Home Aziende Gruppo Autogr...

Gruppo Autogrill, nel 2019 ricavi a 5 miliardi (+6,4%), utili netti a 237 milioni da 69 nel 2018

 Risultato netto escluso IFRS 16 a €237m (€69m nel 2018)  Il Consiglio di Amministrazione ha deciso di adottare un approccio prudenziale proponendo di non distribuire il dividendo  €60m di investimenti nel 2020 per il rinnovo dei punti vendita sulle autostrade italiane  Il Gruppo Autogrill ha adottato importanti misure per salvaguardare la salute e la sicurezza dei propri collaboratori e clienti, e coerentemente con i provvedimenti di volta in volta emanati, poter garantire l’operatività di un servizio essenziale per la collettività  Il Gruppo rimane impegnato a generare valore a lungo termine

Logo gruppo my Autogrill spokane arda
Il logo Autogrill

MILANO – Il Consiglio di Amministrazione di Autogrill S.p.A. (Milano: Agl Im) ha esaminato e approvato i risultati consolidati al 31 dicembre 2019, inclusivi della Dichiarazione Non Finanziaria consolidata 2019.

Gruppo Autogrill, Gianmario Tondato Da Ruos, Group Ceo, ha dichiarato:

“Nel 2019 abbiamo conseguito solidi risultati: abbiamo raggiunto tutti i nostri target – con ricavi, Ebidta underlying e Eps reported in linea con la guidance comunicata al mercato – registrando miglioramenti in tutti gli indicatori chiave. In merito al 2020, per quanto riguarda l’escalation dell’epidemia di Coronavirus in primo luogo abbiamo predisposto le misure necessarie per salvaguardare la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti.

In relazione alle conseguenti difficoltà a livello macro economico, abbiamo messo in atto una serie di iniziative specifiche per arginare l’impatto dell’epidemia su ricavi e redditività, tra le quali la gestione degli orari di apertura, l’ottimizzazione del lavoro nei punti vendita e un controllo dei costi generali e amministrativi.

Questa non è la prima volta che il nostro Gruppo si trova ad affrontare l’impatto generato da fattori esogeni sulla domanda del settore viaggi:

Sappiamo che viaggiare è fondamentale per la vita delle persone e crediamo che il settore si riprenderà non appena l’emergenza sarà terminata. Per questa ragione restiamo impegnati nella gestione del nostro business per creare valore nel lungo termine”.

I dati sui ricavi

Altri dati sul Gruppo Autogrill

– Crescita like-for-like dei ricavi: +3,1%, trainata dal canale aeroportuale
– Aperture e chiusure:
− nuove aperture in Nord America (aeroporti di New York LaGuardia, Dallas Fort Worth, Orlando, Denver, Charlotte e San Jose), Nord Europa (Olanda e Norvegia), Asia (Vietnam e India) e Medio Oriente (Emirati Arabi Uniti)
− le chiusure riflettono soprattutto la razionalizzazione della presenza del Gruppo attualmente in corso in Europa

– Acquisizioni e cessioni: contributo leggermente negativo. Le cessioni delle attività sul canale autostrada- le canadese e delle attività in Repubblica Ceca sono state solo parzialmente compensate dalle acquisizioni di Avila, Le CroBag e Pacific Gateway6

– Calendario: nel 2019 la crescita dei ricavi ha beneficiato di ricavi pari a circa €51m dovuti all’impatto della 53a settimana in Nord America
– Effetto cambio: impatto positivo per €132,6m, dovuto principalmente alla svalutazione dell’Euro rispetto al Dollaro statunitense.

Autogrill altri dati del Gruppo

– Canale aeroportuale: ricavi in crescita del 12,3% (+8,1% a cambi costanti), grazie al contributo di tutte le regioni
− crescita like-for-like dei ricavi: +4,6%, trainata soprattutto dal Nord America
− contributo netto positivo tra aperture e chiusure

− acquisizioni di Avila e Pacific Gateway negli Stati Uniti (€45,6m), in linea con la strategia di allocazione del capitale di Gruppo Autogrill

– Canale autostradale: ricavi in diminuzione del 4,2% (-5,5% a cambi costanti) per effetto della razionalizzazione della presenza e di un andamento più contenuto del traffico nel corso dell’esercizio

− performance like-for-like dei ricavi: +1,1%
− razionalizzazione della presenza, dovuta soprattutto alla cessione delle attività in Canada (-€59,7m) e all’uscita progressiva dal business di Tank & Rast in Germania (-€38,9m)

– Altri canali: ricavi in crescita dell’8,2% (+7,5% a cambi costanti)

Principalmente per effetto delle nuove aperture nel canale ferroviario in Olanda e dell’acquisizione di Le CroBag in Germania (€7,1m)
− performance like-for-like dei ricavi: +0,4%
− chiusure selettive nei canali non strategici
− cessione delle attività in Repubblica Ceca (-€4,5m)

Ebitda underlying3 : crescita dei margini trainata dall’Europa

– Ebtda underlying3

pari a €849,5m nel 2019 (EBITDA margin underlying: 17,0%)

– Ebitda underlying3

rettificato pari a €462,9m nel 2019, con un incremento dell’11,1% a cambi correnti

(+7,6% a cambi costanti) rispetto al 2018.

− Ebitda margin underlying rettificato pari al 9,3%, in crescita rispetto all’8,9% del 2018, traina-
to dalla forte crescita dei margini in Europa

– Ebitda pari a €960,6m nell’esercizio 2019 (EBITDA margin: 19,2%)
– Ebitda rettificato pari a €574,0m nel 2019 rispetto a €386,9m nel 2018 (+48,4% a cambi correnti e +43,4% a cambi costanti), con un’incidenza del 11,5% sui ricavi (8,2% nel 2018)
− l’Ebitda rettificato comprende:
– €127,6m di plusvalenze da cessioni al netto dei costi accessori (canale autostradale canadese e attività in Repubblica Ceca) per il 2019 (pari a zero nell’esercizio 2018)
– €9,6m di costi relativi ai piani di stock option (€1,5m nell’esercizio 2018)

– €5,9m relativi ad altri costi di efficientamento per il 2019 (€25,3m di costi legati al “patto intergenerazionale” in Italia nel 2018)

– €0,9m di costi spese sostenuti per le acquisizioni (€3,0 nel 2018)

Dati Ebitda

Ebit: Ebit underlying3

rettificato pari a €198,0m nel 2019, con un miglioramento dei margini pari allo 0,2% rispetto all’esercizio precedente
– Ebit underlying3

pari a €228,2m nell’esercizio 2019

− ammortamenti e svalutazioni a €621,2m, comprensivi di €356,3m per ammortamenti relativi a
contratti di leasing
– Ebit underlying3

rettificato pari a €198,0m nel 2019 (+10,1% a cambi correnti; +6,1% a cambi costanti)

rispetto a €179,8m nel 2018.
− ammortamenti e svalutazioni pari a €264,9m, in crescita del 11.8% (+8.7% a cambi costanti)

rispetto a €236,9m nel 2018 per effetto dei maggiori investimenti sostenuti nel corso degli ultimi anni

– Ebit pari a €336,6m nell’esercizio 2019

– Ebit rettificato pari a €306,3m nel 2019 rispetto a €150,0m nel 2018, per effetto delle plusvalenze derivanti dalla cessione delle attività nel canale autostradale canadese e delle attività in Repubblica Ceca già menzionate in precedenza.

Ancora dati sull’azienda

Oneri finanziari netti: costo medio del debito nel esercizio pari a 3,4%

– Oneri finanziari netti a €99,0m nel 2019, comprensivi di €72,1m di interessi impliciti relativi alle passività per leasing
– Oneri finanziari netti rettificati in calo da €29,1m del 2018 a €26,9m del 2019
− costo medio del debito: sostanzialmente stabile al 3,4% nel 2019

– Proventi da partecipazioni: €36,4m nel 2019 (pari a zero nel 2018), quota beneficia di parte della plusvalenza relativa alla cessione delle attività nel canale autostradale canadese

Imposte sul reddito rettificate: €56,3m nel 2019 (€34,5m nel 2018)

– Imposte sul reddito pari a €47,7m nell’esercizio 2019
– Le imposte sul reddito rettificate salgono a €56,3m nel 2019 rispetto a €34,5m nel 2018, principalmente per effetto della tassazione relativa alla cessione delle attività nel canale autostradale canadese, pari a
€29,6m

Risultato netto: risultato netto underlying3

rettificato pari a €116,6m nel 2019

– Risultato netto underlying3

pari a €85,0m nell’esercizio 2019

– Risultato netto underlying3

rettificato pari a €116,6m nel 2019 rispetto a €101,6m nel 2018

– Risultato netto pari a €205,2m nell’esercizio 2019
− utili di terzi pari a €21,1m

– Risultato netto rettificato pari a €236,8m nel 2019 rispetto a €68,7m nel 2018, per effetto delle plusvalen-
ze derivanti dalla cessione delle attività nel canale autostradale canadese e delle attività in Repubblica Ceca
− utili di terzi rettificati pari a €22,7mm (€17,8m nel 2018)
– Utile per azione (Eps) reported pari a €0,93

Posizione finanziaria netta: €558,6m al 31 dicembre 20197

– Posizione finanziaria netta complessiva pari a €2.947,9m al 31 dicembre 2019
– Posizione finanziaria netta pari a €558,6m al 31 dicembre 2019 rispetto a €671,1m al 31 dicembre 2018
– Escludendo l’impatto delle acquisizioni/cessioni in Nord America, Free Cash Flow pari a €57,4m (€33,4m nel 2018)

– €135,5m di contributo positivo generato dalle acquisizioni e cessioni (-€76,3m nell’esercizio 2018) principalmente relative alla cessione delle attività nel canale autostradale canadese e delle attività in Repubblica Ceca, solo in parte controbilanciate dall’uscita di cassa per l’acquisizione di Pacific Gateway

– Pagamento di dividendi, al netto dei contributi in conto capitale da parte di soci di minoranza, pari a €43,5m (€55,8m nel 2018)8

– Flusso monetario netto pari a €131,2m nel 2019: in forte crescita rispetto al 2018, principalmente riconducibile ai proventi delle cessioni completate nel 2019

autogrill
Flusso monetario

Portafoglio contratti Gruppo Autogrill: €2,8 miliardi5

Di nuovi contratti vinti e rinnovi in 16 paesi del mondo:

– Nuovi contratti vinti e rinnovi per circa €2,8 miliardi, con una durata media di circa 7 anni:

− nuovi contratti vinti: circa €1,0 miliardo
− rinnovi: circa €1,8 miliardi
− si ricorda che l’importo complessivo di €2,8 miliardi non include l’estensione, recentemente annunciata, del contratto con l’aeroporto di Las Vegas per ulteriori 7 anni, il cui valore è circa $1,5 miliardi

– Rinnovi di importanti contratti tra cui quelli relativi agli aeroporti di Salt Lake City, Nashville, Indianapolis, Calgary e Zurigo

– Nuovi contratti in location dove il Gruppo è già presente, tra cui quelli relativi agli aeroporti di Orlando, Dallas Fort Worth, Filadelfia e Seattle
– Nuovi contratti in nuove location, tra cui Langkawi in Malesia, Mumbai in India e Myrtle Beach in Nord America

– Alla fine del 2019, il valore complessivo del portafoglio è di circa €35 miliardi10, con una duration media di 6,6 anni
− il portafoglio riflette la cessione delle attività nel canale autostradale canadese avvenuta nel 2019, il cui valore era di circa €3,0 miliardi10 con una scadenza media di 35 anni

Ricavi, Ebitda ed Ebit per area geografica

Nord America
– Ricavi a $2.950,6m nel 2019, in aumento del 4,6% (+4,8% a cambi costanti) rispetto a $2.821,5m nel 2018

autogrill
Evoluzione dei ricavi

– Performance guidata dalla crescita like-for-like (+3,9%)

− crescita like-for-like nel canale aeroportuale del +4,5%, trainata dalla performance positiva del traffico nella regione, solo parzialmente controbilanciata da un andamento più contenuto del traffico nel canale autostradale statunitense

– Nuove aperture nette tra cui New York LaGuardia, Dallas Fort Worth, Orlando, Denver, Charlotte e San Jose

– Le acquisizioni di Avila, consolidata a decorrere dal mese di settembre 2018, e Pacific Gateway, con efficacia a partire da giugno 2019, hanno generato un contributo positivo complessivo di $51,0m

– La cessione delle attività del canale autostradale canadese, effettiva a partire da giugno 2019, ha avuto un impatto negativo sui ricavi di $66,8m
– Calendario e Valuta: principalmente relativo all’effetto calendario, positivo per $57,0m, in quanto l’esercizio 2019 ha avuto 53 settimane rispetto alle 52 settimane del 2018

gruppo autogrill
Ricavi per geografia