Home Caffè Torrefattori Le Piantagion...

Le Piantagioni del Caffè a Host 2017, tra novità e degustazioni guidate

MILANO – La torrefazione livornese Le Piantagioni del Caffè si è presentata a Host con tre nuove referenze selezionate con cura e molto gradite dai numerosissimi visitatori professionali e dai coffee lover, che hanno fatto sosta al suo stand.

LAB#106, miscela 100% arabica, in fase di certificazione da parte di CSC.  La compongono tre caffè di singola piantagione delle Fazenda Lagoa do Morro e Samambaia in Brasile e Vellakadai estate in India; si contraddistingue per l’aroma di vaniglia e pasta frolla, il gusto dolce con un retrogusto di cioccolato fondente.

Las Tolas, 100% arabica, è composto da caffè della varietà caturra, coltivato a 1.700 m slm, nella finca La Tolas, nella regione di Pichincha in Ecuador. L’aroma presenta sentori di caramello, zucchero di canna e arancio, il gusto è di pompelmo rosa e limone, con un retrogusto di cacao e crema pasticcera agrumata; l’acidità è decisa ma piacevole.

FOODNESS
CARTE DOZIO

Las Terrazas, 100% arabica, proviene dall’omonima finca del produttore Renardo Ovalle nella regione del Huehuetenango in Guatemala ed è coltivato tra i 1.750 e i 2.100 m slm. Presenta aromi di mandarino, pesca e pasta di mandorle; al gusto agrumi, cioccolato e mela cotta e al retrogusto lime, e cioccolato; l’acidità è malica, intensa.

I sei Profili

Sopra il banco bar dello stand spiccava lo schema dei sei Profili Colori del Gusto (vedi FOTO qui sotto), strumento di scelta semplice e rapido messo a punto da Le Piantagioni del Caffè per guidare l’operatore nella scelta e nella proposta dei caffè al suo cliente: Blu, aromatici dall’acidità pronunciata; Verde, freschi e delicatamente acidi; Giallo, armonici e cioccolatati; Corallo, fruttati e deliziosamente dolci, Rosso, intensi e dal corpo pieno, Bianco, caffè arabica decaffeinato ad acqua.

Sono state molto seguite le degustazioni guidate in espresso, proposte ogni giorno e precedute dall’analisi della percezione olfattiva di uno degli aromi predominanti di ognuno dei tre caffè proposti in degustazione. Ad esempio, la mandorla per l’Alto Palomar (profilo Verde), la nocciola tostata per il LAB#106 (profilo Giallo) e il tabacco per il 78/22 (profilo Rosso).

Successivamente è stato quindi più semplice ritrovarli nei caffè degustati in espresso.

Il pack che informa

Sono cambiate anche le confezioni, ora più chiare ed esplicative. “L’etichetta-parlante” inquadra infatti immediatamente il caffè all’interno di una particolare linea dei Profili Colore del Gusto. Le caratteristiche in tazza sono riportate sotto il nome del prodotto, insieme alla provenienza e all’uso consigliato (espresso o filtro).

Il retro racconta la filosofia che guida Le Piantagioni del Caffè, che ogni anno ricerca e trasforma i migliori caffè, offrendo esperienze sensoriali uniche. Un lato riporta rapidi flash della storia della torrefazione a partire dal 1994; quello opposto la legenda dei Profili Colore del Gusto, con i profili organolettici associati a ogni colore. Un QR-code porta infine al sito aziendale, dove poter così acquisire maggiori informazioni e scoprire un’offerta ricca di prodotti e storie.

www.lepiantagionidelcaffè.it