venerdì 24 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Niente scontrini al bar dell’Agenzia delle entrate di Roma: Jimmy Ghione di Striscia la Notizia aggredito

Sul posto anche due poliziotti in borghese, a cui l'inviato di Striscia si rivolge. "Ha detto che prende un coltello e ci ammazza. Non fa lo scontrino e ci ammazza...ci ha menato". Gli agenti si avvicinano al locale, e sull'uscio un uomo, evidentemente amico o conoscente del titolare, cerca di minimizzare l'accaduto

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

L’esercizio commerciale era già finito nel mirino del Tg satirico nel 2018. Spintoni, botte e minacce di morte: Jimmy Ghione di Striscia la Notizia è stato aggredito dal titolare del bar dell’Agenzia delle entrate di Roma dopo avergli ricordato la tendenza che lo porta a incassare i pagamenti senza emettere lo scontrino. Leggiamo di seguito la prima parte dell’articolo di Federico Garau pubblicato su Il Giornale.

L’aggressione a Jimmy Ghione

ROMA – Niente scontrini nel bar dell’Agenzia delle entrate: anche se sembra paradossale è proprio così, ma stavolta il titolare dell’esercizio commerciale non la prende bene e aggredisce e minaccia Jimmy Ghione e la troupe di Striscia la Notizia impegnata a documentare i fatti. Non si tratta, in effetti, della prima volta che il bar operativo presso l’Ufficio Territoriale di Roma 6 – Eur Torrino finisce nel mirino del Tg satirico.

Triestespresso

Il primo capitolo risale infatti all’ormai lontano 2018, quando fu documentata la tendenza del proprietario a evitare di rilasciare scontrini fiscali ai propri clienti. Dopo aver ricevuto delle segnalazioni, quindi, Jimmy Ghione decide di tornare a far visita al titolare dell’esercizio commerciale, per verificare se la situazione nel frattempo è cambiata oppure no.

Le immagini riprese da una telecamera nascosta documentano che, in effetti, la tendenza a incassare i pagamenti senza emettere lo scontrino sembra proprio essere rimasta ben radicata.

Che si tratti di un caffè, di fare delle fotocopie o di vendere una bottiglietta d’acqua o un panino, la procedura è sempre la stessa: porgere al cliente il resto senza provvedere a dargli anche la ricevuta fiscale. Tendenza, peraltro, documentata in giorni diversi da alcuni complici del celebre Tg satirico.

Raccolti gli elementi per poter entrare in scena, Jimmy Ghione si reca nel bar incriminato, presentandosi al titolare subito dopo aver varcato la porta. Neppure il tempo di battere ciglio, che quest’ultimo si avventa come una furia contro il cameraman della troupe di Striscia, che viene scaraventato a terra.

L’obiettivo successivo è lo stesso inviato di Striscia, anch’egli scaraventato a terra dal titolare del bar. Ghione chiede conto dell’aggressione, ricordando al proprietario che farebbe bene a preoccuparsi di fare gli scontrini.

Per leggere la notizia completa basta cliccare qui

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio