CIMBALI M2
domenica 16 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Kimbo: Dada’ presenta il singolo, omaggio all’azienda e al marchio del caffè napoletano, il 18 gennaio al Museo Madre

Mario Rubino: “Con le nostre iniziative aziendali volte al culturale abbiamo spesso messo in luce i cinque sensi del caffè. Oggi, grazie alla collaborazione con artisti come Dada’, riusciamo ad esprimere anche il “sesto senso” unico del nostro caffè, che è insito nel nostro dna di napoletani, ed è il senso per il ritmo della vita e dunque per la musica. In questa occasione abbiamo scelto non a caso la cornice prestigiosa del museo di arte contemporanea di Napoli, il Madre, per contestualizzare il lavoro realizzato con Dada’, un’artista profondamente innovativa, che racconta molto attraverso immagini visionarie e non convenzionali, che affonda le sue radici musicali nella tradizione folk ma con tutta la contemporaneità possibile”

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

NAPOLI – Sarà presentato giovedì 18 gennaio 2024, alle 20.30, a Napoli, con un esclusivo show case al Museo Madre, “Doce Doce”, il nuovo singolo di Dada’ prodotto dalla stessa artista e realizzato rielaborando, nel ritornello, lo storico jingle aziendale di Kimbo, la nota marca di caffè napoletano presente con le sue preziose miscele in 100 paesi del mondo.

L’omaggio all’azienda di Dada’

A dare forza e visione a questa originale collaborazione è anche il videoclip ufficiale del brano, dal 19 gennaio su YouTube e su tutte le piattaforme musicali, con l’inconfondibile atteggiamento ironico e sensuale della cantautrice che “sciuè sciuè” (“veloce veloce”) ha inventato un mondo fantasioso e retrofuturista che ha come protagonista il caffè di Napoli e l’animus partenopeo.

“Ogni aspetto della vita è un’occasione per fare arte e comunicare, condividere – dice Dada’ – Sono sempre stata affascinata da Andy Warhol e dal suo modo diretto di dialogare con le immagini e la pubblicità artistica. Il presidente Mario Rubino ed il suo team per la comunicazione hanno subito inteso, sin dal nostro primo incontro, che nel mio cervellino stava prendendo forma una follia Pop Art!”.

Dada’ aggiunge: “Con l’entusiasmo e la fiducia di un papà, uomo di successo, appassionato di musica e anch’egli sovversivo nell’animo, Rubino ha lasciato che io fossi la direttrice artistica di tutta l’operazione, dalla musica all’immaginario fino alla cura di ogni dettaglio del videoclip, con la collaborazione della fashion designer Daria D’Ambrosio che ha curato abiti e scenografie. È stato bellissimo scoprire quanto amore e raffinata semplicità ci sia dietro questo brand iconico anche perché ho avuto la benedizione di mamma e nonna, fedeli fan invasate di Kimbo: l’ultima tazzina di caffè in casa mia si beve alle 23:00!”.

“Con le nostre iniziative aziendali volte al culturale abbiamo spesso messo in luce i cinque sensi del caffè – afferma Mario Rubino – Oggi, grazie alla collaborazione con artisti come Dada’, riusciamo ad esprimere anche il “sesto senso” unico del nostro caffè, che è insito nel nostro dna di napoletani, ed è il senso per il ritmo della vita e dunque per la musica”.

Mario Rubino aggiunge: “In questa occasione abbiamo scelto non a caso la cornice prestigiosa del museo di arte contemporanea di Napoli, il Madre, per contestualizzare il lavoro realizzato con Dada’, un’artista profondamente innovativa, che racconta molto attraverso immagini visionarie e non convenzionali, che affonda le sue radici musicali nella tradizione folk ma con tutta la contemporaneità possibile”.

Rubino aggiunge: “Nel rispetto assoluto della sua creatività, abbiamo cercato di condividere una visione: quella di chi decide di fare arte e impresa partendo da Napoli, puntando sull’impegno, sulla qualità, sulla ricerca e sull’internazionalità delle nostre identità”.

Lo show case esclusivo al Museo Madre, riservato solo a 100 fan e agli addetti ai lavori, è stato concepito come una performance dal vivo immersa in un’atmosfera dai codici della Club Culture attraverso la quale Dada’ presenterà il nuovo singolo, il videoclip, le foto e i materiali di scena assieme ad alcune altre sorprese sonore realizzate proprio per la collaborazione con Kimbo, ispirate al mondo (musicale) del caffè.

Nella sala Madre del museo gli ospiti potranno altresì interagire con alcuni figuranti stravaganti estrapolati dall’immaginario rosso e rosa di “Doce Doce” e gustare, sempre in anteprima, nuove proposte di gusto messe a punto da Kimbo nel suo rinnovato Training Center in ambito di mixologia e dessert.

Kimbo e la musica

Se da un lato è logico pensare ad Euterpe se pensiamo ad un artista come DADA’, forse non è altrettanto immediato collegare Kimbo alla stessa musa.

Ma Kimbo è un caffè che, oltre che per le sue caratteristiche organolettiche e per la sua tostatura che ha definito, nel tempo, il gusto “napoletano”, è unico anche per la sua musicalità.

A partire proprio dalla musica dello storico jingle El Kimbo, che apparve su tutte le tv italiane sul finire degli anni Ottanta e che, nel 1990, faceva ballare e cantare l’Italia mentre Pippo Baudo, in quel tempo testimonial ufficiale dell’azienda, degustava la sua tazzina di Kimbo in una rigogliosa piantagione del Sud America.

Negli anni, la passione di Kimbo per la musica non si è mai affievolita. Nel 2000 infatti Mario Rubino produce una nuova versione del jingle in chiave House Latin che anticipa il grande fenomeno mondiale della musica latina e diventa una hit affidata all’esecuzione dei Nuevo Cafè Latino, inserita nel cd “El Kimbo Compilation” assieme ai successi di altri artisti internazionali.

Ma è con il remix dello stesso brano e con la compilation “Kimbo Latina” che, nel 2001, arriva il grande riscontro di vendite con l’ingresso della compilation tra le più vendute quell’anno secondo tutte le classifiche ufficiali, inclusa quella di TV Sorrisi e Canzoni.

La musica ritorna tra le passioni aziendali anche nel 2013 quando, in occasione della grande mostra a Castel Sant’Elmo per celebrare i primi 50 anni dell’azienda, Kimbo realizza uno speciale juke-box con le cinquanta canzoni più belle dedicate al caffè, che diventa anche libro nel 2014 a firma del giornalista Ciro Cacciola.

Nel 2016 Kimbo porta la musica per la prima volta in Italia anche in un aeroporto, quello di Capodichino, per accogliere con il suo caffè tutti i visitatori in arrivo da ogni parte del mondo.

E così via, fino ad arrivare nel 2023 alla collaborazione con Ciccio Merolla per il singolo ‘O Kafè, rielaborazione, tra Afro Beat e tradizione, nella modalità unica dell’artista – la tecnica “pelle e voce” – dello storico jingle aziendale, usato da Merolla come sample per la creazione di una nuova canzone dedicata alla tradizione del caffè a Napoli e, dunque, dedicata anche alla città. Fino ad oggi, al gennaio 2024, con il nuovo singolo di Dada’.
To be continued.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie