Home Affari & Mercati Il MZBG esce ...

Il MZBG esce dalla Borsa, ecco i risultati definitivi dell’Opa: il via al delisting

Di conseguenza, Massimo Zanetti – attraverso MZB Holding e M. Zanetti Industries – ad esito dell’offerta verrà a detenere il 94,564% del capitale dell’emittente. I risultati definitivi confermano il raggiungimento di una partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale sociale, ma inferiore al 95%

massimo zanetti MZBG
Massimo Zanetti mette in mostra il mondo della sua azienda

MILANO – L’operazione tanto discussa di delisting di MZBG, si è finalmente conclusa, per uscire in maniera guidata dalla Borsa di Milano: l’annuncio è stata dato dalla MZB Holding, che ha reso note le cifre ufficiali dell’Opa totalitaria su azioni del Gruppo. La società è quotata per ancora poco tempo sul segmento Star di Borsa Italiana, tramite diversi marchi del settore caffè, il cui più celebre è Segafredo Zanetti. I dettagli dal sito soldionline.it.

MZBG ormai fuori dai giochi della Borsa

La società ha comunicato che, alla chiusura del periodo dell’offerta, sono state portate in adesione 5.245.261 azioni, rappresentative del 15,292% del capitale dell’emittente e pari al 55,498% delle azioni oggetto dell’offerta. MZB Holding ha inoltre effettuato acquisti al di fuori dell’offerta per complessive 2.341.352 azioni, pari al 6,826% del capitale sociale dell’emittente.

Di conseguenza, Massimo Zanetti – attraverso MZB Holding e M. Zanetti Industries – ad esito dell’offerta verrà a detenere il 94,564% del capitale dell’emittente. I risultati definitivi confermano il raggiungimento di una partecipazione complessiva superiore al 90% del capitale sociale, ma inferiore al 95%.

Pertanto, ad oggi, esistono i presupposti richiesti per l’adempimento dell’obbligo di acquisto delle azioni residue e per il delisting

Massimo Zanetti BG ha ricordato che la procedura funzionale all’adempimento dell’obbligo di acquisto sarà svolta nel rispetto delle modalità previste dalle disposizioni di legge e regolamentari applicabili e nei termini che saranno concordati con Borsa Italiana.

Attraverso la procedura l’offerente acquisterà le azioni residue dagli azionisti che ne abbiano fatto richiesta. Inoltre, l’offerente eserciterà il diritto di acquisto e adempirà contestualmente all’obbligo di acquisto qualora venga a detenere una partecipazione complessiva almeno pari al 95% del capitale di Massimo Zanetti Beverage Group.

Il corrispettivo dovuto, ovvero 5,5 euro ad azione portata in adesione, sarà pagato il 4 dicembre 2020.