sabato 02 Marzo 2024
  • CIMBALI M2
  • Triestespresso

Domori: concluso il contest fotografico promosso dall’azienda

Janluca de Waijer, amministratore delegato Domori: “Uno degli aspetti più interessanti di interminati_spazi è il viaggio che le immagini fanno: da un ambiente digitale/social alla mostra finale. Per il secondo anno consecutivo la mostra viene allestita nella Sala San José del Domori Store. Questo è il modo in cui vogliamo fare conoscere e crescere gli spazi dello Store, che sono stati concepiti proprio come polifunzionali, per accogliere eventi, attività culturali, educative, degustazioni. Domori e la Fotografia è una bellissima iniziativa ed è importante che approdi qui: il nostro store è un luogo di condivisione e di conoscenza”

Da leggere

Dalla Corte
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

NONE (Torino) – (Pre)Visioni. Spunti per il possibile è il titolo dell’edizione 2023 del progetto interminati_spazi, che anche quest’anno ha coinvolto via instagram centinaia di partecipanti fotografi da tutta Italia. Promosso da Domori, azienda produttrice di cioccolato top premium con sede a None e parte del Polo del Gusto, nell’ambito di Domori e la Fotografia, l’iniziativa permanente a sostegno e valorizzazione dell’Arte Fotografica, interminati_spazi 2023 si conclude a Torino con l’annuncio dei vincitori di questa edizione e l’inaugurazione della mostra finale, curata da Maurizio Galimberti, direttore artistico del Progetto.

L’esibizione, allestita presso la Sala San Josè del Domori Store in Piazza San Carlo a Torino, sarà aperta ai visitatori dal 2 al 15 dicembre, tutti i giorni dalle 14.00 alle
17.00 (ingresso libero). All’evento conclusivo intervengono Riccardo Illy, Presidente del Polo del Gusto, Janluca de Waijer, amministratore delegato Domori, Maurizio Galimberti, Direttore Artistico del Progetto, Carmine Festa, Direttore Corriere della Sera Torino.

Triestespresso

interminati_spazi 2023: le fasi finali del contest promosso da Domori

Maurizio Galimberti ha curato la selezione dei quaranta migliori lavori da oggi in esposizione, individuando altresì 10 fotografi finalisti, tra i quali sono stati selezionati i tre vincitori delle menzioni speciali: Marianna Cacciola Vasiliu per la menzione speciale Corriere della Sera Torino, Stefano Corsini per la menzione speciale Domori,

Dario Piovera per la menzione speciale Maurizio Galimberti. In premio, una giornata di formazione dedicata alla fotografia, a cura dello stesso Galimberti.

Repa

Le tre menzioni speciali

Carmine Festa, menzione Corriere della Sera Torino a Marianna Cacciola Vasiliu per lo scatto Portal: La foto trasmette un legame di continuità tra materia e natura, in una qualificata e gradevole armonia.

Janluca de Waijer, menzione Domori a Stefano Corsini per lo scatto Imperator: L’immagine di Corsini si distingue per l’accuratezza con cui interpreta il tema di quest’anno. Lo scatto mette al centro di ogni pre-visione la relazione cuore-cervello, che qui sembra esprimere un doppio valore sia di opposizione che di comunione.

stefano corsini
Lo scatto Imperator di Stefano Corsini (immagine concessa)

Un’interpretazione efficace e visionaria di una condizione profondamente umana: in uno stato di incertezza, fare pre-visioni alimenta una tensione tra ragione e sentimento; eppure, proprio Il dissidio interiore tra mente ed emozioni può trasformarsi a sua volta in unione. Lo spunto per il possibile nasce da una sorta di abbraccio tra la mente e il cuore.,

Maurizio Galimberti menzione a Dario Piovera per la foto Una traversata difficile: una commovente immagine di traversata, dal sapiente uso del bianco e nero, che evoca la magia del bianco e nero di Robert Frank. Un’immagine di leggerezza, “calvinisita” in senso letterario – sembra ispirata dalle pagine di Italo Calvino.

domori
Dario Piovera e la foto Una traversata difficile (immagine concessa)

In questo scatto ritrovo la sintesi di tutte le immagini del mondo. Questo leggero divagare esprime fragilità e, al tempo stesso, la forza di un pathos intimo. È un’immagine capace di connetterci al nostro mondo interiore: la guardo e penso a mia madre Eleonora che fluttua nel mio cuore …Grazie Dario.

Commenta Maurizio Galimberti, direttore artistico di interminati_spazi: “Dopo quattro edizioni, posso dire che inteminati_spazi è ormai una comunità, che di anno in anno si ritrova, e rinnova lo spirito originale con cui è nata questa iniziativa: la fotografia è partecipazione, è condivisione di storie, emozioni e visioni uniche. Grazie quindi ai tantissimi partecipanti di quest’anno, sempre più numerosi: questo è un contest pieno di qualità, di ispirazione e di talento. Una grande festa della fotografia: il tema di quest’anno, (Pre)Visioni, voleva proprio celebrare lo strumento per eccellenza di questo mestiere, lo sguardo del fotografo, che trasforma l’ordinario in straordinario”.

Commenta Janluca de Waijer, amministratore delegato Domori: “Uno degli aspetti più interessanti di interminati_spazi è il viaggio che le immagini fanno: da un ambiente digitale/social alla mostra finale. Per il secondo anno consecutivo la mostra viene allestita nella Sala San José del Domori Store. Questo è il modo in cui vogliamo fare conoscere e crescere gli spazi dello Store, che sono stati concepiti proprio come polifunzionali, per accogliere eventi, attività culturali, educative, degustazioni. Domori e la Fotografia è una bellissima iniziativa ed è importante che approdi qui: il nostro store è un luogo di condivisione e di conoscenza”.

Commenta Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto: “Domori e la fotografia nasce nel 2019 con l’obiettivo di creare un legame permanente e proficuo tra i valori dell’Azienda – primo tra tutti quello della qualità assoluta – e una forma d’arte che più di altre è in grado di unire, di raccontare senza mediazioni. Grazie a Maurizio Galimberti, che di interminati_spazi è non solo guida artistica, ma partecipante generoso, che interagisce con energia e competenza con i tantissimi partecipanti”.

Riccardo Illy: “Per Domori, e per tutte le Aziende della famiglia del Polo del Gusto, il significato della ricerca della qualità assoluta si esprime non solo in prodotti eccellenti; si riflette anche nella qualità della comunicazione e in una relazione con la realtà circostante che sia attenta, partecipe, responsabile, pronta ad aprirsi, con grande curiosità, a forme diverse di partecipazione e appartenenza, come avviene per Domori e la fotografia”.

CIMBALI M2
  • TME Cialdy Evo
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

  • Water and more
  • IMF
Carte Dozio
Mumac