CIMBALI M2
domenica 16 Giugno 2024
  • CIMBALI M2

EVASIONI AUTORIZZATE – Starbucks paga le tasse all’estero per ingrassare i già pingui utili

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
  • Water and more
Carte Dozio
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè
MILANO – Apple paga meno del 2% delle proprie tasse fuori dagli Usa. È quanto ha scoperto la Bbc. Dai documenti presentati alle autorità statunitensi. In cui risulta che la casa di Cupertino ha versato 713 milioni di dollari su un imponibile di 36,8 miliardi di dollari.

Apple è l’ultima delle società a pagare una bassa imposizione fuori confine

Dopo Starbucks, Facebook e Google, anche se questo, sottolinea l’emittente, non indica alcuna violazione delle norme. Apple veicola la maggior parte del suo business in Europa attraverso una società con base in Irlanda. Dove le tasse sulle imprese sono più basse che in Gran Bretagna: il 12,5% rispetto al 24%.
 

La Bbc

Che ha analizzato i dati forniti dall’azienda alla Sec (la commissione che controlla la borsa negli Usa), ricorda che ad esempio i profitti nel mercato europeo vengono convogliati su una società Apple in Irlanda dove l’aliquota è del 12,5%, un regime estremamente più favorevole al resto d’Europa e degli stessi Usa. Il sistema usato da Apple è impiegato da molti altri colossi Usa, come Google, Facebook e Starbucks.
CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie