Home Aziende La Marzocco a...

La Marzocco annuncia il vincitore del Grand Prix Profili di Pressione

CONDIVIDI

SCARPERIA (Firenze) – La Marzocco è lieta di annunciare il vincitore della seconda edizione del Grand Prix Profili di Pressione, Filippo Gadani (FOTO); promettente barista della torrefazione Lelli di Bologna, il giovane Gadani ha saputo padroneggiare la preparazione ed interpretazione delle tecniche e ricette a base di caffè.

Lanciata all’evento gastronomico TASTE di Firenze (11-13 Marzo), la competizione, divisa in due manche, ha riunito alcuni fra i migliori baristi d’Italia per presentare la tazza ideale di un espresso, un cappuccino ed una “signature drink” con l’utilizzo dei profili di pressione variabili: una tecnologia all’avanguardia sviluppata sulla macchina professionale de La Marzocco, Strada EP, per favorire la creatività dei baristi.

I protagonisti – Eva Palma, Filippo Gadani, GianAndrea Sala, Jessica Sariani, Loris Merlonghi, Patrick Sinapi, Silvio Rascioni, Simone Capriotti e Tommaso Bongini – si sono messi alla prova allo spazio Coffee Ring, davanti ad una platea di professionisti del settore, visitatori, opinion leader e appassionati di caffè.

Water + more
Cartha

Nel corso della competizione, il pubblico è stato coinvolto dalla giuria sul tema della cultura del caffè, e sul dibattito intorno al regolamento e al risultato dei caffè presentati da ciascun concorrente. http://www.lamarzocco.com/en/regolamento-grand-prix-per-taste-2017/.

Alle finali, Filippo Gadani, dopo aver illustrato la scelta dei profili di pressione variabili per meglio esaltare le qualità organolettiche della “signature drink”, ha conseguito il miglior punteggio ed è stato proclamato vincitore 2017! http://italia.lamarzocco.com/it/news/.

“L’obiettivo della mia signature drink era di preparare un liquore di caffè che richiamasse le note dolci, amare, acide e speziate di un drink alcolico, ma senza alcuna aggiunta di alcol, e lavorando solo sugli ingredienti: i due caffè mono-origine forniti da La Marzocco, la variazione della temperatura dell’acqua ed i profili di pressione variabili consentiti dalla tecnologia Strada EP messa a nostra disposizione.

Ho preparato la mia ricetta in due fasi: per il caffè Burundi, ho utilizzato un portafiltro naked freddo (21 grammi), su cui, alla base del filtro, ho adagiato un filtro di carta lavato. Ho poi selezionato 23 grammi di caffè macinato e ho estratto 96 grammi di caffè liquido in 90 secondi – a 3,5 bar di atmosfere costanti – e alla temperatura d’acqua di 82,5 gradi centigradi…

…Successivamente, ho impostato l’estrazione dell’altro caffè, dall’ Ecuador, con una proporzione ‘22 grammi in e 22 grammi out’ – sempre a 3,5 bar di atmosfere costanti – in 22 secondi e alla temperatura d’acqua di 97 gradi centigradi.

Ho mescolato i due caffè liquidi in una caraffa di vetro raffreddato, per creare quell’effetto viscoso tipico delle qualità alcoliche, e l’ho servito in un bicchierino stile Brandy, raggiungendo il risultato di una bevanda azzardata, profumata e zuccherata, che evocasse la sensazione di assaggiare un liquore equilibrato, di qualità.

Questa esperienza mi ha fatto capire quanto il mix di una materia prima, lavorata con tempi, temperatura e personalizzazione dei profili di pressione ‘customizzabili’, possano veramente dare vita ad un drink del tutto nuovo ed inaspettato.” – Filippo Gadani.