CIMBALI M2
mercoledì 03 Luglio 2024
  • CIMBALI M2

La degustazione del caffè del Costa Rica nel cuore di Roma in diretta video con i coltivatori

Il caffè costaricense, come spiegato da Jorge Zamora, dell’Ufficio della Procomer per l’Europa Mediterranea, è 100% Arabica coltivato in terreni fertili di origine vulcanica a bassa acidità, ubicati tra 800 e 1.600 metri sul livello del mare

Da leggere

TME Cialdy Evo
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

ROMA – L’Ambasciata del Costa Rica e la Procomer, l’Ufficio per la promozione del commercio estero del Costa Rica, hanno portato nel cuore di Roma il caffè di specialità costaricense in un evento di degustazione e “cupping” con il meglio di quattro aziende del Paese: Hacienda Tobosi, Café Zantó, Coope Libertad e Café Kiosurú-Vara Blanca.

La degustazione di caffè organizzata dall’Ambasciata del Costa Rica

L’evento, tenutosi il 14 giugno in Piazza di Pietra, presso il Gran Caffè La Caffettiera, era rivolto a esperti italiani del settore, torrefazioni, caffetterie, importatori, i quali hanno appreso dagli stessi produttori, in collegamento video dal Costa Rica, le caratteristiche del caffè che stavano per assaggiare.

Per l’incaricata d’Affari a.i. dell’Ambasciata di Costa Rica, Tamara Gómez Marín, “in Italia c’è un grande potenziale per aumentare la presenza del caffè di eccellenza costaricense. Quest’evento, nel quale hanno partecipato i rappresentanti del settore che già lavorano con caffè di specialità, dimostra l’interesse a portare il caffè costaricense ai consumatori italiani, un caffè riconosciuto per la sua altissima qualità e la sua coltivazione e produzione sostenibile e inclusiva”.

Il caffè costaricense, come spiegato da Jorge Zamora, dell’Ufficio della Procomer per l’Europa Mediterranea, è 100% Arabica coltivato in terreni fertili di origine vulcanica a bassa acidità, ubicati tra 800 e 1.600 metri sul livello del mare.

Inoltre, è stata presentata la denominata Nama Café– Azione di Mitigazione Nazionalmente Appropriata, che punta alla riduzione delle emissioni di carbonio del settore con una produzione sostenibile. Una pratica che ha riscontrato già grande successo in Costa Rica che oggi presenta neutralità carbonica per l’80% della produzione di caffè.

Guidati dal consulente ed esperto di caffè Andrea Matarangolo, i partecipanti hanno potuto assaggiare diversi tipi di preparazione del caffè, dal filtrato all’espresso. Inoltre, hanno gustato varietà del caffè Arabica come Geisha, Caturra e Catuai, con diversi processi di lavaggio, essicazione e tostatura.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

  • Water and more
  • Carte Dozio