giovedì 20 Gennaio 2022

Antonio Quarta: “Con la nuova capsula Nespresso compatibile 100% vegetale e compostabile pensiamo a giovani e Pianeta”

Racconta il torrefattore: “Per un imprenditore ogni volta che si intraprende una nuova innovazione è un punto di partenza e non di arrivo. Seguiremo le evoluzioni del mercato e valuteremo se produrre altre miscele e altri formati per adeguarci ad altri sistemi”

Da leggere

MILANO – Antonio Quarta, torrefattore a Lecce, sta lanciando in queste ore le sue prime capsule in materiale di origine vegetale 100% e compostabili. Così torniamo a parlare di caspule con Quarta. Ma questa volta di capsule made in Quarta. Sì perché oggi siamo in una situazione in cui esistono centinaia e centinaia di realtà autonome o collegate in catene che vendono capsule in Italia e nel mondo. E ora c’è anche Quarta Caffè che oltre alla vendita diretta nella grande distribuzione ha anche un avviatissimo e-commerce subito partito alla grande con il nuovo prodotto.

Quarta che cosa è successo?

“Noi abbiamo sempre avuto un rapporto di cautela se non addirittura di diffidenza nei confronti delle capsule e in generale del monoporzionato. Così come abbiamo atteso la carta compostabile per produrre le nostre cialde, che ora stanno avendo un’ottima crescita nelle vendite, siamo stati cauti rispetto alle capsule per la questione ambientale e per le controindicazioni derivanti dalla plastica e l’alluminio. È stato così finché, nelle nostre ricerche, non abbiamo intercettato un’azienda francese che produce capsule 100% vegetali e compostabili. Così ci siamo dotati dei macchinari specifici per il confezionamento.”

Per i colleghi e i consumatori: è stata una ricerca lunga e difficile del fornitore?

“È stata una ricerca continua. Siamo stati costanti fin quando non abbiamo trovato l’azienda giusta con il prodotto che cercavamo, in linea con la nostra filosofia ambientalista. In Puglia siamo stati tra le prime aziende eco compatibili, con l’installazione di impianti di produzione di energia rinnovabile, con la piantumazione circostante lo stabilimento e la raccolta differenziata. Ci teniamo molto, perché le imprese devono avere un ruolo di primo piano nella tutela dell’ambiente.”

Quarta, lei è un imprenditore ma anche un sentimentale: a questo arrivo della capsula, è legata anche la nascita di suo nipote

“Come imprenditore che spesso mette la propria azienda sullo stesso piano della famiglia, portandola nei pensieri anche a casa, con il lancio della capsula ho accolto felicemente la coincidenza della nascita del mio secondo nipote Arturo Quarta, dopo il primo Antonio Jr. Il lieto evento ha sicuramente aumentato la nostra gioia, perché nella stessa settimana abbiamo lanciato questo prodotto tanto atteso e insieme abbiamo accolto anche il mio secondo nipotino.”

Per questo oggi l’imprenditore Antonio Quarta eccezionalmente si è presentato in ritardo in azienda

“Perché per la prima volta, per aiutare mio figlio e mia nuora con il nipotino, Antonino junior ha dormito con suo nonno.”

Lei come nonno pensa molto al futuro dell’azienda e del mondo

“Indipendentemente dai legami parentali, possiamo dire che tutti noi, compresi gli imprenditori che trasformano la materia prima e producono i rifiuti, dobbiamo pensare ai giovani. Non possiamo consegnare alle future generazioni un mondo eccessivamente compromesso a causa dei nostri comportamenti e stili di vita.”

E’ singolare come attorno a un argomento che sembra così materiale come la capsula, si possa parlare di futuro.

“Infatti lo slogan del nostro spot pubblicitario è proprio questo: si chiude con la frase “Il futuro è nelle nostre mani”. Ovviamente con questa capsula vegetale e compostabile non si risolve il problema a livello ambientale del pianeta, ma sicuramente riguarda a 360 gradi i nostri comportamenti. Al di là dei summit dei Governi, la questione ambientale deve diventare un tema che coinvolge e viene sentito da tutti. Ognuno di noi con gesti virtuosi quotidiani, potrebbe dare un grande contributo all’ambiente come le miliardi di gocce che creano un oceano “pulito”.

Parliamo di questo breve spot, con un’animazione molto particolare, in stile giapponese.

“Tutto il progetto è stato seguito dai miei figli Gaetano ed Edoardo. Edoardo è il responsabile di produzione del progetto capsula 100% vegetale e compostabile, mentre Gaetano anche della comunicazione. Ci siamo affidati a un’agenzia di livello nazionale e internazionale che si occupa del lancio di nuovi prodotti. Abbiamo messo soprattutto in evidenza il nostro territorio, perché siamo molto legati come azienda al Salento e alla Puglia.

Vediamo delle riprese di Polignano, del mare della Puglia, una masseria tipica del Salento: tutto ambientato qui da noi, e raccontato attraverso una tecnica che si chiama origami. Ci sono degli animali che si passano la capsula del caffè sino ad arrivare al consumatore finale, formando degli origami, che in Giappone sono dei portafortuna, una tradizione compositiva, con piegature successive della carta, senza tagli.”

La capsula Quarta Caffè è anche priva di nanoparticelle, oli minerali allergeni, metalli pesanti e carbon fossile, ecc.: avete tolto tutto, cosa c’è dentro?

quarta caffè
Il pack di capsule 100% vegetali e compostabili

“Sicuramente un ottimo caffè… La capsula è certificata perché prodotta da derivati di frumento e mais, 0% di carbonio fossile (questo la rende 100% vegetale ), infatti la capsula è certificata da ente di certificazione TUV Austria: OK compost , OK Biobased ( 4 stelle ) e home compost.”

L’espresso che si fa con queste capsule, è più buono?

“Questo lo lasciamo dire ai consumatori. Io so che questa capsula è molto più costosa: per mantenere dei prezzi competitivi sul mercato, rinunciamo a dei margini importanti ma garantendo sempre un’alta qualità del prodotto .”

Questo è un punto di partenza o pensa che sarà solo l’inizio?

“Per un imprenditore ogni volta che si intraprende una nuova innovazione è un punto di partenza e non di arrivo. Seguiremo le evoluzioni del mercato e valuteremo se produrre altre miscele e altri formati per adeguarci ad altri sistemi”.

Pochi attimi dopo la pubblicazione sul sito aziendale dell’annuncio di queste capsule, sono arrivati i primi acquisti sull’e-commerce, quindi raggiungono tutto il mondo

La novità di Quarta Caffè

“Durante il lockdown abbiamo registrato una grande crescita delle richieste online, che hanno un trend ancora in aumento. Abbiamo organizzato un settore aziendale dedicato e le nostre referenze vengono acquistate nel nord Italia e all’estero. Prima della commercializzazione tradizionale che avverrà da questa settimana, attraverso il canale online abbiamo avuto centinaia di ordini.”

Quarta le ha assaggiate lei le capsule? Chi ha formulato la descrizione gustativa?

“Se n’è occupato Edoardo che può contare sui corsi Q-grader che ha conseguito, controllando la qualità dal caffè, dal crudo fino alle miscele da confezionare. Le caratteristiche sensoriali della miscela confezionata nella capsula sono descritte sulla confezione.”

C’è il problema dei prezzi: come lo sta vivendo Quarta Caffè?

“E’ un problema che sta mettendo a dura prova la nostra categoria. L’aumento del prezzo è necessario e obbligatorio per tutte le aziende, ho affiancato mio padre sul lavoro fin da quando ero adolescente, ma aumenti così considerevoli, seppur relativi a tutte le componenti dei costi, non erano mai avvenuti contemporaneamente. Per gli imprenditore rimane il problema di aumentare il prezzo restando competitivi.”

Giuseppe Lavazza ha parlato recentemente di aumenti del 5/6% sui prezzi di vendita, in Francia.

“Queste percentuali sono il minimo. Molti nostri competitor hanno già effettuato nei mesi precedenti degli aumenti e ora ne annunciano dei secondi. Noi come azienda abbiamo deciso di applicare un unico rialzo del listino nella seconda metà di gennaio sia nel canale retail che in quello horeca. Sperando che questo trend di aumenti cambi tendenza o quantomeno si arresti, in modo da non essere costretti a variare ancora in aumento il prezzo. Un imprenditore non è mai contento di aumentare il prezzo dei prodotti; è sempre una decisione che si affronta con una certa preoccupazione.”

Diamo quindi il benvenuto a Quarta Caffè nel mondo delle capsule, un ingresso comunque particolare

“Certo, perché dobbiamo cercare sempre di differenziarci: infatti per il mercato famiglia abbiamo sempre puntato sulla qualità e freschezza producendo confezioni non sottovuoto. Così con il monoporzionato abbiamo puntato su imballaggi quanto più nel rispetto dell’ambiente…”II futuro è nelle nostre mani” “.

Il portale aziendale Quarta Caffè, qui.

Il canale Youtube di Quarta Caffè, qui.

Ultime Notizie