Home Cacao & Cioccolato Cargill inves...

Cargill investe 18 mln nella Maison du Chocolat a Mouscron entro il 2022

La domanda di cioccolato è in costante crescita e Cargill intende cavalcare l'onda. Avviato alla fine della scorsa estate, la costruzione dell'impianto pilota dovrebbe essere completata il prossimo settembre. Il Chocolate Experience Center e il laboratorio sensoriale saranno operativi alla fine di marzo 2022

cargill
Il cioccolato Cargill

MILANO – Da Ice Bruxelles riportiamo la notizia che vede protagonista l’americana Cargill, il secondo produttore di cioccolato industriale al mondo dietro al colosso svizzero (con radici belghe) Barry Callebaut. La multinazionale americana ha deciso di investire per sfruttare al meglio il know-how e la notorietà del cioccolato belga e nello stabilimento di Mouscron, con una cifra importante di 18 milioni.

Cargill ha pienamente compreso l’importanza di utilizzare a proprio vantaggio l’esperienza e la reputazione del cioccolato belga

Lo stabilimento di Mouscron, la sede europea delle attività per il cioccolato di Cargill, lavora cioccolato fondente e al latte in forma liquida e solida per pasticceri, biscottifici, panettieri, gelaterie e altri cioccolatieri artigianali. Vedrà il suo ruolo all’interno del gruppo rafforzato entro pochi mesi.

Il gruppo americano, che impiega circa 1.300 persone in Belgio nei suoi 8 siti con attività diversificate (produzione di ingredienti alimentari, trasformazione, distribuzione e commercio di prodotti agricoli), ha infatti avviato la costruzione di una “Maison du Chocolat”.

Questo nuovo complesso, che sarà adiacente allo stabilimento, comprenderà un Chocolate Experience Center

Dove saranno organizzate sessioni con gli chef, un impianto pilota con piccole linee per la produzione di campioni su piccola scala e un laboratorio sensoriale per testare gusti, colori , trame e uno spazio di lavoro destinato al team europeo di ricerca e sviluppo di ingegneri del cioccolato dell’azienda.

La domanda di cioccolato è in costante crescita e Cargill intende cavalcare l’onda

Avviato alla fine della scorsa estate, la costruzione dell’impianto pilota dovrebbe essere completata il prossimo settembre. Il Chocolate Experience Center e il laboratorio sensoriale saranno operativi alla fine di marzo 2022. Abbastanza per assumere una dozzina di persone, che si aggiungeranno ai circa 150 dipendenti attualmente impiegati in Mouscron. Cargill è presente sul mercato europeo del cioccolato dalla fine del 2003, quando rilevò la società belga OCG Cacao, all’epoca il secondo produttore di coperture di cioccolato in Europa.

Oggi il gruppo ha tre impianti in Belgio: Mouscron, Anversa e Kalmthout. Il sito di Campinois è l’ultimo ad essere entrato a far parte della multinazionale. È stato nel 2019 che Cargill ha rilevato la fabbrica di cioccolato Smet, un’azienda familiare fondata oltre 50 anni fa. Ciò ha consentito al colosso statunitense di accelerare la crescita del settore “gourmet” (ristorazione, horeca, cioccolaterie, ecc.).