martedì 09 Agosto 2022

COSTA COFFEE – Offensiva in Russia con nuovi accordi di sub-franchising

Coffee shop a Mosca: un business da 2 miliardi di dollari

Da leggere

MILANO – A sei anni dalla prima apertura a Mosca, Costa Coffee punta a espandere la sua presenza sul mercato russo. A questo scopo, Whitbread ha autorizzato il partner russo Rosinter a stipulare accordi di sub-franchising con nuovi affiliati locali in tutto il paese. Ai sub-franchisees verrà richiesto un investimento iniziale tra i 5 ei 13 milioni di rubli (95-250 mila euro) per ogni locale. Dovranno essere aperte almeno 3 caffetterie in vari tipi di format.
Costa conta attualmente una trentina di locali in Russia, di cui 22 nella capitale. Il valore del mercato dei coffee shop a Mosca e regione è stimato in 2 miliardi di dollari. Una recente indagine di mercato indica che le caffetterie sono la quarta tipologia di pubblico esercizio più frequentata. Tra i massimi competitor di mercato spicca Shokoladnitsa (420 locali), che ha completato a inizio ottobre l’acquisizione del principale suo concorrente Coffee House (226) riaffermando il suo primato indiscusso in terra russa. Starbucks segue a distanza con 82 caffetterie. Shokoladnitsa è controllata dal magnate russo Alexander Kolobov e dal produttore israeliano di cioccolato Max Brenner (Strauss Group).
Nell’ultima trimestrale, Whitbread ha registrato un incremento delle vendite a parità di perimetro del 7%. Costa e la catena di hotel economici Premier Inn sono stati ancora una volta gli asset trainanti.

Ultime Notizie