Home Cacao & Cioccolato Ferrero: fatt...

Ferrero: fatturato consolidato record a 10,7 miliardi (+2,1%), col cioccolato di Nutella e Kinder

Ice Cream Factory Comaker ferrero
Un'immagine della sede Ferrero di Alba

MILANO – Ancora risultati da record per il gruppo Ferrero. La multinazionale dolciaria ha chiuso l’esercizio al 31 agosto 2018 con un fatturato in crescita del 2,1%, a 10,7 miliardi di euro. Lo annuncia una nota diffusa dopo l’approvazione del bilancio consolidato da parte della capogruppo Ferrero International S.A., società capogruppo del Gruppo Ferrero con sede in Lussemburgo, di cui Giovanni Ferrero è presidente esecutivo e Lapo Civiletti ceo.

Alla fine di agosto, segnala la nota, il gruppo era costituito da 94 società consolidate a livello mondiale e 25 stabilimenti produttivi. Durante l’esercizio, le vendite di prodotti finiti sono aumentate del 3,5% (6,8% a tassi costanti). I mercati trainanti? Germania, Francia, Italia, Polonia, Regno Unito e Usa.

I prodotti più gettonati? Quelli di sempre, a cominciare da Nutella, Ferrero Rocher, Kinder Joy, Kinder Bueno e Kinder Cioccolato. I prodotti del Gruppo Ferrero sono presenti direttamente, o tramite distributori autorizzati, in oltre 170 paesi.

FOODNESS
CARTE DOZIO

Investimenti per oltre 670 milioni

Il Gruppo, si legge ancora nel documento, “nonostante le incertezze globali, le sfide e i trend del settore industriale, è stato in grado di consolidare e confermare la propria performance durante il 2017/2018 e ha continuato a sostenere gli investimenti nei suoi marchi iconici, mantenendo un alto livello di reddito operativo e rafforzando contestualmente le attività interne di r&d“.

In particolare, prosegue la nota, “ha sostenuto la propria strategia di sviluppo tecnologico attraverso l’espansione della propria capacità produttiva, con investimenti totali di 673 mln di euro, la parte più significativa dei quali è stata focalizzata su immobili, impianti e macchinari (596 mln di euro) principalmente in Italia, Germania, Canada, Polonia, e Belgio. Continuano, inoltre, gli investimenti in Lussemburgo, dove è in corso la costruzione di un nuovo edificio che fungerà da headquarter“.

Acquisiti i marchi Usa del cioccolato di Nestlé

Il Gruppo ha inoltre acquisito nel 2018 il business dei dolci di Nestlé negli Usa. Alcuni brand iconici americani – quali Butterfinger, BabyRuth, 100Grand, Raisinets e il diritto esclusivo per il brand Crunch per il mercato statunitense – sono diventanti così parte integrante del portafoglio prodotti Ferrero. L’acquisizione ha incluso anche tre stabilimenti in Illinois.