lunedì 27 Settembre 2021

Alla Nuvola, Marco Lavazza: “Un orgoglio, oltre 95.000 vaccinati nell’hub allestito dall’azienda”

Il vicepresidente: "Siamo chiamati tutti a un atto di grande generosità collettiva e di fiducia nella comunità scientifica, per proteggere i più deboli, gli anziani, per tutelare il futuro dei nostri giovani, per creare nuove opportunità per rilanciare il futuro dell'economia del Paese grazie al Pnrr"

Da leggere

TORINO – La Nuvola Lavazza ha cambiato volto per far fronte comune contro la pandemia: così la scelta dell’azienda torinese è stata di metter a disposizione gli spazi dell’edificio nel quartiere Aurora come hub vaccinale. Un successo e un onore per il Gruppo, che ha potuto contribuire a velocizzare la campagna per i suoi cittadini, con oltre 95mila persone. E’ qui che il generale Francesco Figliuolo ha fatto visita e nell’occasione si è espresso il vicepresidente Marco Lavazza. Leggiamo di questo incontro dall’ansa.it.

Nuvola (di vaccini): Lavazza per il sociale

“Come imprenditore sono orgoglioso di aver messo a disposizione della cittadinanza La Centrale, il nostro centro convegni per poter contribuire concretamente all’avanzamento della campagna vaccinale nazionale, che ha visto a oggi oltre 95.000 persone vaccinarsi in questo spazio”. Lo afferma Marco Lavazza, vicepresidente dell’omonima azienda del caffè, che oggi ha accolto il generale Francesco Paolo Figliuolo negli spazi dell’hub vaccinale allestito all’interno del quartier generale torinese del Gruppo, la cosiddetta Nuvola.

“E’ stato un onore per me accogliere oggi in questi spazi il generale Figliuolo, che ringrazio a nome della famiglia Lavazza, e di tutti i nostri collaboratori, per aver saputo gestire una macchina organizzativa complessa che ha permesso di accelerare il processo di vaccinazione a livello nazionale, ma che deve continuare a procedere senza ostacoli e con convinzione – aggiunge Marco Lavazza -. Siamo chiamati tutti a un atto di grande generosità collettiva e di fiducia nella comunità scientifica, per proteggere i più deboli, gli anziani, per tutelare il futuro dei nostri giovani, per creare nuove opportunità per rilanciare il futuro dell’economia del Paese grazie al Pnrr”.

Ultime Notizie