CIMBALI M2
mercoledì 17 Luglio 2024
  • CIMBALI M2

Asic 2012 in programma la manifestazione a San José, Costa Rica

Da leggere

TME Cialdy Evo
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Più di 300 specialisti e accademici provenienti da una trentina di paesi prenderanno parte alla 24a edizione della Conferenza internazionale sulla scienza del caffè, Asic 2012, in programma nella capitale costaricana di San José dall’11 al 16 novembre. L’evento è organizzato dall’Asic, l’Associazione scientifica internazionale del caffè costituita a Parigi nel 1966 (attualmente presieduta da Andrea Illy), con l’intento di promuovere e coordinare la ricerca scientifica finalizzata all’elevamento della qualità e a un migliore utilizzo del caffè e dei suoi derivati nell’interesse di tutta la catena produttiva.

Asic: è la terza volta che la conferenza viene ospitata da un paese latino americano

A fare gli onori di casa sarà, l’Istituto costaricano del caffè, che ospiterà l’evento e contribuirà alla sua organizzazione. Il nutrito programma congressuale prevede centinaia di relazioni specialistiche, rivolte a un pubblico di soli addetti ai lavori, che spazieranno in campi quali la chimica, la medicina, la fisiologia, la genetica, la fitopatologia, l’agronomia, Prevista anche una visita al Centro superiore di formazione per la ricerca agricola tropicale, la cui Banca del Germoplasma è considerata una delle migliori al mondo.

Intanto in VIETNAM – Vicofa sollecita la costituzione di uno stock strategico

Con l’avvio della nuova stagione, l’Associazione del caffè e del cacao del Vietnam è tornata a sollecitare banche e governo affinché aiutino i produttori a costituire uno stock strategico provvisorio di 300 mila tonnellate, allo scopo di evitare che l’immissione massiccia nel mercato del nuovo raccolto possa deprimere i prezzi. Vicofa ha stipulato con successo l’anno scorso accordi con tre importanti istituti di credito nazionali, che avrebbero consentito di finanziare acquisti per oltre 750 milioni di dollari.

L’associazione ha invitato inoltre il governo a costituire un fondo di stabilizzazione

Nonché a fornire aiuto e consulenza strategica ai produttori. Le prime stime indicano intanto che il Vietnam potrebbe esportare a ottobre tra le 50 e le 75 mila tonnellate di caffè, contro le 75 mila circa di settembre. Appena il 5% del caffè esportato proverrà dal nuovo raccolto, che ha già preso il via in alcune zone, ma entrerà nel vivo soltanto nelle prossime settimane. Le scorte di riporto dalla campagna precedente si attesterebbero, secondo stime del commercio, tra il 140 e le 200 mila tonn, contro il 100-140 mila della stagione passata. Varie fonti indicano che la produzione vietnamita di quest’anno potrebbe essere inferiore anche del 10% a quella record dell’annata passata.

CIMBALI M2

Ultime Notizie

  • Water and more
  • Carte Dozio