Home Affari & Mercati Italmobiliare...

Italmobiliare: il valore degli asset vola a oltre 1,5 miliardi grazie a Caffè Borbone (+28%)

Borbone Italmobiliare
Il marchio di Caffè Borbone

MILANO – La buona performance di Caffè Borbone, che ha visto proseguire il forte trend di crescita di vendite e risultati rispetto al 2018, fa volare i conti del primo semestre di Italmobiliare. La holding della famiglia Pesenti registra infatti al 30 giugno 2019 un incremento di 166,4 milioni di euro, rispetto a fine 2018, del Net Asset Value, che sale a 1.587,8 milioni. Il nav per azione sale da 33,9 euro a 37,9 euro.

L’attuale valore delle sette ‘Portfolio companies’ (che da inizio 2019 include l’acquisizione per circa 60 milioni di AutogasNord) aumenta di oltre 106 milioni a 586,4 milioni anche grazie alle rivalutazioni delle partecipazioni in Caffè Borbone (controllata al 60%) e Tecnica Group.

I risultati in sintesi

Il primo semestre 2019 di Italmobiliare SpA si è chiuso con un utile netto di 9,2 milioni (25,1 milioni nel primo semestre 2018 che beneficiava di effetti positivi sulle imposte per 14,4 milioni).

Nel periodo il saldo proventi e oneri netti da partecipazioni risulta positivo per 10,1 milioni, in riduzione rispetto ai 18,7 milioni al 30 giugno 2018; soprattutto per effetto della svalutazione di alcune partecipazioni.

I proventi netti da liquidità presentano un saldo positivo di 12,1 milioni (3,5 milioni); principalmente grazie all’andamento positivo delle partecipazioni di trading e dei fondi. I proventi ed oneri diversi risultano negativi per 11,6 milioni e sono in linea con il primo semestre 2018.

La posizione finanziaria netta a fine semestre è positiva per 424,1 milioni. E risulta in aumento di 79,2 milioni rispetto a fine dicembre 2018; sostanzialmente per gli effetti determinati dalla cessione di titoli quotati (oltre 142 milioni) e dell’investimento in Autogas Nord (circa 60 milioni).

Il patrimonio netto al 30 giugno 2019 ammonta a 1.330,5 milioni, in aumento di 100,4 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018.

A livello consolidato, l’utile netto (dopo imposte per 8,7 milioni rispetto ad un effetto positivo di 13,8 milioni nel primo semestre 2018) è stato di 24,5 milioni (23,9 milioni nel primo semestre 2018) e l’utile attribuibile ai soci della controllante di 19,1 milioni (22,3 milioni). Il patrimonio netto consolidato attribuibile ai soci della controllante al 30 giugno scorso era pari a 1.312,3 milioni (1.202,5 milioni fine 2018).

Borbone Italmobiliare

Le altre principali risultanze economiche del Gruppo Italmobiliare sono:

  • Ricavi: 278,3 milioni rispetto a 216,7 milioni al 30 giugno 2018;
  • Margine operativo lordo: 52,1 milioni (19,0 milioni);
  • Risultato operativo: 38,3 milioni (14,0 milioni).

Il fatturato di Caffè Borbone cresce del 28% a 85,9 milioni grazie alla capsule compatibili

In generale il semestre è stato caratterizzato da ulteriori e significativi incrementi delle vendite di caffè in capsule e cialde. E in questo contesto, anche a seguito di una importante campagna pubblicitaria, il gruppo Caffè Borbone ha rafforzato la propria posizione fra i principali player del settore.

In particolare le capsule compatibili Nespresso e A Modo Mio hanno mantenuto un andamento molto positivo, a cui si affianca la recente attività per il sistema Dolce Gusto. Forte la crescita registrata nelle rivendite e in alcuni canali online; così come è in continua espansione l’attività nella Gdo.

Il fatturato del periodo ha confermato il trend molto positivo (+28%) raggiungendo gli 85,9 milioni mentre il Mol, pari a 25,1 milioni, risulta in crescita di circa il 45% sul primo semestre 2018. L’utile del periodo è stato di 14 milioni.

L’indebitamento finanziario netto a fine periodo, pari a 46,5 milioni, è in miglioramento di 4,7 milioni rispetto al 31 dicembre 2018, dopo il pagamento di un dividendo ai soci per 8 milioni.