Home Gelato Dall’osservat...

Dall’osservatorio Sigep di Ieg tutte le tendenze estive per il gelato artigianale

Da Rimini “Gradisca” il dolce da spiaggia della Pastry Queen Sonia Balacchi. La nazionale azzurra lancia “Gelato Italia”. Nelle feste in città spopolano i sorbetti anguria e rum. Il segretario generale dell’Associazione Italiana Gelatieri, Claudio Pica prevede un + 15% dei consumi ferragostani

Sigep
Sonia Balachi al lavoro

RIMINI – Arriva da Rimini – una città che “più estate di così non si può” – il dolce “street food” del Ferragosto 2019 della campionessa mondiale di pasticceria Sonia Balacchi. L’Osservatorio Sigep di Ieg – Italian Exhibition Group annuncia dunque puntuale le tendenze per la festa clou dell’estate, incontrando l’unica Pastry Chef chiamata a rappresentare l’Italia a New York, al Palazzo dell’ONU, per l’ItalianFoodFestival.

“Ho scelto di chiamarlo Gradisca – spiega la Balacchi – evocando il mito di Fellini e della tradizionale festa che apre la stagione della Riviera con spiedini e tanta allegria.

È composto da tre bignè ripieni di cremoso gelato su croccante agli agrumi, gustabili su uno stecco; perfetto per la spiaggia e ispirato alle mie origini romagnole. Rappresenta il Ferragosto con i suoi colori brillanti e sapori autentici, la tradizione in una nuova veste”.
Gradisca garantisce la qualità biologica delle materie prime e sta andando a ruba anche nei cocktail party.

MAGAZZINI DEL CAFFE’
HOST

La proposta per l’estate della nazionale italiana

Cocomero, melone e lime ovvero “Gelato Italia”. E’ la proposta per il Ferragosto 2019 della nazionale italiana della CMG la Coppa del Mondo di Gelateria in programma al 41° SIGEP di IEG (Fiera di Rimini, 18-22 gennaio 2020, sigep.it).

L’Osservatorio Sigep ha quindi seguito il team azzurro in ritiro per gli allenamenti: “Invitiamo tutti – esorta l’allenatore della squadra, il Maestro Beppe Tonon, famoso nel mondo per la sua arte di decorazione e scultura della frutta – ad assaggiare questa proposta. Al cocomero e melone abbiamo aggiunto il lime, perché fa vibrare il gusto complessivo”.

La CMG è organizzata con Gelato&Cultura: presidente e presidente onorario due eminenze, il gelatiere Giancarlo Timballo e la giornalista e scrittrice Luciana Polliotti “la signora del gelato”.

In squadra star del settore:

il gelatiere calabrese (romano d’adozione) e pluripremiato Eugenio Morrone, il pasticcere di Valdobbiadene, già campione del mondo, Massimo Carnio, lo chef e docente bresciano Marco Martinelli e Ciro Chiummo, pasticcere e docente napoletano che sfideranno Messico, Singapore, Malesia, Giappone, Germania, Francia, Spagna, Polonia, Argentina, Colombia e Ungheria.

L’Osservatorio Sigep evidenzia i recenti dati di CNA Agroalimentare che stimano un giro d’affari del gelato artigianale di 3 miliardi per l’anno in corso con un trend di crescita, se confermato, del 10% (2,7 i miliardi di euro nel 2018).

Roma la regina del gelato artigianale

E se l’Italia conta 39mila gelaterie, è Roma la città “regina del gelato artigianale” con 1.400 gelaterie specializzate e 4.200 addetti. Dalla capitale, il segretario generale dell’Associazione Italiana Gelatieri, Claudio Pica prevede un + 15% dei consumi ferragostani del Belpaese: “Dopo il maltempo e le basse temperature di inizio stagione, il caldo è esploso e – sottolinea Pica – questo + 15 è un dato che ci auguriamo costante per recuperare la percentuale negativa dei mesi scorsi”.

Quanto alle tendenze, la moda del Ferragosto 2019 è quella dei sorbetti alcolici, in vetta ai gusti anguria e rum e lime e vodka: “Sono abbinamenti complessi da realizzare e questo significa – spiega Pica – che le competenze dei gelatieri non cessano mai di crescere e che i gelatieri hanno acquisito una conoscenza globalizzata e straordinaria delle materie prime di tutto il mondo”.

I numeri del gelato artigianale dell’Osservatorio Sigep

100.000: gelaterie aperte in tutto il mondo; 60.000: gelaterie aperte in Europa; 15 miliardi di euro: fatturato mondiale; 9 miliardi di euro: fatturato in Europa; 3 miliardi di euro: fatturato in Italia; 300.000: addetti in Europa; 150.000: addetti in Italia; 9.000: gelaterie aperte in Germania; 2.000: gelaterie aperte in Spagna; 1.800: gelaterie aperte in Polonia; 39.000: gelaterie aperte in Italia; 4,48 miliardi di euro: volume d’affari della filiera del gelato artigianale made in Italy.

I numeri dell’industria

481 milioni di euro: fatturato dell’industria delle macchine e degli arredi per la gelateria;  90%: quota di mercato mondiale detenuta dai produttori italiani di macchine per il gelato; 24: le aziende specializzate in macchine e arredi per la gelateria; 600 milioni di euro: fatturato dell’industria degli ingredienti per gelato e dei semilavorati; 45: le principali aziende specializzate in ingredienti e semilavorati con un fatturato aggregato da 1,6 miliardi di euro; 125.000 euro: export generato per l’Italia da ogni gelateria avviata all’estero.

Fonti: Acomag, AIIPA, Coldiretti, Confartigianato, Osservatorio Sigep, Uniteis, Sistema Gelato, modeFinance, Cna Alimentare