CIMBALI M2
giovedì 13 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Gruppo Brambati partner di Lavazza: Torino acquista tre grandi tostatrici di nuova generazione e impiantistica

Con l’acquisto di tre nuove tostatrici e dell’impiantistica relativa agli ampliamenti dell’impianto esistente, il colosso italiano del caffè sceglie di affidarsi all’azienda di Codevilla, attiva da oltre 75 anni nella progettazione, costruzione ed installazione di impianti completi per il caffè e l’industria alimentare

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

CODEVILLA (Pavia) – Un sodalizio iniziato nel 2014, con il test di una prima tostatrice del Gruppo Brambati da parte di uno dei leader globali di caffè al mondo e proseguito nel corso degli anni con numerose collaborazioni relative all’ammodernamento degli impianti di alcune sedi produttive del Gruppo Lavazza.  Oggi questa collaborazione trova un’importante conferma: Lavazza ha commissionato tre nuove tostatrici di ultima generazione a Brambati S.p.A., scegliendo di affidarsi alle soluzioni tecnologiche all’avanguardia dell’azienda dell’Oltrepo pavese e al suo know how nella realizzazione di impianti personalizzati per la lavorazione del caffè.

La storica azienda piemontese, che vanta oltre un secolo di eccellenza e che è divenuta il simbolo del caffè italiano nel mondo, ambasciatore del nostro stile di vita e dei valori del nostro paese, ha deciso di assegnare una commessa estremamente importante ad una company made in Italy per la fornitura di macchine tostatrici e per la relativa impiantistica.

Oltre alle tostatrici, infatti, la Brambati assisterà Lavazza nell’ampliamento dell’impianto esistente del caffè verde e di quello del caffè tostato; in particolare, per il caffè verde, l’ampliamento consiste nell’aumento della capacità di stoccaggio dell’impianto attuale, con aggiunta di linee di trasporto complete per una maggiore flessibilità.

Per il caffè tostato l’ampliamento prevede sistemi di dosaggio e controllo prodotto, con l’aggiunta di diversi tipi di trasporti pneumatici, meccanici e a dischi, oltre allo sviluppo della parte di stoccaggio.

E’ un grande successo commerciale per il Gruppo Brambati e un ulteriore riscontro positivo della sua filosofia produttiva e realizzativa che ha ottenuto grandi consensi nel mercato internazionale e che, in questo caso, avviene a coronamento di una collaborazione lunga già 7 anni, durante i quali l’autorevole azienda torinese, con oltre 125 anni di storia alle spalle, ha potuto testare l’affidabilità del Gruppo Brambati e la validità delle soluzioni progettuali proposte, con sistemi di automazione, servizi ed impianti “chiavi in mano”, che sviluppano tutte le fasi di lavorazione della materia prima precedenti il confezionamento.

Uno dei punti di forza del Gruppo Brambati è infatti proprio la possibilità di differenziare le sue proposte sulla base delle specifiche esigenze dei propri clienti, diretta conseguenza di una spiccata capacità di ascolto e di sviluppo di soluzioni ad hoc, unite ad un’assistenza eccellente e costante, h24, al servizio del cliente.

È proprio questo uno degli aspetti che evidenzia Fabrizio Brambati, amministratore delegato e Presidente del Gruppo:

“Abbiamo compiuto grandi passi avanti e un enorme sforzo, anche in tempi di pandemia, perché la nostra assistenza non venisse mai meno: i nostri clienti sono sempre stati serviti anche da remoto, abbiamo organizzato webinar a distanza per aziende in ogni parte del mondo, stiamo utilizzando il virtual commissioning in modo estensivo, per cui i nostri tecnici sono in grado di effettuare collaudi online e training agli operatori all’estero per garantire la continuità dei nostri elevati standard di qualità, aspetto fondamentale per un’azienda che produce oltre 30 tonnellate di caffè ogni ora, h24. Siamo molto soddisfatti che questo impegno sia stato riconosciuto da un’azienda significativa come Lavazza, che ha raggiunto l’eccellenza nota ai consumatori di tutto il mondo grazie all’utilizzo di materie prime di alta qualità e alla massima attenzione ai processi produttivi”.

Lavazza è infatti giustamente esigente sia in termini di standard qualitativi che di attenzione alla selezione dei fornitori secondo criteri di merito, affidabilità, competitività, rispetto dell’ambiente e impegno sociale

Il Gruppo Brambati è stato confermato dopo un’accurata fase di esame comprendente non solo prove e test sulle macchine, ma anche una valutazione della società da un punto di vista corporate, di affidabilità finanziaria, di welfare aziendale e di impatto sull’ambiente e sul territorio e in questo ambito i risultati ottenuti dal Gruppo Brambati, in collaborazione con importanti Istituti universitari italiani, sono molto significativi: dal risparmio energetico alla tollerabilità dei processi, con l’utilizzo dei più evoluti sistemi per l’abbattimento delle emissioni.

Con queste parole commenta Eleuterio Quagliarini, Chief Operations Officer del Gruppo Lavazza:

“L’alta tecnologia, l’affidabilità e l’attenzione all’impatto ambientale sono i valori che ci hanno portato a scegliere Brambati come partner per questo progetto di ampliamento dei nostri impianti di produzione. Lavazza ricerca l’eccellenza in ogni fase, dalla selezione del caffè fino alla tazzina: il processo produttivo, quindi, grazie all’introduzione di soluzioni tecnologiche sempre all’avanguardia, riveste un ruolo fondamentale per garantire l’ottima qualità di ciascuna delle oltre 30 miliardi di tazzine di caffè Lavazza che si bevono ogni anno nel mondo”.

Il logo Brambati
La Brambati Spa ha compiuto 75 anni nel 2020

 

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie