Home Organizzazioni Ico-Icco Ico: al via i...

Ico: al via il 121° Consiglio. I temi più importanti? Quelli che non sono in agenda!

ICO - Sette
Il direttore esecutivo dell'Ico José Sette

MILANO – Si alza il sipario sulla 121a sessione del Consiglio Internazionale del Caffè e degli altri organi Ico. L’assise si è aperta lunedì 9 aprile a Città del Messico, presso l’Hilton Mexico City Reforma.

A fare gli onori di casa il sottosegretario all’agricoltura Jorge Armando Narváez Narváez, che ha aperto ieri i lavori.

L’appuntamento in terra messicana interviene a pochi giorni dall’annuncio shock degli Stati Uniti, che hanno comunicato l’abbandono dell’Organizzazione, in cui erano rientrati nel 2003.

CARTE DOZIO
HOST

Presenti oltre 200 delegati, provenienti da una trentina di paesi (su 51 paesi membri dell’Ico, ndr.).

Nel suo indirizzo, Narváez ha ribadito l’importanza che il governo del Messico attribuisce alla cooperazione regionale e internazionale.

La sessione di Città del Messico è stata organizzata in collaborazione con il Segretariato all’Agricoltura, l’Allevamento, lo Sviluppo Rurale, la Pesca e l’Alimentazione (Sagarpa) del governo federale.

Il presidente del Consiglio per l’annata 2017/18, l’ivoriano Aly Touré, ha esortato i partecipanti a collaborare affinché il settore del caffè “continui ad avere un futuro luminoso”.

Il direttore esecutivo José Sette, ha osservato che il Messico riflette i cambiamenti in atto nel mondo del caffè; specie nei paesi produttori. Esso infatti non è più soltanto un esportatore di caffè verde. Ma anche un importante snodo regionale per l’export di caffè solubile”.

Quali i temi in agenda?

Oltre alle decisioni inerenti la vita dell’Organizzazione sarà in primo piano la ricerca di finanziamenti per i nuovi progetti dell’Ico. E per altre iniziative volte a coinvolgere governi, organizzazioni internazionali, istituzioni finanziarie, soggetti del settore privato.

Al centro delle trattazioni anche le sfide affrontate dal settore del caffè in Messico e America centrale. In particolare, le problematiche connesse al proliferare della ruggine del caffè e al suo perdurante impatto sulle colture.

Al vaglio dei delegati inoltre le più recenti statistiche, assieme alle analisi dell’Organizzazione, sulle problematiche produttive, dei consumi e di genere.

Ma i più importanti?

Nessuna menzione in compenso ai due temi più importanti che aleggiano su questa sessione. Il primo è la già citata decisione dell’Amministrazione Trump di uscire dall’Organizzazione.

Il secondo, la proposta lanciata dalla Colombia di discutere informalmente (a margine della sessione) dei meccanismi volti a consentire una “commercializzazione ordinata” del caffè per sostenere i prezzi.

I lavori dureranno sino a venerdì.