Home Notizie fieramilano Con Host le s...

Con Host le soluzioni Smart Label rinnovano in modo originale l’offerta dei bar

smart label
Sempre più innovativa l'offerta dei bar (foto: Krys Alex @unsplash)

MILANO – Tra le aziende che hanno ottenuto la Smart Label con la Special Mention di Iginio Massari ci sono alcune soluzioni che rendono più agile e attraente l’offerta al bar. Come i Kukki cocktail della azienda tedesca Kukki. Che ha una sua idea di innovazione, come spiega Sophie Glaser, Head of Events di Kukki, in un’intervista al notiziario di HostMilano, che riporta anche voci e opinioni di altri importanti player di mercato.

“Crediamo che la vera innovazione debba creare qualcosa che non è stato mai visto o pensato prima” sostiene Glaser “qualcosa che è stata inventata per la prima volta. Con quasi 3000 brevetti in tutto il mondo siamo orgogliosi di presentare un’innovazione nel mondo dei cocktail che sta rivoluzionando l’industria del beverage”.

Kukki Cocktails è nata come alternativa alle bevande pre-mix, è priva di conservanti o coloranti e all’interno della bottiglia include anche frutta fresca. Con una gradazione alcolica del 10,3%, consiste in una gamma di sette cocktail classici, vegani e senza glutine.

Tutti i cocktail vengono imbottigliati nella fabbrica di Berlino, possono essere congelati per un massimo di 18 mesi. E una volta scongelati forniscono un cocktail fresco con i cubetti di ghiaccio ancora dentro. Il ‘toaster’ Kukki è un dispositivo che scongela i cocktail in pochi secondi: il liquido rimane freddo mentre i cubetti di ghiaccio rimangono congelati.

Tea Quiero è per gli amanti del tè biologico

Smart Label anche per l’approccio al tè di Tea Quiero, spiegato così dal managing director Arnout Verbeek: “l’innovazione è la nostra guida quotidiana per superare le aspettative dei clienti. Ogni cliente vuole avere un momento rilassante e speciale. Abbiamo selezionato solo le migliori foglie di biologico dello Sri Lanka da cui creiamo le nostre miscele di tè. E le inseriamo nella nostra confezione sostenibile premiata con RedDot. Crediamo che il tè debba essere un’esperienza”.

Innovare nel solco di una tradizione centenaria

Innovazione è possibile anche in una azienda storica che continua a guardare avanti. Come nel caso di Simplé Aloe di Fabbri 1905, anch’essa premiata con la Smart Label. Perché “lo slancio innovativo, unito a un forte radicamento alla qualità e al territorio, è stato la ‘stella polare’ che ha guidato le scelte aziendali, contribuendo ad aprire nuovi mercati” come spiega Carlotta Fabbri, Direttore Commerciale Italia della business unit gelateria e pasticceria del Gruppo Fabbri.

Ma come è cambiato il concetto di innovazione dal 1905?

“Oggi innovare significa guardare con curiosità al mercato senza dare nulla per scontato, avere la sensibilità di ascoltare, anticipando le esigenze del consumatore, senza però perdere la propria identità. Dare un alto servizio a favore del professionista senza compromettere la qualità. Innovare significa infine cercare di migliorarsi costantemente, puntando sulla ricerca, la tecnologia delle materie prime, la qualità e soprattutto sul talento delle persone”.

Simplé si inserisce in questa logica perché “già nel nome riassume la semplicità e versatilità della linea creata per preparare un perfetto gelato artigianale – ma anche una granita, uno smoothie, un milkshake o un soft-ice gourmet – in dieci minuti”.

Simplé Aloe coniuga questi valori con il benessere, “un aspetto sempre più ricercato dal consumatore. Usata per le sue proprietà antinfiammatorie, depurative e idratanti, l’aloe pura ha un’efficacia confermata da diverse ricerche scientifiche”. È infatti gluten free e vegan OK se preparato con acqua o bevande vegetali.