martedì 28 Settembre 2021

Ingorgo all’Autogrill per un caffè gratis, ma l’iniziativa non ha inciso sulle statistiche delle vittime

Da leggere

MILANO – Anche in autostrada ci si consola con un caffè. Meglio se gratis. Quello che, nelle notti di venerdì, sabato e domenica, gli autogrill hanno offerto agli automobilisti, in un tentativo di contrastare l’insorgere di colpi di sonno al volante. L’iniziativa è partita nel mese di novembre ma è già finita con capodanno, e così è tempo di bilanci.

Tutti soddisfatti: anche se questa promozione non ha scalfito le statistiche sugli incidenti stradali, a sentire i gestori delle aree di servizio il successo è stato grande.

Una sorpresa può esserlo per automobilisti molto distratti, vista l’imponente campagna pubblicitaria.

Gestori e utenti sono stati d’accordo sul fatto che l’iniziativa caffè gratis sia molto efficace nel migliorare il rapporto tra Autogrill e cittadini.

Anche se non sono mancati gli effetti collaterali: per qualche scherzo del destino, la notte di Natale un’orda di automobilisti ha invaso l’area di servizio di Campora Est, spinta anche dalla possibilità di approfittare della famosapromozione.

Il problema è che una sola persona si trovava in servizio in quel momento che ora racconta. «Una nottata da incubo». Il successo della tazzina omaggio è stato
accompagnato dal fiorire di una leggenda ad uso e consumo dei baristi di tutti gli
Autogrill.

Per esempio ci sono automobilisti che si sono presentati agli Autogrill per chiedere il caffè omaggio raccontando di aver preso l’autostrada apposta. Pagando il pedaggio.

De gustibus.

 

Ultime Notizie