Home Cacao & Cioccolato Trenta giovan...

Trenta giovani di 4 stati a scuola di cioccolato: sono stati ricevuti a palazzo S. Domenico dal sindaco di Ragusa Antonello Buscema

I giovani sono stati coinvolti in incontri con associazioni e cooperative operanti nel territorio Per meglio capire la realtà sociale in cui opera la Quetzal. Sono stati ricevuti a palazzo S. Domenico dal sindaco Antonello Buscema Duccio Gennaro

Fysic-Youth Action
La delegazione dei giovani che ha appreso la coltivazione e la lavorazione del cacao

RAGUSA – Diciotto ragazze e dodici ragazzi provenienti dall’Italia, dal Costa Rica, dalla Repubblica Ceca e dal Togo. Sono loro che parteciparanno alla seconda tappa del progetto europeo Fysic-Youth Action.

I giovani sono stati ricevuti dal sindaco nell’aula consiliare di palazzo S. Domenico. Insieme ad alcuni rappresentanti della cooperativa Quetzal (nella foto) che ha fornito conoscenze, esperienza e logistica al gruppo.

Fysic-Youth Action: per conoscere tutta la filiera del cioccolato

I giovani partecipanti al progetto hanno infatti approfondito le varie fasi della lavorazione del cioccolato. Assieme alle tematiche del commercio equo e solidale inserite nel più ampio contesto del circuito mondiale dell’organizzazione.

FRANKE
BAZZARA

Spiega Sara Ongaro della cooperativa Quetzal: «Dopo tantissimi anni nostro laboratorio si è dato vita al processo di trasformazione dai semi di cacao alla massa di cacao; attraverso tutte le fasi della lavorazione. Soprattutto i giovani del Costa Rica sono rimasti entusiasti di questa esperienza».

L’entusiasmo dei partecipanti

A nome di tutti ha poi espresso la sua soddisfazione per essere a Modica Emilienne Amatchia N’Douba; giovane studentessa di Grand-Bassam, città dell’Heritage List Unesco, in Costa Rica.

Questo è uno dei maggiori paesi produttori di cacao al mondo.  Ha quindi espresso il desiderio di un gemellaggio. Ovvero un rapporto di fratellanza fondata sui valori dell’Unesco e sul prodotto tipico della città: il cioccolato di Modica.

Emilienne ha fatto dono al Sindaco di una fava di cacao. Come gesto di solidarietà per un percorso condiviso».

Gli incontri con associazioni e cooperative operanti nel territorio

Per meglio capire la realtà sociale in cui opera la Quetzal.
I giovani sono stati quindi ricevuti a palazzo S. Domenico dal sindaco Antonello Buscema Duccio Gennaro.

Fonte: Corriere di Ragusa