Home Caffè Torrefattori Caffè Borbone...

Caffè Borbone si aggiudica le due stelle dall’International Taste Institute

Il diploma assegnato a Caffè Borbone per il caffè Don Carlo Miscela Oro

NAPOLI — Importante riconoscimento internazionale per Caffè Borbone, che si aggiudica le due stelle dall’International Taste Institute. Leader nella valutazione e certificazione Taste 2019, che prova migliaia di prodotti alimentari e bevande di consumo provenienti da circa cento Paesi.

«Due stelle, su tre, è un grande risultato – dichiara Massimo Renda, presidente esecutivo del brand – il nostro caffè Don Carlo Miscela Oro, compatibile con macchina “A modo mio” fa parte della categoria Food&Drink per consumatori dell’exiTQi, che nel 2019 ha testato oltre 15.000 prodotti».

Caffè Borbone scrive in una nota:

«Pare sia diventato un cliché disprezzare le tradizioni napoletane, ne è la prova una recente inchiesta realizzata da un’emittente nazionale, emettendo la “sentenza definitiva”, secondo cui il caffè che si beve a Napoli è tra i peggiori al mondo».

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

«Per ironia della sorte – continua ancora il presidente esecutivo dell’azienda – abbiamo ricevuto questo premio che sancisce proprio il contrario e ne siamo più che fieri. Caffè Borbone vuole dimostrare che il caffè bevuto a Napoli è uno dei migliori e che la tradizione partenopea non potrà avrà sempre un carattere universale».

Nel corso degli anni, l’International Taste Institute (ex iTQi), leader nella valutazione e certificazione Taste, ha testato oltre 15.000 prodotti. Quest’anno sono stati certificati 1885 prodotti: i prodotti premiati sono visibili sul sito web dell’International Taste Institute https://www.taste-institute.com.

Caffè Borbone stelle
Il feedback è stato fornito da 200 prestigiosi Chef e Sommelier

I premi sono distribuiti come segue:

  • 21 prodotti sono stati premiati con il Diamond Award
  • 79 hanno ricevuto il Crystal Award
  • 3 Stelle: 352
  • 2 Stelle: 1,020
  • 1 Stella: 513

“Circa 200 prestigiosi Chef e Sommelier si sono riuniti per dare ai produttori un feedback oggettivo e professionale sul gusto dei loro prodotti” ha dichiarato Laurent van Wassenhove, Managing Director dell’International Taste Institute,” Chef in famose istituzioni, Chef stellati Michelin, i migliori Sommelier premiati, … tutti assaggiano alla cieca i prodotti registrati dai produttori: quelli che ottengono alti punteggi gustativi ricevono il “Superior Taste Award” “.

A seconda dei punteggi dell’analisi sensoriale, ai prodotti certificati viene assegnato dunque  il “Superior Taste Award” con una, due o tre stelle; analogamente alle stelle Michelin per la gastronomia:

  • “Absolute Taste Award”: 3 stelle per 20 volte in 25 anni
  • “Diamond Taste Award”: 3 stelle per 7 volte in 10 anni
  • “Crystal Taste Award”: 3 stelle per 3 anni consecutivi
  • “3 stars”: punteggio superiore al 90% – gusto eccezionale
  • “2 stars”: punteggio tra 80 e 90% – gusto straordinario
  • “1 star”: punteggio tra 70 e 80 % – gusto degno di nota

I produttori si affidano alle valutazioni del gusto di Chef e Sommelier per ottenere quanto segue:

  • un feedback professionale e obiettivo sulla qualità dei loro prodotti per vari scopi, come l’innovazione del prodotto o il monitoraggio della qualità.
  • una certificazione, utile nelle trattative con rivenditori, distributori e importatori.
  • il premio, che è anche un potente strumento di differenziazione nelle comunicazioni di marketing.

Una cerimonia di premiazione si svolgerà a Bruxelles il 24 Giugno presso il prestigioso Théâtre Royal des Galeries. Tra i protagonisti, Caffè Borbone.

Caffè Brobone stelle
Il logo del premio

Caffè Borbone all’International Taste Institute

Per dimostrare la sua attenzione alla sua missione, valutando e certificando il gusto dei prodotti alimentari e delle bevande, l’Istituto annuncia inoltre che cambia il suo nome da “International Taste & Quality Institute (iTQi)” a “International Taste Institute” e lancia il suo nuovo sito web https://www.taste-institute.com con una nuova identità.

La giuria dell’Istituto è composta da prestigiosi Chef e Sommelier come: Ferran Centelles, Head Sommelier presso la Fondazione El Bulli, Manuel Jimenez, Miglior Sommelier di Spagna 2017, Alain Nonnet con 2 stelle Michelin per 36 anni, Gaetano Raguni, Vincitore 2017 di Bocuse d’Or Italia, Alan Coxon, Ambasciatore britannico per Food / Drink e presentatore chef della BBC TV, o Cristina Figueira con 1 stella Michelin …

I prodotti sono analizzati e valutati seguendo una metodologia rigorosa e neutrale. Sono degustati alla cieca da un nutrito gruppo di professionisti indipendenti di alimenti e bevande che non conoscono il marchio del prodotto e la sua origine quando lo assaggiano. Oltre ai punteggi, gli Chef e i Sommelier forniscono commenti e suggerimenti per un ulteriore miglioramento del prodotto.