Home Notizie Interviste Tonino Lambor...

Tonino Lamborghini: dagli orologi al caffè, tanti prodotti d’eccellenza tutta Italiana

Tonino Lamborghini
Tonino Lamborghini

FUNO D’ARGELATO (Bologna) – La storia del marchio Lamborghini inizia nel 1947 grazie a Ferruccio Lamborghini. Il creatore che ha dato vita all’azienda produttrice portandola al successo. Con il tempo il cognome Lamborghini è andato ben oltre il campo dei motori. Abbiamo incontrato Tonino Lamborghini, erede di una delle più celebri
famiglie dell’imprenditoria italiana. Il quale, traendo ispirazione dal suo heritage familiare, dal 1981 firma prodotti e progetti dal design evocativo dei valori caratterizzanti la storia di famiglia. Come orologi, occhiali, cellulari, profumi; complementi d’arredo, abbigliamento, accessori sportivi; beverage, hotel a 5 stelle, lounge e ristoranti a marchio.

Tonino Lamborghini: oggi marchio riconosciuto all’estero per la sua ecletticità

Trait d’union di tutti i settori produttivi? Il design, la qualità e l’italianità. Ne abbiamo discusso con il Commendator Tonino Lamborghini, che in azienda chiamano tutti «il Dottore».

Dottor Lamborghini, ci può raccontare come nasce la storia del progetto Tonino Lamborghini Espresso?

“A metà degli anni ’90 iniziai a pensare a quei prodotti che maggiormente rappresentassero l’Italia anche nel settore Food & Beverage. Con la vision di diffondere l’energia intrinseca del mio brand anche attraverso una linea di prodotti beverage italiani.

WEGA
MAZZER

Tra tutti mi orientai su un prodotto universalmente iconico: il caffè. Il successo fu importante, considerato che sin dall’inizio ho escluso la grande distribuzione ed ho puntato sull’Ho.re.ca.

La linea di prodotti Tonino Lamborghini Officina Gastronomica oggi include anche: tè, cioccolate, Energy Drink, vodka. Oltre che la mia personale selezione di vini con l’etichetta “Palazzo del Vignola” e con l’etichetta storica creata da mio padre Ferruccio, “Sangue di Miura”.

C’è inoltre un unico comune denominatore di tutti i miei prodotti

“Che è sicuramente anche un punto di forza del marchio, ed è l’italianità. Noi puntiamo infatti a distribuire un prodotto di alta qualità, che vuole offrire alla clientela non solo la tazzina, ma un vero è propri lifestyle.”.

La sua azienda si occupa di arredamento, oggettistica di lusso e di caffè. Decine e decine di articoli. Altri settori?

“Io ho cominciato con gli orologi nell’81. Poi ho proseguito con una linea di pelletterie e abbigliamento, che sento meno. Perché non sono un sarto e non ho questo tipo di cultura. Vendevo un tipo di abbigliamento dallo stile molto italiano, ma sicuramente non fashion.

Oggi, gli orologi sono il nostro core business; assieme all’occhialerie e agli smartphone. La Tonino Lamborghini, come lifestyle experience brand, tocca numerosi settori che vanno dai grandi Hotel 5 stelle in Cina ai progetti di Real Estate che sono stati lanciati a Gennaio e Maggio del 2018. Passando attraverso il progetto Tonino Lamborghini Casa. Un vero e proprio sistema di total living che si è esteso dall’arredo di ville prestigiose e agli interni di residence apartment in tutto il mondo;

il progetto Tiles&Style, pavimenti in ceramica di alta gamma a marchio; oltre che
l’ultimissima novità presentata al Cersaie 2018, la nuova serie in esclusiva di rubinetti a marchio Tonino Lamborghini Water Design. Se vogliamo parlare di ulteriori progetti, sta per entrare sul mercato anche uno scooter elettrico a marchio Iso.

Un marchio storico, assieme a Vespa e Lambretta, degli anni ’50 e che abbiamo acquistato 7 anni fa. Gli scooter sono prodotti in Corea del Sud. Questa è la prossima novità già presentata in varie fiere del ciclo e motociclo! Non so ancora se giungerà in Italia, ma per me anche questo è un modo di esportare un marchio made in Italy all’estero.”

Il futuro?

“Vedo mio figlio Ferruccio, oggi CEO della Tonino Lamborghini. Lui è intraprendente e curioso, come lo sono e lo sono stato io. La voglia di testare nuovi settori piace a entrambi! Quindi non è escluso allargare il nostro interesse a nuove sfide.”

Lei è una delle bandiere del made in Italy. Qual è il suo valore aggiunto?

“La costanza nel tenere alti gli standard qualitativi. Inoltre la Tonino Lamborghini cerca di trasmettere attraverso i suoi progetti un’atmosfera, un lifestyle italiano.
Considerato che ormai al mondo è tutto disponibile, ovunque, perché comprare un prodotto Tonino Lamborghini?

Perché io vendo anche uno stile di vita, un’appartenenza. Succede la stessa cosa anche col caffè, la nostra vocazione è più qualitativa che quantitativa. Voglio infatti vendere il mio caffè dove possa essere apprezzato lo spirito italiano Tonino Lamborghini.  Uno dei miei motti è infatti: “Se non posso darvi l’Italia, vi darò il suo feeling!”.

La sfida del mercato italiano e di quello internazionale, dal punto di vista dell’industriale

“Il mercato italiano è unico. Fuori dai nostri confini siamo indiscutibilmente riconosciuti come delle eccellenze. Perché quello che sa dare l’Italia è inconfondibile!”

Cos’è per lei il caffè?

“È un momento magico, che va al di la di una buona tazzina.”

Il caffè Tonino Lamborghini?

“È molto buono. È frutto delle competenze di collaboratori validi, tutti professionisti innamorati del caffe, e che si sono innamorati cammin facendo della vision del mio brand. Questo mix mi ha permesso di creare 3 miscele riconoscibili, che distribuiamo in più di 39 Paesi nel mondo.”

Quando nasce il caffè Tonino Lamborghini?

“Circa 18 anni fa. Ed è sempre costante nella qualità!”

Vorrebbe sperimentare l’espresso di Starbucks?
“Perché no? È giusto che vada a Milano a valutare se sono riusciti a fornire un prodotto di eccellenza. Sarei onestamente ammirato da questo.”

Che futuro ha l’espresso italiano?

“Io penso che si tratterà di un futuro di crescita. È necessario mantenere però la qualità del prodotto. Oggi il caffè per i giovani è un momento di socializzazione ed emozionale. Noi cercheremo di fare in modo che questo trend sia in costante aumento e spero che i giovani in futuro imparino ad apprezzare la cultura di assaporare il vero caffè italiano.”

Ritiene di aver raggiunto i suoi obiettivi?

“Li avrò raggiunti quando aumenterò di cinque volte il fatturato. – scherza Lamborghini”

I suoi collaboratori sono innamorati di caffè o lo erano già prima?
“Loro si sono innamorati del caffè perché un giorno hanno scelto questa strada, oppure hanno colto un’opportunità. Io spero di averli fatti innamorare del mio brand e dell’idea che c’è dietro una tazzina di caffè Tonino Lamborghini.”

Un’azienda come la sua è molto particolare, perché lei lavora all’estero e non in Italia

“Non voglio vendere all’Italia, l’Italianità. Offro l’Italianità all’estero! La nostra scelta ha anticipato la stessa scelta fatta ultimamente da quasi tutto il mondo della torrefazione: servire sui mercati esteri un espresso italiano qualitativamente valido; sempre nel rispetto della mia vision aziendale.”

La comunicazione: c’è qualche episodio in particolare gradevole o meno, con i media?

“Qualche volta, curiosamente, l’interlocutore non è particolarmente preparato relativamente alla mia azienda, spesso ci collegano a un mondo passato. Quindi quello della Lamborghini Automobili.”

Cosa vuol dire chiamarsi Lamborghini?

Se da un lato chiamarsi Lamborghini è un onore, dall’altro, invece, è una responsabilità: chiamarsi Lamborghini spesso vuol dire rispondere a delle aspettative esagerate. I clienti esigono sempre il massimo, e io spero di offrirglielo sempre.”

Le Fiere di caffè, le frequenta? Sarò a Host 2019

“Una volta molto di più. Ho assistito a molte iniziative meravigliose. Tra i miei desiderata c’è sicuramente costruire una presenza più significativa nelle fiere di settore, come Host, che rappresenta l’unico vero punto di incontro per il mondo del caffè e per tutti gli operatori mondiali del settore. É per questo abbiamo deciso di partecipare all’edizione 2019.”

L’azienda Tonino Lamborghini

E’ stata fondata nel 1981 dal commendator Tonino Lamborghini. Erede della famiglia Lamborghini. Oggi l’azienda ha sede nello splendido “Palazzo del Vignola”. La villa rinascimentale a Funo, alle porte di Bologna realizzata dal famoso architetto Jacopo Barozzi, detto “Il Vignola”.

Traendo ispirazione dal suo heritage familiare e dalle sue esperienze professionali nel campo dell’ingegneria meccanica e del design automobilistico, il comm. Lamborghini ha creato un “lifestyle experience brand”. Con un’ampia gamma di prodotti di lusso: orologi, occhiali, cellulari, profumi, complementi d’arredo; poi abbigliamento, accessori sportivi, prodotti beverage; oppure hotel a 5 stelle, progetti di real estate e café a marchio.

Da oltre 35 anni, Tonino Lamborghini interpreta un universo di stile italiano

Rimanendo fedele alla tradizione e all’heritage della famiglia Lamborghini. Tutti i prodotti si contraddistinguono per il simbolo del “Toro che carica” su sfondo rosso.
L’azienda Tonino Lamborghini ha una mission molto chiara: esportare la passione e lo spirito della cultura italiana sotto forma di prodotti dal design unico e distintivo; ispirato al design industriale italiano e all’heritage meccanico della famiglia Lamborghini.

Design dal carattere senza compromessi, stile innovativo e italianità

Uniti al leggendario retaggio di un mito senza tempo: questi i valori che caratterizzano il marchio Tonino Lamborghini e conquistano i clienti in tutto il mondo.