venerdì 01 Marzo 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

Hybrid Coworking lancia il concorso per ridisegnare bar e ristoranti includendo uno spazio di lavoro per nomadi digitali

La giuria valuterà i progetti sulla base dell’originalità del concept, della flessibilità, della gestione degli spazi, della qualità dei nuovi spazi di lavoro, dell’uso sensibile di materiali e colori e della rappresentazione grafica

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – La piattaforma TerraViva Competitions lancia Hybrid Coworking, il concorso che invita a ridisegnare caffè e ristoranti per ospitare spazi di lavoro per i nomadi digitali, senza che perdano l’identità originale. Lo scopo del concorso è quello di trasformare i luoghi considerati statici in locali adattabili grazie all’utilizzo creativo dell’interior design.

Il concorso Hybrid Coworking

In questo modo i nomadi digitali costantemente alla ricerca di luoghi stimolanti e innovativi per lavorare potranno finalmente trovare una soluzione ai propri problemi.

Triestespresso

Il concorso non ha specificato alcuna location e ogni partecipante che desidera competere potrà selezionare come modello qualsiasi bar, ristorante e caffetteria esistente.

La sfida è rivolta agli studenti, architetti, designers, urbanisti, ingegneri, artisti e a chiunque sia interessato al design, con età superiore ai 18 anni

Il primo classificato riceverà un premio di 3000 euro. La medaglia d’argento vedrà una ricompensa di 2000 euro. Il terzo in classifica avrà invece 1000 euro.

Repa

Criteri di valutazione

La giuria valuterà i progetti sulla base dell’originalità del concept, della flessibilità, della gestione degli spazi, della qualità dei nuovi spazi di lavoro, dell’uso sensibile di materiali e colori e della rappresentazione grafica.

Iscrizione e costi

  • Registrazione Early (dal 20 marzo al 19 maggio) | 69 euro
  • Registrazione Standard (dal 19 maggio al 16 giugno) | 89 euro
  • Registrazione Late (dal 16 giugno al 14 luglio) | 109 euro

Elaborati richiesti per il concorso

  • 2 tavole formato A1
  • descrizione dell’idea progettuale (max 250 parole)

La giuria è composta da:

  • Fabrizio Vizzi, Rosan Bosch studio (Copenhagen)
  • Jesica B. Orizi, Maris Interiors (Londra)
  • Mark Adamson, Formative architects (Belfast)
  • Nadica Filipovic, Arr&d Interiors (Belgrado)
  • Giulio Ubini, Tuc studio (Milano)
  • Manon de Bont, MDB Architects (Berlino)
  • Matteo Pettinaroli, Needle (Milano)
  • Zofia Kasińska, Studio Zeta (Pszczyna)

Per registrarsi alla competizione basta cliccare qui.

CIMBALI M2
  • TME Cialdy Evo
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac