Home Dati EL SALVADOR –...

EL SALVADOR – Associazione dei produttori lancia l’allarme: la produzione potrebbe dimezzarsi nel 2013/14

Il futuro di El Salvador è incerto, tra dati positivi e oscillamenti al ribasso

processo di segmentazione

MILANO – Prospettive cupe per El Salvador, dove l’epidemia di ruggine del caffè potrebbe dimezzare il prossimo raccolto. Portando così la produzione ai minimi degli ultimi ottant’anni.
Intanto, va registrato un incremento dell’export, che secondo i dati del Consiglio salvadoregno del caffè (Csc) è cresciuto del 2,5% nei 9 mesi trascorsi. Raggiungendo un totale di 913.000 sacchi da 60 kg.

El Savador tra crisi e dati incoraggianti

Decisivo il positivo andamento del mese di giugno durante il quale sono stati esportati 97.450 sacchi. Con un miglioramento a volume del 43,6% rispetto allo stesso mese dell’anno passato.
Meno favorevole la variazione a valore, che è stata appena del 12,8%. Cioè pari a un totale di 21,72 milioni di dollari. Contro i 19,26 entrati nelle casse del paese centro americano a giugno del 2012.

Il Csc ha intanto rivisto al ribasso del 10,5% la stima sulla produzione 2012/13. Portandola a 1,3 milioni di sacchi circa. La correzione è motivata dall’impatto negativo della roya, che ha contaminato ormai quasi tre quarti delle piantagioni del paese. Per il 2013/14, il Csc prevede un ulteriore calo del 36%. Leggermente più ottimista il ministro dell’agricoltura Pablo Ochoa, secondo il quale il calo non supererà il 30%.

CARTE DOZIO
HOST

Il futuro di El Salvador

M c’è chi traccia scenari ancora più pessimistici. È il caso di Sergio Ticas, presidente della Asociación Cafetalera de El Salvador (Acafesal), che ipotizza per la prossima annata una flessione vicina al 50%. Questa porterebbe la produzione sotto i 700mila sacchi da 60 kg, ai minimi storici dai lontani anni trenta del secolo scorso.

Secondo le stime di varie fonti, la minor produzione di quest’anno e del prossimo potrebbero comportare perdite di introiti per il settore nell’ordine dei 175 milioni di dollari. Quindi, il venir meno di 22mila impieghi permanenti.

Il comparto del caffè de El Salvador

Dà attualmente lavoro a quasi 108mila persone e rappresenta il 7% circa delle esportazioni del paese.
Il governo ha sin qui stanziato 3 milioni di dollari per far fronte all’epidemia di roya. Acafesal sollecita investimenti maggiori a sostegno di un piano di rinnovo delle colture con varietà resistenti.

Il vice ministro dell’agricoltura Hugo Flores annuncia intanto che il governo di San Salvador sta mettendo a punto con il Programma Alimentare Mondiale (Pma. Un piano volto ad alleviare l’emergenza alimentare nelle aree rurali.