Home Bar Caffetteria Il barman dei...

Il barman dei Guinness pronto a conquistare il settimo record. Il 20 Ettore Diana farà il caffè con la caffettiera più grande del mondo

Ettore Diana
Ettore Diana

VERONA – Riposarsi sugli allori non fa per Ettore Diana, che dopo aver «firmato» il sesto Guinness dei primati in settembre con lo spritz più grande del mondo (aveva già all’attivo il cocktail, il tè, il cappuccino, la tisana e il caffè) ed essere diventato il miglior barman del pianeta in ottobre, vincendo il titolo ai Campionati mondiali di Pechino, ora si rimette in pista.

Sabato 20 tenterà di aggiudicarsi il settimo Guinness, questa volta facendo un caffè gigantesco con la moka più grande del mondo.

A cimentarsi con lui nell’impresa saranno anche i due artigiani friulani che hanno realizzato la mokona dopo 400 ore di lavoro: Santo Toffoli e Pietro Zanelli, grandi appassionati di caffè.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

Nella macchinona in acciaio inox, alta 102 centimetri, con una caldaia di 49 litri, saranno versati 40 litri d’acqua e tre chili e mezzo di caffè macinato.

Sotto sarà acceso un fuoco da campeggio e poi bisognerà attendere il tradizionale fischio, che in questo caso, data la mole, sarà più simile a un fischio da treno che da moka.

Basti pensare che i fori del filtro della «macchinetta» sono la bellezza di 12.124. Uno speciale congegno, costruito per l’occasione, permetterà poi di inclinare la moka per servire il caffè a chiunque desidererà assaggiarlo.

«Per portare ad ebollizione l’acqua abbiamo calcolato che serviranno 40 minuti», spiega con entusiasmo Ettore Diana, sottolineando come anche questo Guinness sarà trasformato in uno spettacolo a sfondo benefico.

«Tenteremo di aggiudicarci il record nel bocciodromo di San Giovanni Lupatoto. Perché qui nascerà il nuovo centro diurno della cooperativa sociale “La Ginestra”. Che ospiterà trenta persone».

Gli eventi collaterali

Nel giorno del Guinness, alle 10 il sindaco Federico Vantini con l’ex sindaco Fabrizio Zerman, e l’aiuto di tre ragazzi della “Ginestra” poseranno la prima pietra dell’edificio. Saranno presenti anche dirigenti dell’Ulss e industriali vicini alla onlus.

Poi alle 10.30 si comincerà con il Guinness a sfondo benefico.

«Una gara di solidarietà a 360 gradi, visto che sono «entrati in campo» anche l’azienda di torrerefazione Chicco d’Oro che ha fornito gratuitamente il caffè. La Becks, come pure Ricola e Top Moka. Tutti insieme per aiutare la onlus.

«Chi assaggerà il nostro caffè potrà fare un’offerta libera per il centro diurno. Ma chi farà offerte superiori ai 15 euro riceverà in cambio tante cose. Una moka, un pacco di caffè, due birra e due barattoli di tisana», spiega Diana. Invitando tutti a partecipare all’evento che sarà accompagnato dalla musica e dalla voce di Jona che farà pianobar gratuitamente durante tutta la giornata.

Felice dell’iniziativa Amabile Dal Sasso, presidente della cooperativa sociale La Ginestra onlus: «L’idea del Guinness a scopo benefico è molto bella. Diana è una persona speciale, generosa, speriamo che sia una bella festa per tutti».

Mille le tazze che saranno servite. «Speriamo che tanti abbiano voglia di bere un buon caffè», si augura Diana. Che ricorda come con lo spritz più grande del mondo realizzato a Isola della Scala fosse riuscito a mettere insieme, grazie alla generosità delle persone arrivate, tremila euro per la Casa del Cedro. Che è un centro assistenziale per anziani e disabili del paese che ospita la Scintilla e la Piccola Fraternità.

A Vinitaly il cocktail del mondole

«Ora speriamo di battere anche quel record». Diana sarà presente pure al Vinitaly, al padiglione numero sette, nello stand della Mavi Drink, dove preparerà il cocktail con cui ha vinto il Mondiale e altri due cocktail inediti.

 

Fonte: L’Arena