Home Estero UK – Svolta s...

UK – Svolta storica nel mercato dei piccoli elettrodomestici: in calo le vendite di bollitori elettrici per il tè, in forte crescita le macchine da caffè

regno unito

MILANO – Meno teiere, più caffettiere: una recente indagine Mintel sulle vendite dei piccoli elettrodomestici nel Regno Unito conferma l’eccezionale momento delle macchine espresso domestiche, a fronte di un consistente calo degli apparecchi tradizionali, come i bollitori elettrici per il tè, i grill o i tostapane.

Secondo l’analista londinese, le macchinette per la preparazione di bevande calde (principalmente macchine da caffè) sono le indiscusse protagoniste del mercato, con un incremento delle vendite del 67% negli ultimi cinque anni: dai 52 milioni di sterline del 2008 agli 87 milioni attuali (circa 102 milioni di euro).

Tradotto in cifre più immediate: ben il 14% dei britannici (circa 3,7 milioni di famiglie) dispone oggi di una macchina a capsule o cialde.

In forte crescita anche le vendite delle macchine per la preparazione dei cibi – come i robot per cucina, i frullatori, le macchine per la pasta – passate, nello stesso periodo, dai 77 ai 93 milioni di sterline (112 milioni di euro), con un incremento del 21%.

Un boom al quale ha contribuito il successo dei reality televisivi che celebrano le gesta di (aspiranti) chef e pasticceri. Come il popolarissimo Great British Bakeoff, format in onda anche in Italia, su Real Time, con il titolo di Bake Off Italia e la conduzione di Benedetta Parodi.

La British baking revolution, ossia la rivoluzione dolce delle torte fatte in casa, ha già conquistato oltre un terzo dei sudditi di sua maestà: ben il 35% dei britannici si dedica infatti, almeno una volta alla settimana, alla pasticceria fai da tè emulando i protagonisti del piccolo schermo.

Al successo delle macchine per l’espresso ha contribuito un’altra rivoluzione dei consumi: quella dei coffee shop.

“Nonostante le difficoltà economiche, il mercato delle macchine per bevande calde è cresciuto di due terzi negli ultimi 5 anni – osserva Jane Westgarth, Senior Retail Analyst di Mintel – l’amore dei britannici per il caffè è nato grazie al successo delle caffetterie, ma ora tutti vogliono un espresso di qualità anche a casa. Da cui il moltiplicarsi dei sistemi e dei modelli di macchine, con un’offerta sempre più allettante e personalizzata.”

Queste cifre sono ancora più significative se si considera che il comparto piccoli elettrodomestici, nel suo complesso, non scoppia di salute.

Nel periodo considerato, il mercato è cresciuto appena del 4,5%, passando dai 555 milioni di sterline del 2008 ai 580 milioni (700 milioni di euro) del 2013. L’anno scorso, solo il 15% dei consumatori ha speso in questa categoria di elettrodomestici più di un centinaio di sterline (120 euro).

Sempre dal report di Mintel si apprende, ad esempio, che le vendite di bollitori elettrici hanno segnato un –2% scendendo da 146 a 143 milioni di sterline del 2013.

In ribasso anche un altro must delle cucine inglesi: i tostapane, con un calo del 3%, da 70 a 68 milioni di sterline (82 milioni di euro).

Crollano infine (-30%) le vendite di grill elettrici, passate dai 46 milioni del 2008 ai 32 dell’anno scorso (35,6 milioni di euro).