Home Aziende CERIMONIA &#8...

CERIMONIA – Nuova Simonelli, da tutto il mondo per autografare la ‘prima pietra’ del nuovo cantiere aperto a Belforte del Chienti

BELFORTE DEL CHIENTI – Ci sono le firme di cinesi e giapponesi, di canadesi e francesi, di statunitensi e sudafricani, di russi e filippini, d’inglesi e australiani. In tutto più di cento persone di tutti i continenti hanno apposto la loro firma sulla prima pietra  (FOTO) del nuovo cantiere che ha preso avvio in questi giorni per la costruzione dell’ampliamento della sede di Nuova Simonelli a Fonte Moreto di Belforte del Chienti.

La cerimonia di posa della prima pietra è avvenuta in occasione di Simonelli & Friends, un meeting che l’azienda produttrice di macchine per caffè ha organizzato a Belforte del Chienti con operatori e clienti dei 117 paesi in cui Nuova Simonelli esporta tecnologia, design e cultura del Made in Italy.

Tra gli autografi apposti sulla pietra anche quello del giapponese Hidenori Izaki, neo campione del mondo baristi, il quale è arrivato a Belforte del Chienti curioso di vedere con i propri occhi come sono prodotte le attrezzature che lo hanno supportato nella conquista del titolo.

Il nuovo corpo di fabbrica sorgerà accanto allo stabilimento inaugurato nel 2005. La struttura, di circa tremila metri quadrati su diversi piani, avrà un collegamento diretto con la zona tecnico-produtiva e comprenderà un’area direzionale-operativa, sale riunioni, sale espositive e il museo aziendale. L’investimento supera i tre milioni di euro ed è finalizzato a garantire una maggiore funzionalità operativa di tutti i reparti dell’azienda.

“L’accresciuta leadership di Nuova Simonelli nel mercato mondiale delle macchine professionali per caffè espresso e cappuccino – ha dichiarato il presidente ed amministratore delegato, Nando Ottavi – comporta per l’azienda la necessità di offrire maggiori servizi, non solo a livello di assistenza all’estero, ma anche agli operatori stranieri che sempre più numerosi giungono ogni mese a Belforte del Chienti. L’unificazione in un’unica sede della zona produttiva, dell’area tecnico progettuale e di quella dei servizi commerciali e amministrativi è finalizzata proprio a questo”.