CIMBALI M2
mercoledì 12 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

Caffè Vergnano chiude il 2023 con 106 mln, +7% rispetto al 2022

Carolina Vergnano, ceo dell'azienda: "Come nel 2022, nel 2023 continua la crescita del fatturato e soprattutto dell’utile. Proseguiamo nell’importante opportunità di sviluppo internazionale e di business export, supportati dalla preziosa partnership con Coca-Cola HBC. Tutti i settori sono positivi e la crescita è trainata in particolar modo dal settore horeca”

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

SANTENA (Torino) – Caffè Vergnano chiude il 2023 con un fatturato totale lordo di 106 mio di Euro, in crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Il settore in maggiore crescita è stato l’horeca (+14%) che rappresenta il 37% del totale fatturato, ma tutti i settori sono in crescita e soprattutto hanno recuperato profittabilità grazie ad una strategia che mira a proporsi al mercato come punto di riferimento per il segmento premium su tutti i canali, portando ad un EBIT positivo e in crescita (+160% verso 2022).

Il bilancio di Caffè Vergnano

Sul fronte Export la Partnership con Coca-Cola HBC prosegue con lo sviluppo di 17 Paesi, ponendo le basi per la crescita internazionale dei prossimi anni.

L’Export Department di Caffè Vergnano persegue comunque il suo sviluppo anche nel resto del mondo attraverso una strategia consolidata e coerente. Negli ultimi mesi del 2023 il brand è riuscito a penetrare i seguenti Paesi: Singapore, Kazakistan, Mongolia e Thailandia.

Il forte inasprimento del costo del caffè crudo (+180% dal 2021 ad oggi e +40% nell’ultimo anno per le origini Robusta; +74% dal 2021 ad oggi e +14% nell’ultimo anno per le origini Arabica) sta mettendo a dura prova il settore, ma Caffè Vergnano guarda al futuro focalizzandosi su un’offerta di prodotti e di servizi distintivi: nell’ultimo triennio gli investimenti per l’innovazione delle linee produttive e gli stabilimenti sono stati di 20 mio di euro e permetteranno di ottenere prodotti ancora più qualitativi e un impatto ridotto sull’ambiente.

E’ anche il momento di celebrare traguardi importanti: quest’anno ricorre il 25° anniversario dell’apertura della prima caffetteria “Caffè Vergnano 1882”. Da allora sono stati aperti flagship store in tutto il mondo e oggi sono 180 le location che rappresentano dei veri e propri ambasciatori dell’espresso perfetto in Italia e all’estero.

Carolina Vergnano, ceo dell’azienda: “Come nel 2022, nel 2023 continua la crescita del fatturato e soprattutto dell’utile. Proseguiamo nell’importante opportunità di sviluppo internazionale e di business export, supportati dalla preziosa partnership con Coca-Cola HBC. Tutti i settori sono positivi e la crescita è trainata in particolar modo dal settore horeca”.

La scheda sintetica di Caffè Vergnano

Caffè Vergnano è una delle più antiche torrefazioni italiane a livello nazionale. Fondata nel 1882 e ancora oggi guidata dalla famiglia, da oltre 140 anni racconta il rito dell’autentico espresso italiano portando in una tazzina profumi e aromi di tutto il mondo. Il segreto delle miscele è la tostatura, lenta e tradizionale che valorizza ogni singola origine, nel rispetto della materia prima.

Le miscele Caffè Vergnano si trovano nella grande distribuzione, nei migliori bar e negli oltre 180 Caffè Vergnano 1882, la catena di caffetterie all’italiana presente in tutto il mondo.

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie