Home Aziende Cracco: cena ...

Cracco: cena stellata sulla neve a Bardonecchia con il caffè di Lavazza

CONDIVIDI

BARDONECCHIA (Torino) – Dagli studi di Masterchef alle piste da sci. Sabato a Bardonecchia è arrivato Carlo Cracco, per una cena stellata sulla neve, al rifugio Chesal 1805 di Melezet. Una baita recentemente restaurata e affacciata sulla valle, dove lo chef veneto ha cucinato per un centinaio di ospiti. Tutti esauriti i posti: sono andati a ruba.

“Non è la prima volta che invitiamo un grande cuoco” racconta Enrico Rossi, direttore commerciale della Bardonecchiaski, ma in Valsusa non si era mai visto Cracco ai fornelli.

Per l’occasione ha ideato un menù speciale, in collaborazione con Lavazza. E con la storica pasticceria Ugetti, che dal 1954 è il riferimento dei golosi in paese.

Faema
ANCAP

Il titolare Franco ha preparato il dessert; Lavazza il caffè, che è stato presente in alcuni piatti e non soltanto nelle tazzine a fine serata.

Per l’occasione sono stati scelti i vini dei produttori italiani Antica Fratta, Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Gresy, Elio Perrone e Giovanni Rosso.

Non più tardi di due settimane fa, Cracco ha annunciato il suo ritiro dal talent di Sky, di cui è stato giudice (anzi, il re dei giudici) per sei stagioni.

“Mi prendo una pausa per poter stare di più in cucina – aveva spiegato Cracco in tale occasione – e per dedicarmi ai due nuovi ristoranti che aprirò nei prossimi mesi a Milano”.

Poi chissà: se dall’esperimento di stasera potrà nascere qualcosa. Nelle montagne olimpiche si sta finalmente lavorando per attrarre eccellenze e rilanciare la ristorazione sulla neve, sul modello di certe località trentine. Dove alta cucina e sci sono già un binomio vincente.

Lucia Caretti