CIMBALI M2
mercoledì 17 Luglio 2024
  • CIMBALI M2

Al via gli Ernesto Illy Colloquia per la sostenibilità della filiera, 27-29 settembre

Furio Suggi Liverani, direttore della Fondazione Ernesto Illy: "Con questo evento, la Fondazione intende ricordare e onorare l'eredità spirituale di Ernesto Illy, dando il proprio sostegno a idee e prassi pionieristiche in tema di sostenibilità. La Fondazione è sempre stata riconosciuta nel panorama scientifico di Trieste anche in virtù della collaborazione con istituti privati e pubblici, fra cui Twas. Lo scopo dei Colloquia è creare una rete di collaborazioni scientifiche per sostenere ricerche multidisciplinari sul futuro delle coltivazioni del caffè e delle pratiche agricole rigenerative, mitigare gli effetti del cambiamento climatico e promuovere uno sviluppo sostenibile in ambito economico, sociale e ambientale"

Da leggere

TME Cialdy Evo
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

TRIESTE – L’Accademia mondiale delle scienze per il progresso scientifico nei paesi in via di sviluppo (Unesco-Twas) e la Fondazione Ernesto Illy organizzano dal 27 al 29 settembre a Trieste presso il Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam la prima edizione degli Ernesto Illy Colloquia con l’obiettivo di individuare soluzioni scientifiche e innovative per la coltivazione del caffè del futuro.

Primo di una serie e primo nel suo genere, l’evento intitolato Ernesto Illy Colloquia: le sfide della sostenibilità nelle coltivazioni di caffè di tutto il mondo vedrà protagonisti scienziati di livello internazionale, economisti e giovani ricercatori esperti di 4iliera caffeicola e sostenibilità provenienti da circa trenta paesi.

Ernesto Illy Colloquia

L’obiettivo è fare rete per sviluppare collaborazioni scientifiche, individuare 4inanziamenti per la ricerca, adottare procedure efficaci e condividere pratiche utili ai produttori mondiali di caffè per fronteggiare il cambiamento climatico e avviare o espandere una produzione globale sostenibile. Obiettivo tanto più necessario in quanto il caffè è una materia prima di rilievo e, pertanto, gioca un ruolo importante nell’economia mondiale— soprattutto nel sud del mondo, dove si coltiva la quasi totalità del caffè prodotto a livello globale.

Il programma prevede la partecipazione di 11 relatori tra i quali:

• Andrea Illy, presidente di illycaffè, Co-fondatore della Fondazione Ernesto Illy, Co-presidente della Regenerative Society Foundation (in presenza)

• Rattan Lal, membro della Twas dal 1991, pedologo e direttore del Carbon Management and Sequestration Center della Ohio State University, Stati Uniti (da remoto)

• Jeffrey Sachs, esperto di sostenibilità di fama mondiale e direttore del Center for Sustainable Development della Columbia University, Stati Uniti (da remoto)

• Vittorio Venturi, coordinatore scientifico del Centro internazionale di ingegneria genetica e biotecnologie di Trieste (da remoto).

Il futuro del settore

Tutti i partecipanti in presenza saranno addetti ai lavori: tra loro, 25 scienziati che fanno ricerca sul caffè, accuratamente selezionati dall’Unesco-Twas, e 23 studenti del master universitario in Economia e scienza del caffè – Ernesto Illy.

Il primo giorno sarà dedicato a un’analisi della situazione delle coltivazioni di caffè e delle relative questioni sociali, economiche e ambientali. Il secondo giorno si focalizzerà su possibili soluzioni tecnologiche e strumenti all’avanguardia per la produzione. Il terzo giorno, i partecipanti saranno suddivisi in gruppi e coinvolti in varie attività con l’obiettivo di immaginare e forgiare il futuro del settore.

“Con questo evento, la Fondazione intende ricordare e onorare l’eredità spirituale di Ernesto Illy, dando il proprio sostegno a idee e prassi pionieristiche in tema di sostenibilità”, ha affermato Furio Suggi Liverani, direttore della Fondazione Ernesto Illy.

“La Fondazione è sempre stata riconosciuta nel panorama scientifico di Trieste anche in virtù della collaborazione con istituti privati e pubblici, fra cui Twas. Lo scopo dei Colloquia è creare una rete di collaborazioni scientifiche per sostenere ricerche multidisciplinari sul futuro delle coltivazioni del caffè e delle pratiche agricole rigenerative, mitigare gli effetti del cambiamento climatico e promuovere uno sviluppo sostenibile in ambito economico, sociale e ambientale”.

Il business del caffè

Nelle parole di Romain Murenzi, direttore esecutivo dell’Unesco-Twas, “L’evento rappresenta una magnifica opportunità non solamente per il business del caffè, ma per tutti i paesi produttori nel sud del mondo. Siamo entusiasti di questa collaborazione con la Fondazione Ernesto Illy, e siamo convinti che gli approfondimenti e i contatti che scaturiranno dai Colloquia daranno un grande impulso al nostro obiettivo di sostenere una produzione sostenibile del caffè nonché una crescita economica nei paesi in via di sviluppo”.

I Colloquia si terranno in presenza, nella Budinich Lecture Hall del Centro Internazionale di Fisica teorica Abdus Salam (ICTP) di Trieste, e saranno accessibili anche online per la partecipazione da remoto. A seguire il contenuto sarà reso interamente disponibile sul canale Youtube di TWAS.

La partecipazione è su invito e aperta alla stampa tramite questo link.

Il programma completo può essere scaricato qui.

La scheda sintetica della Fondazione Ernesto Illy

La Fondazione Ernesto Illy è una corporate foundation voluta dalla famiglia Illy e costituita nel 2008. Espressione della famiglia imprenditoriale, svolge attività filantropica a integrazione del modello di business sostenibile dell’azienda fondatrice.

La Fondazione, infatti, contribuisce al progresso della società, condividendo conoscenza in materia di economia rigenerativa e impresa sostenibile con le comunità scientifiche e imprenditoriali nazionali ed internazionali.

Grazie alla sua rete di partner pubblici e privati – tra i quali l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (Unido), e l’Organizzazione internazionale del caffe (Ico), inter alia – la Fondazione sostiene progetti globali in ambito scientifico, educativo/formativo e culturale/creativo che danno impulso ai 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs).

Alcuni di questi progetti sono il master in Economia e scienza del caffè – Ernesto Illy, Virtuous Agriculture e Casa de la Alegría, nonché il World Happiness Report.

La scheda sintetica dell’Unesco-Twas

L’Accademia Mondiale delle Scienze per il progresso scienti4ico nei paesi in via di sviluppo (Unesco-Twas) promuove la prosperità sostenibile nel sud del mondo, sostenendo e incentivando l’eccellenza scienti4ica in diversi modi: 4inanziando progetti di ricerca, offrendo istruzione e formazione, promuovendo la politica della scienza e contribuendo a diffondere l’importanza della diplomazia scientifica.

L’Accademia è stata fondata a Trieste, in Italia, nel 1983, da un gruppo di illustri scienziati originari dei paesi in via di sviluppo, ispirati e guidati da Abdul Salam, 4isico pakistano e vincitore del Premio Nobel. Oggi l’Unesco-Twas conta 1.296 membri, provenienti da più di 100 paesi. Undici di questi scienziati sono Premi Nobel.

L’Unesco-Twas riceve cospicui finanziamenti dal governo italiano e dall’Agenzia svedese per la cooperazione allo sviluppo internazionale (Sida). L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (Unesco) amministra i fondi e il personale dell’Accademia.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

  • Water and more
  • Carte Dozio