venerdì 24 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Scocchia, illycaffè resta in Italia: “120 mln investiti nella fabbrica di Trieste, con nuove assunzioni”

Il ceo: "Abbiamo registrato un aumento dei ricavi del 14% a 568 milioni, crescendo in tutte le geografie e in tutti i canali dove operiamo, dai nostri monomarca, ai bar e i ristoranti dove distribuiamo i nostri prodotti e perfino alla grande distribuzione. Negli Usa, che è un mercato strategico e il secondo per importanza dopo l’Italia, abbiamo registrato un aumento dei ricavi del 27%, in Cina del 15%, in Europa tra il 18 e il 20% a seconda dei Paesi, infine a livello domestico abbiamo consolidato la nostra quota di mercato crescendo dell’8%".

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO — Cristina Scocchia, amministratore delegato di illycaffè ormai da un anno, torna a parlare all’inizio del 2023 sempre ponendosi come portavoce per l’impresa della famiglia triestina. Alle spalle un 2022 da record che, insieme al private equity Usa Rhone Capital, guarda in prospettiva verso un investimento di 120 milioni proprio sullo stabilimento di Trieste.

Scocchia ha parlato delle strategie da mettere in atto nel prossimo futuro, in un’intervista concessa a Repubblica, firmata da Sara Bennewitz, che potete trovare nell’edizione cartacea del 31 gennaio 2023 e a questo questo link.

Scocchia: illycaffè punta sul made in Italy triestino

Il rincaro non ha comunque frenato la torrefazione triestina nella sua volontà di svilupparsi ancora legata al suo territorio natio. Così conferma Scocchia, che ha parlato di un piano quinquennale ormai approvato a chiusura del 2022, con uno stanziamento di 270 milioni da suddividere entro il 2026 Su omnicanalità, produzione.

Così ha dichiarato a Repubblica: “Dopo un 2022 migliore delle attese, abbiamo deciso di investire 120 milioni sull’ampliamento della nostra fabbrica di caffè. Abbiamo valutato l’opportunità di diversificare la tostatura e la produzione altrove, ma abbiamo deciso che siamo orgogliosamente italiani e, vogliamo continuare a investire su Trieste e sulle sue persone, che sono quelle che hanno fatto grande Illycaffè nel mondo”.

Chiarisce da subito l’amministratore delegato, che ad una crescita aziendale corrisponderà un aumento di nuove assunzioni che però dovrà considerare le spese da affrontare con la crescita delle spese da sostenere.

E per dare qualche numero relativo al bilancio appena chiuso e a quello da costruire per il 2023, ha dichiarato a Repubblica:

“Abbiamo registrato un aumento dei ricavi del 14% a 568 milioni, crescendo in tutte le geografie e in tutti i canali dove operiamo, dai nostri monomarca, ai bar e i ristoranti dove distribuiamo i nostri prodotti e perfino alla grande distribuzione. Negli Usa, che è un mercato strategico e il secondo per importanza dopo l’Italia, abbiamo registrato un aumento dei ricavi del 27%, in Cina del 15%, in Europa tra il 18 e il 20% a seconda dei Paesi, infine a livello domestico abbiamo consolidato la nostra quota di mercato crescendo dell’8%”.

Nonostante lo sguardo sempre rivolto all’estero, Cristina Scocchia ha sottolineato come l’Italia resti il punto focale di illycaffè, non solo per il legame alle proprie origini, ma anche perché continua a rappresentare un mercato interessante, che corrisponde ancora ad un terzo del fatturato aziendale.

Ovviamente il caffè resta un simbolo del made in Italy anche fuori dai confini nazionali e per illycaffè si traduce in due terzi del giro d’affari.

Continua Scocchia su Repubblica: “E proprio perché la tradizione del nostro caffè parte da qui e da Trieste abbiamo deciso di fare un grosso investimento per supportare la nostra crescita futura, come previsto dal piano industriale 20222026, che quest’anno andiamo a implementare”.

E per quanto riguarda il tema caldo della quotazione in Borsa, Scocchia lascia a Repubblica una conferma: gli azionisti ancora sono decisi a quotare l’azienda entro il 2026, anche se le tempistiche e le modalità non sono state ancora stabilite nel dettaglio. Ma la strada sembra esser tracciata in quella direzione.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio