CIMBALI M2
giovedì 18 Luglio 2024
  • CIMBALI M2

Maestri dell’Espresso junior torna dopo un anno di lavoro: finale il 12 maggio

Da leggere

TME Cialdy Evo
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Ventiquattro edizioni, saranno 25 quest’anno, sono un traguardo che poche manifestazioni legate al caffè possono vantare e che Maestri dell’Espresso junior taglia in grande forma. Mentre la sfida si avvicina della fase finale che coinvolge gli studenti  degli istituti alberghieri, abbiamo voluto sentire come vanno le cose da Silvia Vercellati della Mumac Academy (FOTO sopra) che da mesi sta seguendo da vicino, e in tutte le sue fasi, l’organizzazione dell’importante evento.

Dopo un anno sabbatico torna il Concorso Maestri dell’Espresso junior. Come è trascorso l’anno di pausa?

Silvia Vercellati: “Il concorso ha celebrato nel 2014-2015 la sua 24° edizione. L’edizione 2015-2016 non ha visto il normale svolgimento del concorso, le nostre attività si sono focalizzate principalmente sulla formazione e sul contatto diretto con le scuole.

Attraverso la pianificazione di focus group in varie zone d’Italia, abbiamo avuto modo di incontrare i docenti degli istituti alberghieri e riflettere insieme sulla forma del concorso. È stato un anno di ricerca e di rielaborazione del classico format di Maestri dell’Espresso Junior.

Ci siamo inoltre dedicati alla creazione del nuovo sito www.maestriespressojunior.com, un portale che ha la funzione di vetrina sul mondo e che permette a chiunque di conoscere la natura di questa iniziativa.

Uno dei gruppi di docenti ai corsi per maestri dell’Espresso Junior che si sono tenuti alla Mumac AcademyÈ cambiato il regolamento. Che cosa c’è di diverso rispetto al passato e perché?

“In base a quanto emerso dai focus group organizzati negli scorsi mesi e grazie alla preziosa collaborazione dei docenti, questa edizione vedrà numerose novità volte a rendere il concorso più dinamico e a stimolare una preparazione di alto livello sulle tematiche legate alla caffetteria.

Il regolamento è stato totalmente rinnovato, a partire dal destinatario. Non è più rivolto agli studenti di classe terza, bensì alle classi quarte degli istituti alberghieri con indirizzo sala bar, e vi hanno accesso esclusivamente gli alunni in regola con il percorso scolastico”.

Quanti istituti hanno aderito al concorso?

“Parteciperanno 70 istituti da tutta Italia, più del doppio rispetto alla scorsa edizione. Abbiamo percepito sensibilmente l’interesse da parte degli istituti nella formazione degli studenti e dei professori stessi, i quali si mettono alla prova e tornano sui banchi di scuola, motivati dalla necessità di restare al passo con i tempi”.

Incontri con i docenti, test online: come si svolge il concorso di quest’anno?

“La prima fase del concorso ha visto la partecipazione dei docenti di sala bar – coloro che formeranno a loro volta gli studenti – a due giornate di formazione obbligatoria; una sessione a Trieste presso l’Università del Caffè e tre incontri presso Mumac Academy a Binasco.

Successivamente gli studenti hanno sostenuto un test online teorico, con lo scopo di selezionare il miglior candidato per ciascun istituto, il quale passerà alla fase successiva di realizzazione del video. Si sono da poco conclusi i test online e nei giorni scorsi sono stati comunicati agli istituti i risultati della prova.

La valutazione dei video permetterà di stilare una classifica di 16 finalisti, che avranno accesso alla fase finale del concorso, il 12 maggio presso il Mumac”.

Un altro gruppo di docenti degli Istituti alberghieri che hanno participato ai corsi presso la Mumac Academy

I migliori studenti del test online dovranno produrre un video. Di che cosa si tratta?

“Ogni studente dovrà realizzare un breve filmato in cui l’alunno, sotto la regia del docente, simulerà, con l’eventuale supporto di compagni, la ricezione di una comanda e lo svolgimento di un servizio legato alla realizzazione di un espresso e un cappuccino. Durante la preparazione della comanda il candidato dovrà essere in grado di esporre chiaramente al cliente le caratteristiche dell’attrezzatura a sua disposizione e del prodotto che sta preparando”.

Chi esaminerà il video?

“Il video sarà valutato da una giuria tecnica composta da esperti di Mumac Academy e di Università del Caffè, selezionati in base a competenze particolari nel mondo caffè. Gli stessi giudici saranno poi presenti alla valutazione della gara finale”.

Gran finale il 12 maggio al Mumac di Binasco. Ci anticipa come si svolgerà?

“La selezione finale si struttura in quattro fasi caratterizzate da uno scontro diretto tra due candidati, con aumento di difficoltà in ogni fase.

Il primo scontro prevede la verifica dello stato di funzionamento dell’attrezzatura, settaggio della macinatura corretta, predisposizione del servizio e confezionamento di due caffè espresso. Nei quarti di finale verrà richiesta la preparazione di due caffè espresso e due cappuccini. La giuria selezionerà, per ciascuno scontro, l’allievo che ha realizzato la migliore preparazione entro il tempo massimo disponibile (10 minuti) secondo i parametri oggettivi e soggettivi previsti.

In semifinale, i candidati dovranno preparare due caffè espresso e due cappuccini a tempo. A parità di punteggio ottenuto dalla preparazione del prodotto verrà considerato, ai fini dell’individuazione dei due finalisti, il minor tempo di realizzazione della prova. Ai due allievi finalisti verrà richiesta la preparazione di due caffè espresso e due cappuccini e una sessione di degustazione, al fine di verificare la conoscenza e le attitudini sensoriali degli alunni che vanno oltre la semplice conoscenza scolastica della materia trattata.

Tutti i 16 candidati avranno diritto a partecipare anche all’assegnazione del premio da parte della Giuria di Giornalisti”.

Un’altro dei gruppi di docenti che hanno partecipato ad uno dei corsi per Maestri dell’Espresso Junior alla Mumac Academy

Quali sono i premi per i migliori?

“Il primo classificato si aggiudica uno stage da poter svolgere presso Mumac Academy o l’Università del caffè, per un periodo di 10 giorni lavorativi continuativi. L’alunno secondo classificato si aggiudica la partecipazione al corso più completo dell’offerta formativa delle due società promotrici”.

Questa di Maestri dell’espresso Junior è la più grande attività didattica che coinvolge istituti pubblici ed aziende private che promuovono e finanziano il tutto.

“Gruppo Cimbali e Illy da sempre sono coinvolte nella formazione e nella diffusione della cultura caffè, Gruppo Cimbali con MUMAC Academy e Illy con l’Università del Caffè.

“La figura del barista sta cambiando”

La figura del barista sta cambiando ed è importante che due aziende leader del settore possano contribuire a questa evoluzione, dando supporto formativo per intraprendere una carriera che all’estero è già diventata una vera e propria professione.

Uno degli attuali trainer di Mumac Academy nasce proprio da Maestri dell’Espresso, a conferma di quanto questa collaborazione tra il mondo del lavoro e quello della scuola sia preziosa”.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

  • Water and more
  • Carte Dozio