Home Notizie Fipe: niente ...

Fipe: niente sanzioni per chi rifiuta il pagamento elettronico, slitta la lotteria

sanzioni
Pos, qui un esempio di pagamento con l'uso dello smartphone

MILANO – Niente sanzioni per chi non accetta pagamenti elettronici. Come riferisce la Fipe in una nota, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge n. 157/2019 di conversione in legge, con modificazioni, del D.L. n.124/2019, c.d. “Decreto Fiscale”. La legge di conversione ha apportato diverse modifiche al testo originario del Decreto.

Esse riguardano da vicino anche gli esercenti e i gestori di bar e ristoranti. Tra le altre, si segnalano:

  • la soppressione delle sanzioni per mancata accettazione di pagamenti effettuati con carta di credito o di debito (dunque, sebbene l’obbligo di dotarsi del POS rimanga tutt’ora vigente, gli esercenti che non accetteranno il pagamento elettronico non subiranno l’irrogazione di alcuna sanzione);
  • lo slittamento dell’inizio della lotteria degli scontrini dal 1° gennaio 2020 al 1° luglio 2020 e, sempre in tema di lotteria, la soppressione della norma che introduceva una sanzione amministrativa per l’esercente che al momento dell’acquisto avesse rifiutato il codice fiscale del cliente. O non avesse trasmesso i dati della singola cessione o prestazione all’Agenzia delle Entrate. Per completezza è bene segnalare che, in luogo di detto trattamento sanzionatorio, è previsto che il contribuente possa segnalare l’eventuale rifiuto di cui sopra nella sezione dedicata del portale Lotteria del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Per approfondire potete leggere il dossier redatto dalla Federazione e il testo del Decreto Legge coordinato con le modifiche apportate dalla legge di conversione.