Home Affari & Mercati Il ceo di Sta...

Il ceo di Starbucks arriva e promette: “Da noi milanesi poveri e migranti”

starbucks roastery
Howard Schultz, fondatore e presidente di Starbucks

MILANO – «La storia di Starbucks non è solo business ma anche umanità». L’ad di Starbucks, Howard Schultz (FOTO), racconta il suo sogno a margine dell’incontro a Palazzo Marino dove illustra il primo store della caffetteria: 2.400 metri quadrati nell’ex Palazzo delle Poste di piazza Cordusio.

Inaugurazione entro l’estate del 2018. «Daremo lavoro a 350 persone», aggiunge, precisando che ci sarà spazio anche per i migranti e le persone in difficoltà segnalate dal Comune.

«Ci saranno altri store in Italia ma prima dobbiamo guadagnare il rispetto del consumatore italiano. E non potevamo che partire da Milano».

CARTE DOZIO
FRANKE

All’incontro con il sindaco Beppe Sala c’erano Brunello Cucinelli, Giuseppe Recchi, gli chef Davide Oldani e Chicco Cerea, Angelo Moratti e Antonio Percassi: «Non veniamo qui per insegnare agli italiani come si fa il caffè, ma veniamo con grande rispetto e umiltà».

Elisabetta Andreis