Home Allarme Fao: ...

Allarme Fao: alti consumi e produzione di tè sotto minaccia del clima

La crescita prevista è del 2% ogni anno per i prossimi 9, una cifra che può sembrare irrisoria ma che significa 4,4 milioni di tonnellate prodotte complessivamente. Attenzione però al cambiamento climatico

tè frizzante
La classica tazza di tè lascia il posto a bevande sempre più complesse e strutturate

MILANO – La produzione e i consumi di tè globali sono aumentati incredibilmente. Complice la continua crescita di domanda che arriva da Cina e India. Eppure, questi numeri stellari potrebbero subire un arresto. Questo a causa del clima che potrebbe cambiare, determinando in maniera negativa questo andamento.  I due giganti asiatici stanno trainando il settore, facendo registrare percentuali positive da anni. Eppure gli esperti sono preoccupati per il cambiamento climatico, che potrebbe mettere in seria difficoltà la produzione. A sostenere questo scenario è la Fao, che ha messo i governi delle economie emergenti in allerta.

Fao lancia l’allarme. Tè, clima e economie emergenti

La crescita prevista è del 2% ogni anno per i prossimi 9, una cifra che può sembrare irrisoria ma che significa 4,4 milioni di tonnellate prodotte complessivamente. Una quantità impressionante, che però avverte: l’inquinamento ambientale sta colpendo le economie emergenti, riducendo le zone con il clima adatto per la crescita del tè, che può essere prodotto solo in zone particolari. Di conseguenza i contadini che sopravvivono grazie a queste colture sono a rischio.