lunedì 20 Maggio 2024
  • CIMBALI M2

Amcor, l’indagine: 83% dei consumatori cerca gusto e aroma, il 58% guarda alle dimensioni del packaging e il 50% alla sua sostenibilità

Giorgio Dini: "Quasi uno su tre dei consumatori intervistati afferma che non acquisterebbe più lo stesso caffè se l'imballaggio non fosse comodo, troppo fragile o eccessivamente imballato. Un quarto dei consumatori ha dichiarato che non acquisterebbe più lo stesso caffè se l'imballaggio non fosse sostenibile."

Da leggere

  • Dalla Corte
  • TME Cialdy Evo
Water and more
Demus Lab - Analisi, R&S, consulenza e formazione sul caffè

MILANO – Torna a parlare su queste pagine Giorgio Dini, specialista in packaging per coffee per Amcor, uno dei leader globali nello sviluppo e nella produzione di soluzioni di imballaggio responsabili, con focus su soluzioni sempre più leggere, riciclabili e riutilizzabili.

Di recente l’azienda ha intervistato i consumatori di Regno Unito, Germania, Francia, Spagna e Italia per valutare i criteri più importanti nelle loro decisioni di acquisto del caffè.

Alcuni dati che sono emersi: se “gusto e aroma” sono comprensibilmente la priorità assoluta (83%), “dimensioni della confezione” (58%), “confezione sostenibile” (50%), “confezione sottovuoto” (49%) e “materiale della confezione” (47%) sono tutti elementi presenti nella lista delle risposte.

La sostenibilità della confezione è stata ritenuta più importante nel settore del caffè che in tutti gli altri che sono stati indagati dalla ricerca.

Tanto che il 25% dei consumatori ha dichiarato che non comprerebbe di nuovo lo stesso caffè se percepisse che la confezione non è “sostenibile”. Mentre l’80% ha affermato che sarebbe disposto a pagare un premio per un prodotto più sostenibile.

Qual è quindi il tema esatto dell’indagine Amcor e come è stata condotta (telefono, di persona, internet)?

“L’indagine è stata condotta tramite sondaggio online su una piattaforma specializzata. Si concentra sul ruolo dell’imballaggio nel processo di acquisto e nella soddisfazione del consumatore.

In particolare, si cerca di capire l’importanza dell’imballaggio rispetto ad altri elementi come il marchio e il prezzo, quali aspetti dell’imballaggio sono rilevanti per il primo acquisto e come l’imballaggio influisce sulla ripetizione dell’acquisto e sulla fedeltà del consumatore in seguito all’esperienza d’uso del prodotto.”

Quanti consumatori avete intervistato in tutta Europa e con quali criteri li avete selezionati?

“I consumatori intervistati sono persone che abitualmente si occupano della spesa nel proprio nucleo famigliare e che abbiano acquistato caffè di recente.

Sono stati intervistati consumatori provenienti da 5 paesi europei, UK, Francia, Spagna, Italia e Germania. E abbiamo intervistato 300 persone per ciascuno stato.”

La priorità assoluta indicata dal 58% degli intervistati è stata la dimensione della confezione: ricercano packaging più piccoli e compatti? E perché questa nuova esigenza dal vostro punto di vista?

“Questa nuova esigenza potrebbe essere attribuita a diversi fattori. Innanzitutto, c’è un crescente desiderio di ottimizzare lo spazio di storage, specialmente in ambienti domestici dove lo spazio può essere limitato.

Confezioni più piccole consentono ai consumatori di conservare più prodotti in spazi ridotti, garantendo un maggiore ordine e facilitando l’accesso ai prodotti.

Dal punto di vista della praticità del trasporto, confezioni più piccole e compatte sono più facili da gestire e trasportare dal supermercato a casa. Sono più leggere e occupano meno spazio, rendendo il processo di trasporto più comodo per i consumatori.

L ‘importanza del design dell’imballaggio e delle dimensioni risulta particolarmente rilevante per la fascia di età compresa tra i 18 ei 34 anni. Questo può essere attribuito al fatto che questa fascia di età è più incline a vivere in spazi più piccoli con meno spazio di archiviazione.”

Sostenibilità, altra parola d’ordine per il consumatore: ma quanto sanno di cosa sia la sostenibilità e quindi, qual è un esempio vero di packaging sostenibile per Amcor?

“La sostenibilità è diventata sempre più importante per i consumatori europei, con quasi la metà dei partecipanti all’indagine che evidenziano l’importanza dell’imballaggio sostenibile come criterio importante per la scelta dei prodotti. Inoltre, più del 60% dei partecipanti ha indicato che l’imballaggio riciclabile è il claim più importante.

Sebbene la sostenibilità non sia il principale driver nella decisione di acquisto, rimane un aspetto significativo per i consumatori. Le rivendicazioni di riciclabilità e di minor utilizzo di plastica sono considerate molto importanti quando si tratta di confezioni non solo per il caffè, ma in generale. (Anche qui la fascia 18-34 è la più sensibile al fattore sostenibilità).

Inoltre un’altra ricerca sui claims dei consumatori condotta da Amcor nel 2023 rivela che quasi l’80% dei consumatori fatica a comprendere il significato di gran parte dei loghi legati alla sostenibilità, e trovano più facile comprendere claims chiari e certificati.

Per quanto riguarda Amcor e il suo packaging, i nostri esperti di caffè hanno sviluppato soluzioni innovative per l’imballaggio che non solo soddisfano le esigenze dei consumatori, ma contribuiscono anche a ridurre l’impatto ambientale.

Un esempio significativo è la nostra gamma AmPrima® Plus Recycle-Ready per caffè tostato e macinato. Questa gamma offre ai consumatori un’opzione di imballaggio più sostenibile per la loro tazza quotidiana ed è progettata per essere facilmente riciclabile nei flussi esistenti in Europa. È versatile, adattabile a vari formati e dimensioni di confezioni di caffè.

Questo cambiamento porta benefici ambientali, tra cui una riduzione fino al 73% dell’impronta di carbonio e una riduzione dell’85% del consumo di acqua. La nostra soluzione AmPrima® for Coffee è in linea con le linee guida sulla circolarità delineate da CEFLEX e possiede la certificazione cyclos-HTP per la riciclabilità concreta nel mondo reale.

Attraverso questi progressi, miriamo a soddisfare le esigenze dei consumatori, mentre ci atteniamo agli standard normativi in evoluzione, garantendo un futuro più sostenibile per l’industria del caffè.”

E siccome il packaging del caffè è ancora più sotto il mirino degli utenti finali – così come sottolineato dalla vostra survey – come sono percepite oggi le capsule di caffè rispetto ancora al tema sostenibilità?

“In generale, le capsule compostabili comunicano un messaggio di sostenibilità che risulta attraente per il consumatore, tuttavia, valutare la loro effettiva sostenibilità può essere complesso.

Fino a quando la prassi comune riguardante lo smaltimento delle capsule consiste nell’inclusione nei rifiuti indifferenziati, l’immagine complessiva delle capsule potrebbe non risultare ottimale dal punto di vista ambientale. Tuttavia, altri fattori, quali la praticità e la qualità del caffè erogato, rimangono determinanti nella scelta del consumatore.

Pertanto, l’effettiva sostenibilità delle capsule compostabili potrebbe essere influenzata non solo dalla loro composizione materiale, ma anche dalla consapevolezza e dalle pratiche di smaltimento adottate dai consumatori e dalle politiche di gestione dei rifiuti locali.”

Un’altra informazione interessante:

“Quasi uno su tre dei consumatori intervistati afferma che non acquisterebbe più lo stesso caffè se l’imballaggio non fosse comodo, troppo fragile o eccessivamente imballato. Un quarto dei consumatori ha dichiarato che non acquisterebbe più lo stesso caffè se l’imballaggio non fosse sostenibile. L’imballaggio è fondamentale per l’esperienza dell’utente e la fedeltà al prodotto.”

CIMBALI M2
  • Gaggia brillante

Ultime Notizie

Carte Dozio