Home Notizie Fiere e Manifestazioni Costadoro rie...

Costadoro riepiloga il Festival del giornalismo alimentare: presenti 1.200 giornalisti

festival del giornalismo alimentare
Al Festival del giornalismo alimentare, il caffè è Costadoro

TORINO – Si è da poco conclusa la quinta edizione del Festival del giornalismo alimentare di Torino svoltasi dal 20 al 22 febbraio 2020 presso il Centro Congressi Lingotto e anche quest’anno Costadoro è stata presente con entusiasmo tra gli sponsor dell’iniziativa.

Festival del giornalismo alimentare: nelle due postazioni Costadoro allestite per l’occasionedurante i 3 giorni sono stati serviti gratuitamente a tutti i partecipanti:

– 5 kg di Miscela Costadoro Espresso per un totale di circa 630 caffè in espresso;
– 9 kg di Miscela biologica e certificata Fairtrade Costadoro RespecTo per un totale di circa 1.130 caffè in espresso;
– 6 kg di Costadoro Specialty Coffee per un totale di circa 50 litri di caffè filtro preparato con molteplici sistemi di estrazione;
– 8 kg di Costadoro Specialty Coffee Kenya Ndaroini preparati in espresso “Naked”;

Costadoro è stata inoltre promotrice di 2 dei 21 laboratori concepiti per questa edizione della manifestazione

Proponendo una Coffee Class tenuta da Fabio Verona (Responsabile Qualità e Formazione Costadoro). Finalizzata a fornire gli strumenti di valutazione i parametri corretti per individuare le caratteristiche di un buon espresso e affrontando temi importanti come le differenze botaniche e i relativi difetti e presentando la ruota degli aromi Sca.

La firma Costadoro

Ai partecipanti (che hanno mantenuto un’affluenza di circa 18 presenze per ogni laboratorio) sono inoltre stati proposti assaggi organolettici di 4-5 caffè differenti con valutazione su scheda apposita. Sono state infine illustrate le corrette modalità di preparazione di un espresso.

Al Festival del giornalismo alimentare, partecipazione anche di Umberto Trombetta (Strategic Planner Costadoro)

Il panel Costadoro

Presente al Panel del 20 febbraio “Comunicare Scienza, Ricerca e Sostenibilità: come comunicare ai consumatori le buone pratiche nella filiera food”, dove il suo intervento si è concentrato sull’importanza di creare un consumatore consapevole per le aziende di eccellenza.

Il consumatore consapevole infatti, riconosce la qualità (dei prodotti e dei processi) e la premia scegliendola. Questo permette alle aziende virtuose di continuare a investire in qualità e porta benefici a tutti gli stakeholder, dai produttori nei paesi di origine fino ai consumatori finali. Inoltre sono state portate come esempio varie iniziative di successo intraprese da Costadoro negli ultimi anni in termini di Controllo Qualità (Scienza), Formazione (Ricerca) e Sostenibilità.

Durante i tre giorni della manifestazione sono stati accreditati oltre 1.200 giornalisti.