la fine del 2020.

Con questo comunicato PepsiCo aderisce a RE100

Un’iniziativa guidata da the Climate Group in collaborazione con CDP, per unire le aziende più influenti al mondo nell’impegno verso il 100% di elettricità rinnovabile.

“Trasformando il proprio business operativo a livello globale attraverso l’elettricità rinnovabile, PepsiCo dimostra un forte impegno nella battaglia contro il cambiamento climatico evidenziando inoltre come business case le fonti rinnovabili.” dice Sam Kimmins, Responsabile dell’iniziativa RE100 nel Climate Group.

“Investendo nello sviluppo di nuove centrali solari ed eoliche in tutto il mondo, PepsiCo sta contribuendo in modo tangibile ad accelerare il passaggio ad un’energia pulita”.
Per raggiungere globalmente il 100% di elettricità rinnovabile, PepsiCo metterà in campo un portfolio di diverse soluzioni, tra cui i Power Purchase Agreements (PPAs), che supporteranno lo sviluppo di nuovi progetti come le nuove centrali solari ed eoliche in tutto il mondo, così come l’acquisto di certificati energetici che renderanno possibile nel breve termine la transizione a fonti rinnovabili in molte aree geografiche. L’Azienda continuerà inoltre ad espandere l’elenco sempre maggiore di progetti solari ed
eolici nelle proprie sedi del mondo. L’Headquarter PepsiCo a Purchase, NY, ha installato all’inizio di quest’anno pannelli a energia solare.

###

A proposito di PepsiCo:

I prodotti PepsiCo sono apprezzati dai consumatori più di un miliardo di volte al giorno in oltre 200 paesi e territori in tutto il mondo. PepsiCo ha generato oltre 67 miliardi di dollari di fatturato nel 2019, risultato guidato da un portafoglio complementare di cibi e bevande che comprende Frito-Lay, Gatorade, Pepsi-Cola, Quaker e Tropicana. Il portafoglio di prodotti PepsiCo comprende una vasta gamma di cibi e bevande, con 23 brand che generano oltre 1 miliardo di dollari ciascuno in vendite al dettaglio annuali stimate.

La Vision di PepsiCo è di essere il leader globale nel Convenient Food e nel Beverage attraverso “Winning with Purpose”, che riflette la nostra ambizione di vincere sul mercato in modo sostenibile e integrare questa sostenibilità in tutti gli aspetti del business.
Per ulteriori informazioni, visitate il sito.

Dichiarazione Cautelativa

Questa versione contiene dichiarazioni che riflettono le nostre opinioni sulle nostre future performance che costituiscono “dichiarazioni previsionali” ai costi del Private Securities Litigation Reform Act del 1995. Le dichiarazioni previsionali sono generalmente identificate attraverso l’inclusione di parole come “scopo”, “anticipare”, “credere”, “guidare”, “stimare”, “aspettarsi”, “obiettivo”, “intendere”, “potere”, “pianificare”, “progetto”, “strategia”, “target” e “will” oppure dichiarazioni o variazioni simili di tali termini e altre espressioni analoghe.

Le dichiarazioni previsionali comportano intrinsecamente rischi e incertezze che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente da quelli previsti in tali dichiarazioni, tra cui l’impatto della diffusione del Covid-19; cambiamenti futuri della domanda di prodotti PepsiCo, a seguito di cambiamenti nelle preferenze dei consumatori o altro; modifiche alle leggi relative all’uso o allo smaltimento di materie plastiche o altri imballaggi di prodotti PepsiCo; modifiche o mancato rispetto, leggi e regolamenti applicabili; imposizione o proposta di imposizione di imposte nuove o aumentate rivolte ai prodotti PepsiCo; imposizione di requisiti di etichettatura o di avvertimento sui prodotti PepsiCo; la capacità di PepsiCo di competere efficacemente; condizioni politiche, disordini civili o altri sviluppi e rischi nei mercati in cui i prodotti PepsiCo sono fabbricati, distribuiti o venduti; la capacità di proteggere i sistemi informativi da un incidente di sicurezza informatica o da altre interruzioni; aumento dei costi, interruzione dell’approvvigionamento o carenza di materie prime e altre forniture; scarsità d’acqua; interruzioni aziendali; danni alla reputazione o all’immagine del marchio PepsiCo; perdita o riduzione significativa delle vendite a qualsiasi cliente chiave; interruzione del panorama retail, compresa una rapida crescita del canale di e-commerce e degli hard discounters; il cambiamento climatico, o le misure legali e le normative di mercato per affrontare il cambiamento climatico; e altri fattori che possono influire negativamente sul prezzo dei titoli quotati in borsa e delle prestazioni finanziarie di PepsiCo.

Per ulteriori informazioni su questi e altri fattori che potrebbero far sì che i risultati effettivi di PepsiCo differiscano materialmente da quelli qui presenti, si prega di consultare i documenti depositati da PepsiCo alla Securities and Exchange Commission, inclusa la sua più recente relazione annuale sul modulo 10-K e le successive relazioni sui moduli 10-Q e 8-K. Gli investitori sono avvertiti di non fare eccessivo affidamento su tali dichiarazioni previsionali, che parlano solo alla data in cui sono state fatte. PepsiCo non si assume
alcun obbligo di aggiornare eventuali dichiarazioni previsionali, sia a seguito di nuove informazioni, eventi futuri o altro.